Matchless Model X Reloaded: ecco le prime foto

La nuova moto, che reinterpreta in chiave moderna la Model X degli anni 30, viene svelata attraverso le prime foto del modello in “carne e ossa”. V2 da 1.916 cc, telaio con costruzione “lamellare”, sospensione anteriore “Castle” e pinza anteriore a 12 pistoncini sono il suo biglietto da visita. Arriva a eicma

Matchless model x reloaded: ecco le prime foto

Lo storico Marchio Matchless torna a realizzare moto (per mano dell’imprenditore veneto Franco Malenotti, proprietario del marchio) e lo fa con un modello che prende in prestito il nome e la fama da una sua progenitrice. Stiamo parlando della Model X Reloaded, nipote, per così dire, della Model X degli anni 30. Ne abbiamo già parlato qui, ma ora ci sono le prime foto e qualche dettaglio tecnico in più. 

 

12 BREVETTI: SOLUZIONI TECNICHE INEDITE

La Model X Reloaded è una moto esclusiva (qui la gallery). Niente di tradizionale quindi, nome a parte. A partire dal motore da 1.916 cc - lo stesso S&S che spinge CR&S Duu ma completamente riprogettato su specifiche Matchless -  passando per la ciclistica, con il telaio a costruzione “lamellare” che promette robustezza ed elasticità, la sospensione anteriore di tipo “Castle” (ispirata ai modelli degli anni 30 ma completamente regolabile), i due ammortizzatori posteriori che lavorano “in trazione”, così da non generare sforzi torsionali sul telaio.
L’impianto frenante non è da meno, con la pinza anteriore a 12 pistoncini con raffreddamento indotto e la posteriore da 6 pistoncini. Ma la Model X Reloaded non si ferma qui e abbina a queste caratteristiche tecniche delle possibilità di regolazione… fuori dagli schemi: il manubrio è infatti regolabile e dispone di un escursione di 25 cm sull’asse verticale, così come la sella, che può essere spostata di 6 cm, mentre i comandi al manubrio possono ruotare sull’asse orizzontale o verticale e le pedane possono essere posizionate in posizione avanzata o “tradizionale”. Con tutte queste possibilità di personalizzazione c’è da sbizzarrirsi nel trovare la posizione di guida più adatta alle proprie caratteristiche. Le regolazioni, tuttavia, non si esauriscono qui: è possibile difatti intervenire, separatamente, anche sui fari anteriori. In questo modo si può indirizzare il fascio di luce a proprio piacimento, in base alle condizioni che si trovano sulla strada.

Questa Matchless, insomma, è una moto fuori dal comune. Non resta che aspettare Eicma 2014, ormai alle porte, per conoscerla dal vivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli