12 September 2013

SBK Q1 di Istanbul: solo 15 moto in classifica, Guintoli al top

In una sessione funestata dalle molte assenze per infortuni, il francese va a conquistare il primo posto staccando di oltre mezzo secondo Marco Melandri. Laverty, 3° davanti a Sykes, conferma un’ottima Aprilia

Sbk q1 di istanbul: solo 15 moto in classifica, guintoli al top

Ad Istanbul va in scena la Superbike con l’undicesima gara di un Mondiale combattutissimo che si sta avvicinando alle battute conclusive. Siamo solo alla prima giornata del weekend che si concluderà con le gare di domenica (orari TV) ma i primi verdetti sono comunque importanti per capire i valori in gioco, anche in ottica FantaMOTOCICLISMO, il nostro gioco che vi permette di diventare tester di Motociclismo per un giorno. Il concorso, inoltre, va “a braccetto” con la MotoGP e con la gara di Misano (orari TV) dove, domenica pomeriggio, sarà presente Claudio Corti in diretta streaming per rispondere a tutte le vostre domande.



CAMPO DI GUERRA
Per raccontare la prima sessione di qualifiche della Superbike in Turchia si deve partire innanzitutto dall’infermeria. Sono molti i piloti infortunati e solo 15 sono in pista, considerando anche due wild card. A Jonathan Rea e Loris Baz, infortunatisi in Germania, si aggiungono Leon Camier, già malandato dopo il Nürburgring e adesso sotto controllo per una sospetta frattura al metatarso del piede destro e tutti gli alfieri Ducati: Carlos Checa si è guadagnato una sospetta frattura allo scafoide e termina in anticipo il weekend, Ayrton Badovini ha riportato una contusione con stiramento della caviglia sinistra ma dovrebbe tornare in pista domani mentre Max Neukirchner si è fratturato una mano e resterà fermo.

POCHI MA BUONI
Dopo le libere della mattina, i “sopravvissuti” scendono tra i cordoli determinati a fare del proprio meglio. Il più determinato di tutti è Sylvain Guintoli che ribatte la miglior prestazione con 1’56”190, staccando di oltre mezzo secondo Marco Melandri. Un divario importante che il ravennate, già vincitore ad Istanbul per ben due volte nel 2005 e nel 2006 con la MotoGP, dovrà colmare in vista della gara. Sull’ultimo gradino del podio virtuale l’altra Aprilia, quella guidata da Eugene Laverty a 759 millesimi dal compagno di squadra e davanti a Tom Sykes, ancora alle prese con un tracciato a lui sconosciuto. Ancora molto bene Toni Elias che riesce a chiudere quinto con la RSV4 appartenuta a Michel Fabrizio, oggi solo decimo su Honda.

Appuntamento a domani per la superpole (orari TV).

WSBK Turchia: Qualifiche 1
1. Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1'56.190

2. Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 1'56.749

3. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1'56.949

4. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 1'57.170

5. Toni Elias (Red Devils Roma) Aprilia RSV4 Factory 1'57.206

6. Jules Cluzel (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 1'57.222

7. Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 1'57.391

8. Davide Giugliano (Althea Racing) Aprilia RSV4 Factory 1'57.649

9. Leon Haslam (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 1'57.699

10. Michel Fabrizio (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 1'58.340

11. Mark Aitchison (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1'58.588

12. Federico Sandi (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1'58.817

13. Vittorio Iannuzzo (Grillini Dentalmatic SBK) BMW S1000 RR 2'00.944

14. Tolga Uprak (CMS-Eypbike Racing Team) Kawasaki ZX-10R 2'03.008

15. Yunus Ercelik (Sampiyon 169 Team) BMW S1000 RR 2'04.231

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA