SPECIALE SALONE EICMA 2022
Tutte le novità Casa per Casa

Yamaha SCR950: nuova ma solo per gli americani (per ora?)

La Casa di Iwata lancia una scrambler bicilindrica. Basata sulla tecnica della cruiser XV950, la SCR950 è una stilosa ed evocativa, che in molti dettagli richiama le gloriose offroad Yamaha anni 70. Pensata per chi vuole un look vintage ma la funzionalità delle moto moderne, è riservata per ora agli USA e al Canada

Si aggiunge alla compagnia

Yamaha si getta (o torna, se preferite) nel settore delle scrambler, un termine che ultimamente è da intendere nel senso di moto dallo stile più o meno vintage, semplici nella meccanica ma piene di dettagli studiatissimi, vagamente offroad nell’impostazione e nel design ma di fatto delle moto “da hipster” usate al 99% in città e come mezzo di trasporto distintivo. Parlando di bicilindriche raffreddate ad aria e di cilindrata medio alta, alla schiera di Triumph e Ducati si sono aggiunte ultimamente la Guzzi Stornello e la BMW R nineT Scrambler, il cui lancio è ormai imminente. Ma allargando il campo, non vediamo l’ora di vedere nei listini Benelli la Leoncino. Intanto l’ultima novità nel genere arriva dal Giappone. È la Yamaha SCR950. Cliccate qui per le foto e godetevi il video, poi approfondiamo le caratteristiche principali della moto.

dettagli che fanno la differenza

Come potete vedere nelle immagini della gallery, lo stile della SCR950 ricorda molto quello delle offroad non specialistiche dell’epoca (le scrambler, appunto): serbatoio a goccia; tabelle porta numero retrò; manubrio alto, largo e avanzato (con traversino); sella piatta e alta (nuovo telaietto); doppio ammortizzatore posteriore; ruote a raggi con anteriore da 19”; gomme semi tassellate; pedane più centrali rispetto a quanto visto sulla custom; forcella con soffietti; scarico singolo e basso sulla destra; caratteristico faro tondo anteriore, mentre al posteriore c’è un mix di modernità (luci a Led) e classicità (il posizionamento alto, sopra il nuovo parafango più corto, e il look “a gemma”). Il tutto con grafiche che si riallacciano alle gloriose entro fuoristrada Yamaha degli anni 70, le XT.

Il dna cruiser un po’ si vede

L’aspetto generale è basso e lungo, perché la moto che fornisce la base tecnica per la SCR950 è la XV950, la custom bicilindrica con motore V2 di 60° made in Iwata (negli USA la chiamano Bolt). La Casa dichiara che le sospensioni sono ottimizzate per questo modello, ma certamente la luce a terra non è tra le migliori peculiarità di questa offroad atipica. Yamaha sottolinea che questa moto è improntata alla miglior maneggevolezza, e il baricentro basso la favorirà, ma portare la SCR950 a fare un fuoristrada anche solo poco più specialistico di una strada sterrata battuta sarà un bell’azzardo.

L’unica differenza sta nella ruota posteriore


Parliamo tanto di stile perché la tecnica è identica a quella della XV950. Il motore è quindi un bicilindrico a V di 942 cc, raffreddato ad aria e alimentato a iniezione, con distribuzione monoalbero in testa a 4 valvole per cilindro e coppia massima dichiarata di 80,45 Nm (della potenza non si parla, ma per la XV950 vengono dichiarati 52 CV). Per le altre caratteristiche tecniche guardate la scheda qui sotto, ma di differenze rispetto alla custom ne troverete davvero poche. Giusto la misura del cerchio e della gomma posteriore (17” e 140 invece dei 16” e 150 della custom), mentre freni, ruote, telaio e sospensioni sono del tutto simili. Cambia poi il posizionamento del terminale di scarico, con il silenziatore 2-in-1 che spara in alto.

La vorreste?

Vi piace la Yamaha SCR950? Bene, mettetevi il cuore in pace: è riservata al mercato nordamericano, dove costa 8.699 dollari ed è disponibile da luglio. A nostro parere, anche da noi potrebbe ritagliarsi un bello spazio. Yamaha ha già nella famiglia SXR (700 e 900) la propria proposta in stile… neoclassico, ma una scrambler vera e propria manca, se escludiamo la Yamaha Yard Built XSR700 dei turchi di Bunker Custom Motorcycles.

SCHEDA TECNICA

MOTORE
Tipo V2 di 60°, raffreddato ad aria
Cilindrata 942 cc
Alesaggio/corsa 85 x 83 mm
Distribuzione Monoalbero in testa, 4 valvole per cilindro
Compressione 9:1
Coppia massima 80,45 Nm/3.000 giri
Alimentazione Iniezione, corpo farfallato da 35 mm
Consumo stimato 21,6 km/litro
Lubrificazione Carter secco
Accensione/avviamento Elettronica/elettrico
Trasmissione 5 velocità
Trasmissione finale Cinghia
CICLISTICA
Telaio Doppia culla
Sospensione anteriore Forcella con steli da 41 mm di diametro/corsa ruota 120 mm
Sospensione posteriore Doppio amm. a gas con serbatoio separato e prec. Reg./corsa ruota 70 mm
Freno anteriore Disco wave da 298 mm di diametro, pinza a doppio pistoncino
Freno posteriore Disco wave da 298 mm di diametro, pinza a pistoncino singolo
Pneumatico anteriore 100/90 x 19 (con camera d’aria)
Pneumatico posteriore 140/80 R17 (con camera d’aria)
MISURE
Lunghezza 2.250 mm
Larghezza 895 mm
Altezza 1.165 mm
Interasse 1.575 mm
Angolo cannotto/avanccorsa 28,25°/129 mm
Altezza sella 830 mm
Capacità serbatoio carburante 12 litri
Peso a secco 248 kg
Colori Rosso, grigio metallizzato

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA