di Giorgio Sala - 21 ottobre 2015

Jonathan Rea e Tom Sykes presentano il nuovo Pirelli Diablo Rosso III

L’azienda italiana rinnova la sua fascia di pneumatici supersportivi presentando Diablo Rosso III. Il disegno del battistrada rinnovato e una nuova mescola in silice garantiscono più maneggevolezza, più chilometraggio e più grip, sia sull’asciutto che sul bagnato, rispetto al modello precedente. Descrizione, info, misure, foto e il video con Rea e Sykes in azione

Si rinnova dopo 4 anni

1/88 Pirelli Diablo Rosso III
A distanza di 4 anni dall’uscita di Diablo Rosso II, Pirelli presenta l’erede del proprio pneumatico supersportivo. La necessità di un rinnovamento di Rosso II è stata consequenziale alla variazione di più fattori,in primis le evoluzioni tecniche e gli ausili elettronici delle attuali generazioni di supersportive e naked, che influiscono sempre di più la guida e il comportamento della moto. In secondo luogo, i motociclisti odierni sono più attenti al concetto di versatilità: i centauri sono alla ricerca di uno pneumatico performante su strada ma che non “molli il colpo” in occasione di qualche turno in pista, che abbia un grip maggiore sia su asciutto sia in condizioni climatiche avverse, ma che soprattutto possa avere un chilometraggio e una durata maggiore. Diablo Rosso III incarna il know-how acquisito dal 2002 su strada, anno di introduzione della gamma Diablo che oggi conta 16 modelli differenti, e dal 2004 in pista con le moto di tutte le classi della World Superbike in veste di fornitore ufficiale (il contratto di fornitura è confermata fino al 2018). Cliccate qui per vedere il campione del mondo SBK Jonathan Rea e il suo compagno di squadra Tom Sykes in azione sul circuito di Jerez de la Frontera in sella a due Kawasaki Z800, oppure scorrete a fine pagine per gustarvi un divertente video dei due piloti Kawasaki che, tra pieghe e impennate, mettono alla frusta i nuovi pneumatici di Pirelli. 

Nuovo battistrada, nuove mescole e carcassa più rigida

L’innovazione principale si ha nella gomma posteriore: è sempre bimescola, con un’ampia fascia laterale di mescola dall’elevato grip e una fascia centrale che garantisce un lungo chilometraggio. La proporzione tra le due mescole è stata però completamente rivista: se nelle Rosso II la fascia destinata al chilometraggio copriva il 75% del battistrada (ciò significa che la mescola destinata al grip in curva era del 12,5% per lato), nelle Rosso III occupa solo il 20% destinando quindi  l’80% (40% per lato) alla mescola più performante. Con questa disposizione, la mescola laterale entra in gioco non appena inizia la fase della piega garantendo una maggior aderenza e offrendo al motociclista più fiducia nella discesa in piega rispetto alla “Rosso” precedente. La mescola laterale è supportata nel substrato da una mescola più dura che conferisce allo pneumatico caratteristiche quali stabilità e precisione nel mantenimento della traiettoria in curva. La stessa mescola, che nelle fasce laterali è presente solo nel substrato, emerge invece nella parte centrale coprendo una larghezza di circa 45 millimetri del battistrada.

Cambiano le composizioni delle mescole: ora entrambe sono in silice, quelle “soft” sono 100% in silice, così come quella “hard” ,che ha anch’essa una percentuale elevata di silice (sebbene inferiore al 100%) ed ha lo scopo di assicurare stabilità alle alte velocità insieme ad un chilometraggio maggiore. Spostando l’attenzione sull’anteriore, troviamo anche lì un contenuto di silice pari al 100%; la scelta di non applicare anche all’anteriore la soluzione bimescola si basa sugli studi degli ingegneri Pirelli, secondo i quali la soluzione monomescola all’anteriore sia la scelta migliore in quanto offre al motociclista feedback più sinceri e un più alto livello di stabilità. La presenza di silice, assente nelle precedenti Rosso II, riduce lo sforzo necessario per far entrare in temperatura lo pneumatico, a vantaggio della tenuta di strada soprattutto in caso di basse temperature.

Si rinnova anche il disegno del battistrada (che potete vedere nelle foto della gallery cliccando qui) con l’orientamento degli intagli che segue ortogonalmente le onde di usura, interrompendo le forze che la causano, a favore di un consumo più omogeneo e di una riduzione dello stress a cui la mescola è sottoposta col fine di incrementare la maneggevolezza e di drenare una maggior quantità di acqua su superfici bagnate. Rispetto al disegno precedente, il disegno attuale è fortemente influenzato dal “fulmine” caratteristico delle Supercorsa.  Il profilo dell’anteriore è caratterizzato da uno sviluppo multi raggio che migliora la maneggevolezza, offrendo al motociclista una discesa in piega immediata e facilitando al contempo i rapidi cambi di direzione. Rispetto a quello di Diablo Rosso II, il profilo è più alto nella parte centrale e più largo ai lati per fornire un’area di contatto maggiore e più stabile in piega. Allo stesso tempo l'altezza del fianco è aumentata di circa 3 millimetri per favorire una maggiore flessibilità del fianco in accelerazione e in uscita di curva, con un grande beneficio in termini di trazione. Il posteriore segue lo stesso schema e una geometria simile a quella dell’anteriore assicurando in questo modo un comportamento perfettamente bilanciato e sincronizzato; il posteriore è stato “marchiato”  con una “D” di DIABLO™ di 0,3 millimetri di profondità posizionata al centro dello pneumatico.

La carcassa radiale del nuovo Diablo Rosso III è più rigida rispetto a quella del modello precedente, per sostenere il profilo e permettere alla mescola di avere più superficie di contatto con l’asfalto. Ricorda molto quella utilizzata nel Diablo Supercorsa, la quale è composta di un Rayon ad alte prestazioni capace di conservare la sua forma anche nel caso di elevato stress generato dalle forze di accelerazione e di carico. La fittezza della cintura è stata poi regolata per bilanciare la rigidità con le proprietà di assorbimento delle asperità dell’asfalto, fornendo una migliore sensazione di contatto e di prevedibilità

Pirelli Diablo Rosso III sarà disponibile da inizio 2016 presso i rivenditori autorizzati dalla casa della “lunga P”.

Misure pneumatici Pirelli Diablo Rosso III

ANTERIORE POSTERIORE
110/70 ZR 17 M/C 54W TL
120/60 ZR 17 M/C 55W TL
120/70 ZR 17 M/C 58W TL
150/60 ZR 17 M/C 66W TL
160/60 ZR 17 M/C 69W TL
180/55 ZR 17 M/C 73W TL
180/60 ZR 17 M/C 75W TL
190/50 ZR 17 M/C 73W TL
190/55 ZR 17 M/C 75W TL
200/55 ZR 17 M/C 78W TL

Jonathan Rea e Tom Sykes provano le Diablo Rosso III a Jerez

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli