SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Il Tas respinge la richiesta di Rossi: Valentino partirà ultimo a Valencia

Il Tribunale Arbitrale Sportivo di Losanna non accoglie la richiesta di Rossi di sospendere la sanzione comminatagli dalla FIM dopo i fatti di Sepang. Quindi per il Dottore sono confermati i 3 punti “sulla patente” e la partenza dall’ultimo posto in griglia. La sentenza integrale tradotta in italiano

Tra rossi e la FIM vince la FIM

La vicenda del “fattaccio” di Sepang si arricchisce ogni ora di nuovi risvolti (cliccate qui per ripassarne i momenti principali), ma oggi è il giorno della (prima) verità. Il Tribunale Arbitrale Sportivo di Losanna ha infatti reso nota la propria decisione in merito all’accoglimento o meno della richiesta di Rossi di sospendere la sanzione comminata dalla Race Direction dopo la caduta di Marquez. Il TAS rigetta la richiesta di Valentino, per cui la “punizione” di Sepang è confermata, con conseguente partenza di Valentino dal fondo della griglia per la gara di Valencia (qui gli orari TV). Per arrivare a questa decisione, il TAS ha tenuto in considerazione la memoria scritta presentata da Jorge Lorenzo contestualmente alla sua richiesta di poter intervenire nell’arbitrato come parte interessata. La domanda del Maiorchino è stata infatti respinta, ma la documentazione è stata allegata agli atti. Di seguito il comunicato ufficiale del TAS, che però non sarà l’ultimo: manca ancora la decisione sul merito della sanzione, che arriverà in seguito. Di seguito la traduzione integrale della sentenza, seguita dal documento originale.

COMUNICATO STAMPA

FIM MOTOGP CHAMPIONSHIP 2015
 
Valentino Rossi – Rigettata la richiesta di sospendere l’esecuzione della decisione dei Commissari FIM

Losanna, 5 novembre 2015 - La Corte di Arbitrariato dello Sport (CAS) ha rigettato la richiesta di Valentino Rossi di rimandare l’esecuzione della decisione emessa dai Commissari Sportivi FIM il 25 ottobre 2015. Pertanto la decisione dei Commissari Sportivi FIM di imporre 3 punti di penalità inflitti a Valentino Rossi a seguito dell’incidente con Marc Marquez durante il Gran Premio di Sepang tenutosi il 25 ottobre 2015 resta invariata e Valentino Rossi partirà dall’ultima posizione in griglia in occasione del prossimo (e ultimo) evento della stagione che si terrà a Valencia/Spagna il 6-8 novembre 2015.

Dopo la gara in Malesia, la FIM Race Direction ritiene che Valentino Rossi sia deliberatamente andato largo per indurre Marc Marquez fuori traiettoria, con conseguente contatto causando la caduta di Marquez. Per tale violazione del regolamento FIM, la Direzione Gara FIM ha imposto 3 punti di penalità sul patentino del pilota, sanzione confermata più tardi dai Commissari Sportivi FIM. Dal momento che Valentino Rossi aveva già 1 punto di penalità in seguito a una precedente violazione, questa decisione produce un totale di 4 punti di penalità. Sulla base dei regolamenti FIM un pilota con 4 punti di penalità deve iniziare la gara successiva dall’ultima posizione in griglia.

Il reclamo è stato depositato presso il CAS da Valentino Rossi il 29 ottobre 2015 insieme alla richiesta di vedersi diminuiti o annullati i 3 punti di penalità. Il CAS, nominato di comune accordo tra le parti (Prof. Ulrich Haas / Germania), ha sentito i legali del Signor Rossi e ieri quelli della FIM presso l’ufficio CAS di Losanna al fine di pronunciarsi esclusivamente sulla richiesta urgente per stabilire se Valentino Rossi dovesse partire dalll’ultima posizione della griglia a Valencia. Il CAS ha rilevato che non sussistono le condizioni per concedere la sospensione della penalità, il che significa che la sanzione imposta dalla FIM dovrà essere applicata nel prossimo Gran Premio a Valencia.

Il 2 novembre 2015, Jorge Lorenzo ha inoltrato una richiesta di intervento al fine di poter partecipare a questo arbitrato CAS, ma tale richiesta è stata negata. Tuttavia il CAS, previa consultazione con le parti, ha consentito la presentazione di una dichiarazione scritta dal rappresentante legale di Jorge Lorenzo.

La procedura di arbitrato è ancora in corso e una decisione definitiva nel merito verrà resa in una fase successiva.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA