Kawasaki ER-6n 2012: test

La naked Kawasaki ER-6n del 2012 resta una moto facile, maneggevole e intuitiva, come nella versione precedente, ma è stata tutta rinnovata, non solo nell’estetica: il nuovo modello è ancora più divertente nella guida sportiva. È diventata bella ed efficace.

Kawasaki er-6n 2012: test

 

Faro (PORTOGALLO) – In un'atmosfera estiva, Kawasaki ci ha presentato la nuova versione della ER-6n, la nuda entry-level apprezzata tanto in Italia quanto nel resto d'Europa.

Si tratta di una moto quasi del tutto nuova, inedita nell’estetica, dotata di un telaio completamente rivisto e modificata in alcuni dettagli anche a livello del motore. Dal vero risulta più bella e curata. Più adulta, insomma: si lascia alle spalle l'aria sbarazzina e un po' "giocattolosa" per farsi naked giovane e "cattiva".

In sella, non ha perso le caratteristiche di maneggevolezza e intuitività che la rendono una moto adatta a tutti, ma anzi: dolce nell'erogazione, snella e leggera si lascia condurre con semplicità esemplare. Oltretutto, risulta ancora più divertente nella guida sportiva. È precisa, reattiva, equilibrata: una vera "bombetta" che su una strada tutta curve è capace di dare filo da torcere a naked sportive molto più dotate.

Era carina, facile, economica. È diventata bella, divertente ed efficace. E costa uguale a prima. Brava Kawasaki.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA