di Beppe Cucco - 27 settembre 2019

L’intelligenza artificiale contro l’uso degli smartphone al volante

È in fase sperimentale un nuovo dispositivo di sorveglianza in grado di vedere all’interno dell’abitacolo delle auto e sanzionare chi guida tenendo in mano cellulari o tablet. Per ora è in uso solo Australia

1/7

Dal rapporto annuale ACI-Istat emerge che la distrazione alla guida resta una delle principali cause di incidenti nel nostro paese. Come sappiamo, uno dei principali motivi di distrazione e… lo smartphone! Ed è così in tutti i paesi del Mondo, non solo da noi.

Per questo motivo in Australia è in fase sperimentale il “Mobile phone detection camera”, un nuovo dispositivo di sorveglianza in grado di vedere all’interno dell’abitacolo dei veicoli e sanzionare chi guida tenendo in mano cellulari o tablet.

Come vedete nel video qui sopra, il sistema di rilevamento, che può essere di tipo fisso o mobile, funziona sia di giorno che di notte, in tutte le condizioni meteorologiche e utilizza telecamere ad alta definizione per catturare immagini della prima fila dell’abitacolo di un veicolo. Il dispositivo è composto da due camere: una rileva la targa, mentre la seconda la posizione delle mani del conducente. Il sistema utilizza poi l'intelligenza artificiale per rivedere automaticamente le immagini e dividere gli automobilisti indisciplinati da quelli in regola con il codice della strada. Le immagini che il sistema automatizzato ritiene possano contenere un conducente che utilizza illegalmente un telefono cellulare sono poi verificate da personale autorizzato e in caso di conferma dell’infrazione scatta la multa. Sanzione che in Australia è di 344 dollari (210 euro circa – 280 se si è in prossimità di una scuola), oltre alla decurtazione di 5 punti sulla patente.

Durante la fase di test, durata da gennaio a giugno 2019 nel Nuovo Galles del Sud, sono stati controllati più di 8,5 milioni di veicoli e tra di loro ben 100.000 conducenti sono stati colti con il cellulare in mano! Entro fine 2019 in Australia saranno installate 45 Mobile phone detection camera, senza segnalarne la presenza, e il sistema sarà poi ampliato fino al 2023, in modo da coprire praticamente tutto il territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli