Lorenzo: “L’uscita di Rossi in conferenza a Sepang? Avrei fatto lo stesso”

Riportiamo una parte dell’intervista esclusiva al cinque volte campione del mondo andata in onda su Sky. Jorge parla di Valencia, di Sepang, di Valentino Rossi, dei momenti chiave della  stagione e degli errori
 

botta e risposta col campione

Ecco le battute salienti dell’intervista di Sandro Donato Grosso realizzata ieri a Valencia al campione maiorchino Jorge Lorenzo e andata in onda sul canale 208.
 
A chi dedichi il tuo quinto titolo?
Lo dedico a tutta la gente che mi conosce e che mi sostiene, senza di loro non sarei stato così forte. E poi ovviamente a tutte le persone che lavorano per Yamaha, perché oltre al mio mondiale c’è anche quello Marche e quello team.
 
A Valencia hai vinto la gara del secolo: che sensazioni hai avuto?
Mi è sembrato di vivere un film drammatico che non poteva finire nella maniera più felice. La pole position del sabato è stata il giro migliore della mia vita, ma poi in gara si è fatta sentire la pressione delle Honda, e negli ultimi giri, quando faticavo molto per girare in 32”0 - 32”1, ho temuto il peggio…
 
A caldo hai dichiarato di aver ricevuto un aiuto dai tuoi connazionali.
Quando però ho rivisto la gara in TV mi sono fatto un’opinione diversa, ho visto che anche loro erano al limite.
 
Ripercorriamo le tappe salienti della tua stagione.
A inizio anno ho vissuto circostanze sfortunate non abituali per un pilota di MotoGP. Le gomme in Argentina, il casco a Le Mans, per non parlare della pioggia… Quando il venerdì e il sabato lavori su asciutto e dimostri di essere il più veloce, poi è mortificante la domenica partire con condizioni completamente diverse.
 
Il tuo momento migliore della stagione?
Quando ho fatto quattro vittorie di fila. Avevo 29 punti di svantaggio su Rossi e lì ho recuperato tanti punti e tanto morale.
 
A un certo punto Marquez infila una serie di cadute: lì capisci che la battaglia sarà fra te e Rossi.
Dopo due o tre gare ho capito che Valentino aveva la possibilità di lottare fino alla fine. Che era molto regolare e anche veloce. Per me un pilota così, alla sua età e col suo palmares, è un esempio, perché trova la motivazione per essere ancora il migliore.
 
Credi che questa poteva la sua ultima chance di conquistare il decimo titolo?
Non è detto.
 
Cosa pensi dell’uscita di Valentino il giovedì prima di Sepang?
Mi ha sorpreso ma la capisco, anche io mi considero un pilota sincero. Rossi l’ha espressa alla stampa, io al suo posto avrei fato lo stesso.
 
Perché non sei rimasto fuori da ogni polemica tra lui e Marquez?
Col senno di poi è facile capire dove hai sbagliato. A caldo si prendono delle decisioni, a volte buone, a volte sbagliate.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA