16 May 2013

Husqvarna e Husaberg saranno una cosa sola

Husaberg nasce nel 1988 proprio da una costola di Husqvarna, ora i due marchi si rifondono in un’unica realtà basata a Mattighofen. Le moto saranno cross, enduro e motard, con tecnica Husaberg (quindi KTM). A Cassinetta solo il servizio clienti e ricambi

Husqvarna e husaberg saranno una cosa sola

La notizia è importante e segue la ridda di voci e illazioni circolate dopo l’acquisizione di Husqvarna da parte di Pierer. A parte le dichiarazioni di Pierer puntualmente smentite dai fatti, la realtà ultimamente è diventata desolante, con l’unica certezza della ferma intenzione della proprietà di cessare la produzione di moto a Cassinetta di Biandronno (cliccate qui per la voce e protesta dei dipendenti). Il tutto con la cassa integrazione per 212 dipendenti e il mantenimento del solo servizio vendita per smaltire le giacenze di moto in magazzino (circa 12.000 mezzi). Nelle varie riunioni con le rappresentanze sindacali e politiche, la proprietà ha sempre parlato di riconversione per l’impianto di Cassinetta, senza però mai presentare un piano industriale preciso. Ora, proprio mentre i dipendenti continuano le proteste davanti alla fabbrica, arriva un’importante notizia, che getta una luce nuova sul futuro: Husqvarna e Husaberg si fonderanno in un’unica realtà, che darà vita ad una gamma completa di moto da cross, enduro, minibike e motard. Leggiamo il comunicato ufficiale, poi ci riserviamo qualche commento.

 

TORNA INSIEME QUELLO CHE È NATO INSIEME

Il 2013 sarà ricordato nella storia del motociclismo come l’anno della rinascita per Husqvarna.

 

HUSQVARNA INIZIA UNA NUOVA ERA DI SUCCESSO

In seguito all’acquisizione di Husqvarna da parte di Pierer Group e dopo una attenta analisi e valutazione di tutti gli aspetti, il gruppo austriaco è giunto alla conclusione di riunire ciò che è nato da radici comuni 25 anni fa. In altre parole, la combinazione tra la ricca tradizione di Husqvarna e la raffinata tecnologia di Husaberg porteranno una nuova era di grande successo per il marchio Husqvarna.

 

SVILUPPO DELLA NUOVA GAMMA DI MODELLI HUSQVARNA

La nuova generazione di modelli Husqvarna, con una gamma tutta nuova nei segmenti Enduro, Motocross e Sportminicycles che sarà caratterizzata da un design esclusivo abbinato alla tecnologia più innovativa è già in fase di avanzato sviluppo. Nuovi ed entusiasmanti prodotti saranno sviluppati in futuro anche nel segmento Supermoto, fonte di numerosi successi sportivi nel passato di Husqvarna.

 

LA NUOVA GAMMA OFFROAD HUSQVARNA SARÀ PRESENTATA ALL’INIZIO DI OTTOBRE 2013 IN SVEZIA

In seguito sarà introdotta alla vasta comunità di appassionati e clienti all’Esposizione Internazionale del Ciclo, Motociclo ed Accessori in calendario all’inizio di novembre 2013.

 

HUSQVARNA SPORTMOTORCYCLE GMBH, OPERATIVA DA OTTOBRE 2013

A partire da ottobre 2013 la nuova società “Husqvarna Sportmotorcyle GmbH” con sede a Mattighofen, Austria sarà pienamente operativa nella produzione e vendita della nuova gamma all’intera rete di concessionari e importatori Husqvarna che sarà basata dell’attuale rete vendita Husqvarna ed Husaberg. La fornitura dei ricambi ed il servizio clienti per tutti i modelli Husqvarna, fino al MY2013 incluso, sarà garantito a lungo termine e sarà locato nella attuale sede di Biandronno (VA).

 

 

LEGGIAMO TRA LE RIGHE

La combinazione tra la ricca tradizione di Husqvarna e la raffinata tecnologia di Husaberg porteranno una nuova era di grande successo per il marchio Husqvarna”. In poche parole vuol dire che Husqvarna continua ma con moto basate sulla tecnologia Husaberg (quindi KTM) mentre per il marchio nato 25 anni fa quando Husqvarna fu acquistata da Castiglioni non vediamo grande futuro. Infatti viene previsto grande successo (solo) per il marchio Husqvarna… Inoltre Husaberg non ha presentato (ancora) la gamma off road 2014, mentre la “casa madre” KTM lo ha fatto da pochi giorni (cliccate qui).

 

ANIMA MOTARD

Nuovi ed entusiasmanti prodotti saranno sviluppati in futuro anche nel segmento Supermoto”. Significa forse che non si vuole continuare in un segmento così importante per Husqvarna con la tecnologia attualmente disponibile? A dire la verità nel mondiale Supermoto non sono presenti ufficialmente né KTM né Husqvarna, quindi leggiamo la cosa in senso positivo, cioè come l’inizio del ritorno di Husqvarna ai fasti della prima decade degli anni 2000, quando le moto di Cassinetta portarono a casa 5 titoli mondiali. Per quanto riguarda la produzione di serie, l’unica motard Husky che si vende bene è la 125 2T, quindi crediamo che la produzione continuerà. Ovviamente in Austria.

 

RITORNO UFFICIALE AL CROSS

La nuova società “Husqvarna Sportmotorcyle GmbH” con sede a Mattighofen, Austria sarà pienamente operativa nella produzione e vendita della nuova gamma”. Più chiaro di così… A Cassinetta non si produrrà più nulla e tutte le Husqvarna avranno motori e telai KTM, esattamente come è adesso per le Husaberg. Sappiamo che Pierer intende differenziare Husqvarna da KTM anche in senso tecnico, oltre che estetico, ma come avverrà questa differenziazione è tutto da scoprire. Certo dovremo dire addio alle Husqvarna stradali (a quanti dispiace?) e alla presenza nei rally, almeno col modello usato finora. Superfluo dire che in questo senso l’esperienza di KTM è impagabile, quindi è verosimile che una eventuale Husqvarna Rally non sarà altro che una KTM con un’altra livrea. Già che parliamo di sport, si sa che Husqvarna tornerà al Mondiale cross, con squadre ufficiali che non saranno “rimarchiature” di strutture KTM esistenti ed utilizzeranno le nuove moto che saranno presentate a ottobre. Rimane ovviamente l’impegno nell’enduro, dove per contro la vediamo molto dura per Husaberg: se industrialmente si “sacrifica” un marchio, non ha senso usarlo nelle competizioni…

 

COMPLEANNO MESTO, MA COL 30% DI SCONTO

Resta la triste realtà di un moderno impianto produttivo (quello di Cassinetta) che sarà lasciato a se stesso, dato che in riva al lago di Varese ci si occuperà solo di assistenza e ricambi (ma cosa significa “a lungo termine”? I 10 anni richiesti dalla legge? Inquietante poi il riferimento ai MY 2013: nel momento in cui scadranno i 10 anni durante i quali devono essere garantiti i ricambi per i modelli 2013 cosa succederà? Si chiude anche il magazzino ricambi e si lascia solo un’officinetta per l’assistenza? Intanto Husqvarna sta festeggiando (nel peggiore dei modo) i suoi 110 anni - stiamo parlando di una delle Case più antiche del mondo… - e, se proprio vogliamo trovare un piccolissimo elemento positivo, “regala” agli appassionati delle occasioni da non perdere, con sconti fino al 30% su moto, ricambi e parti speciali (cliccate qui). D’altronde, hanno 12.000 moto da smaltire…

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA