SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Mercado vince al Nürburgring e tiene aperto il mondiale Stock 1000

Barrier lascia sfogare i rivali per mezza gara e Canepa sembra poter vincere. Ma nel finale la musica cambia, con 4 piloti in lotta e grande spettacolo. Vince l’argentino del team Pedercini davanti a Barrier e Canepa. Appuntamento a Magnny Cours

Mercado vince al nürburgring e tiene aperto il mondiale stock 1000

Contrariamente allo scenario che si era manifestato durante le qualifiche, la gara si corre su pista asciutta (anche se con minacciosi nuvoloni a fare capolino) e il campione in carica, Barrier, vuole sfruttare alla grande il primo match point per confermarsi iridato. Gli basta infatti finire con 50 punti di vantaggio su Canepa. Ma Niccolò e Guarnoni (rispettivamente 2° e 3° in classifica generale ma a posizioni invertite sulla griglia di partenza) non staranno certo a guardare. Nel warm up, anzi, il francese della BMW gira a quasi un secondo dai due rivali, che hanno guidato la sessione coi tempi di 1'58”874 (Guarnoni) e 1'59”037 (Canepa). Peccato solo che non ci sia La Marra a dare man forte al ducatista…

 

PARTENZA: scatta benissimo Guarnoni ma poi impenna e deve chiudere. Maluccio Barrier. Alla prima curva il gruppo si compatta e dalla bolgia emerge Lussiana in testa a sorpresa dalla seconda fila. Canepa terzo, Barrier nono. Savadori sesto, recupera un sacco di posizioni dopo lo start dalla quinta fila. I primi non sono partiti benissimo, ma recuperano in fretta. A metà giro prende il comando Mercado, seguito da Lussiana e Canepa. Apparenti difficoltà per Barrier.

 

Giro 1/11: Canepa secondo dopo il sorpasso su Lussiana, mentre Barrier tenta di infilare Savadori. Ma l’italiano resiste. Intanto Mercado cerca di allungare facendo segnare il tempo di 1’58”7, ma Canepa replica con un crono simile e il duo resta compatto.

 

Giro 2/11: Canepa incalza sempre come un mastino Mercado, Barrier guarda da lontano e si tiene coperto in ottica mondiale. Ciò non gli impedisce di passare Lussiana e di guadagnare il 4° posto.

 

Giro 3/11: Canepa fa il giro veloce: 1’58”563. Intanto Barrier è in scia a Guarnoni e sembra gestire la gara

 

Giro 4/11: 1’58”276 per Guarnoni, proprio nnel giro in cui Canepa è il più lento del quartetto di testa, pur rimanendo sempre in coda a Mercado. I primi 4 sono raggruppati in due coppie, con Barrier che attacca e passa Guarnoni. È 3°.

 

Giro 5/11: Alla fine del rettilineo Canepa attacca Mercado ed è 1° con una staccata micidiale. Ma dura poco, viene ripassato dopo aver allargato. Barrier comincia a farsi vedere: suo il giro veloce, in 1'58”177.

 

Giro 6/11: Barrier comincia a cercare l’attacco, ma il gruppo di 4 è abbastanza compatto: Mercado, Canepa, Barrier e Guarnoni. Lussiana e Savadori 5° e 6° ma ormai lontani.

 

Giro 7/11: Barrier passa Canepa, ora è 2° e punta la testa della corsa dopo metà gara in cui sembrava avere qualche problema e invece stava solo gestendo. Canepa non molla ma i primi due sembrano averne di più. Barrier forza, ha cambiato decisamente passo. Caduto Lussiana, ora Savadori è 5°

 

Giro 8/11:  Mercado resiste agli attacchi di Barrier, che tenta in staccata alla fine del rettilineo di arrivo, proprio come fa Canepa cercando di passare entrambi i rivali. La manovra non riesce, anche se permette al ducatista di guadagnare metri. Intanto Massei è 8° . Nuovo tentativo di Barrier e nuova replica di Mercado. La classifica non cambia. Almeno fino al terzo tentativo: prima del rettilineo finale Barrier passa ed è 1°.

 

Giro 9/11: è ancora alla fine del rettilineo che Mercado tenta di riprendere Barrier mentre Canepa ci prova in staccata, ma Barrier resta leader. In compenso l’italiano si è rifatto sotto, anche perché i tempi sono saliti, si gira in “59”. L’evento del giro è il sorpasso di Mercado su Barrier, mentre cade Mercado ripassa barrier a fine giro. Cade Ponsson

 

Giro 10/11: Sylvain ci prova alla prima curva ma le bandiere gialle per la caduta di Ponsson fanno desistere Barrier, e lo stesso vale per Canepa che stacca forte ma non migliora la posizione. Intanto Guarnoni lo punta alle spalle con decisione (anche rischiando qualcosa).

 

ULTIMO GIRO: Barrier e la sua BMW non perdonano in staccata e sverniciano Mercado. Guarnoni va lunghissimo e la lotta ora è a 3. Canepa si avvicina a Mercado, che non desiste dal tentare di vincere e si affaccia più volte sul francese della BMW. Il sorpasso gli riesce alla chicane prima della curva che immette sul rettilineo. Il 21enne argentino del team Pedercini vince in staccata su Barrier e Canepa. Seguono Guarnoni, Lanusse, per Andreozzi e Grotzkyj Giorgi, 12° e 13°.

 

Il mondiale quindi non si è chiuso, dato che Barrier si ritrova in classifica con “soli” 40 punti su Canepa, che ora è l’unico che può matematicamente contendere il titolo al francese. Barrier, d'altronde, ha un secondo match ball a Magny Cours, il 6 ottobre (la STK 1000 non corre il 29 settembre a Laguna Seca).

 

Ora ci sono le gare (qui gli orari). Giocate a FantaMOTOCICLISMO fate il vostro pronostico e potrete diventare tester di Motociclismo per un giorno (attenzione: questa domenica si gioca anche col Motomondiale, che corre a Silverstone). Cliccate sul pulsante arancione e partecipate.

 

 

Coppa FIM STK 1000 2013 Nürburgring – Classifica gara

1.  Leandro Mercado 21'50.664 Kawasaki ZX-10R (Team Pedercini)

2. Sylvain Barrier 21'50.835BMW S1000 RR HP4(BMW Motorrad GoldBet STK)

3.  Niccolò Canepa 21'51.007 Ducati 1199 Panigale (Barni Racing Team)

4.  Jeremy Guarnoni 21'54.482 Kawasaki ZX-10R (MRS Kawasaki)

5.  Romain Lanusse 21'58.732 Kawasaki ZX-10R (Team MRS Kawasaki)

6.  Ondrej Jezek 21'59.625 Ducati 1199 Panigale (SK Energy - Fany Gastro)

7.  Lorenzo Savadori 21'59.871 Kawasaki ZX-10R (Team Pedercini)

8. Fabio Massei 22'03.299Honda CBR1000RR(EAB Ten Kate Junior Team)

9.  Marco Bussolotti 22'03.450 BMW S1000 RR (Rider Promotion by T.Trasimeno)

10.  Christoffer Bergman 22'05.582 Kawasaki ZX-10R (BWG Racing Kawasaki)

11.  Greg Gildenhuys 22'08.159 BMW S1000 RR HP4 (BMW Motorrad GoldBet STK)

12.  Alessandro Andreozzi 22'08.334 Kawasaki ZX-10R (Pedercini Team)

13. Simone Grotzkyj G. 22'09.082Kawasaki ZX-10R(Pedercini Racing Team)

14.  Marc Moser 22'16.507 Ducati 1199 Panigale (Triple M by Ducati  Frankfurt)

15.  Randy Pagaud 22'16.558 Kawasaki ZX-10R (Team OGP)

20.  Alberto Butti 22'32.784 Kawasaki ZX-10R (Team Goeleven)

 

 

Coppa FIM STK 1000 2013 Nürburgring – Classifica generale

1.  Sylvain Barrier 165 (BMW)

2.  Niccolò Canepa 125 (Ducati)

3.  Leandro Mercado 115 (Kawasaki)

4.  Jeremy Guarnoni 103 (Kawasaki)

5.  Eddi La Marra 85 (Ducati)

6.  Lorenzo Savadori 82 (Kawasaki)

7.  Ondrej Jezek 71 (Ducati)

8.  Romain Lanusse 51 (Kawasaki)

9.  Marco Bussolotti 50 (BMW)

10.  Alessandro Andreozzi 47 (Kawasaki)

11.  Matthieu Lussiana 43 (Kawasaki)

12.  Christoffer Bergman 31 (Kawasaki)

13.  Fabio Massei 29 (Honda)

14.  Greg Gildenhuys 27 (BMW)

15.  Christophe Ponsson 18 (Kawasaki)

17.  Michele Magnoni 11 (BMW)

19.  Simone Grotzkyj G.7 (Kawasaki)

23.  Federico Dittadi 5 (Kawasaki)

29.  Massimo Parziani 1 (BMW)

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA