04 March 2013

Husqvarna avrà una gamma off-road a 2 e 4T a partire da 85 cc

Il CEO KTM in esclusiva per Motociclismo: nell’ottobre 2012 è partita la trattativa per l’acquisto Husqvarna. La R&D di un Marchio che perde 20 milioni di euro all’anno va ristrutturata

Husqvarna avrà una gamma off-road a 2 e 4t a partire da 85 cc

Ecco la prima parte della nostra intervista esclusiva a Stefan Pierer, CEO KTM e nuovo proprietario di Husqvarna.


Quando ha deciso di comprare Husqvarna?
BMW avrebbe avuto serie difficoltà nel gestire il mercato off-road senza avere basi adeguate. Il fuoristrada non è il loro mercato principale e, come per KTM ci sono voluti circa 10 anni per diventare competitiva sul mercato stradale, allo stesso modo sapevo che BMW si sarebbe trovata in difficoltà, senza una tradizione specifica e senza la necessaria conoscenza delle caratteristiche dell’utenza. Per questo ho tenuto i contatti con i vertici di Monaco, facendo presente che appena fossero stati in seria difficoltà a mantenere il marchio sarei stato disposto a ritirarlo. Conoscevano il mio interesse così, lo scorso anno, nell’ottobre 2012, mi hanno contattato.

E cosa le hanno detto?
È in vendita, ti interessa? Certo, parliamone...

Quale futuro per la sede di Cassinetta di Biandronno?
Quando il 6-7 marzo la decisione dell’anti-trust austriaco sarà definita, andrò a Varese per vedere come procedere. Però c’è da fare una considerazione: questa fabbrica negli ultimi 4 anni ha perso 20.000.000 di euro all’anno. Quindi da fuori posso dire che la gamma è vecchia e povera, e che non fanno innovazione. Credo sia un problema radicato nel reparto R&D non aggiornato. I veri clienti Husqvarna sono delusi. Questo è il problema più grande, secondo me sono veramente indietro.

Il suo primo passo quale sarà?
Dopo Pasqua avrò un quadro completo della situazione e della strategia da intraprendere. Come primo passo voglio focalizzarmi sul fuoristrada, per fare una gamma completa e competitiva enduro e cross a 2 e 4 tempi a partire dall’85 cc. Voglio che Husqvarna diventi il secondo brand off-road europeo nella lotta contro i giapponesi… Perché loro, dall’altra parte, sono ancora in quattro! (ride, ndr)

Con queste premesse, Husqvarna non cannibalizzerà il mercato di KTM?
Abbiamo già 12 anni di esperienza di gestione del marchio Husaberg, diretto concorrente KTM, ma abbiamo visto come i due Marchi non si sono cannibalizzati. Anzi,  Husaberg è cresciuto, diventando un serio problema per Husqvarna. Pensi che quando ho cominciato, venti anni fa, Husqvarna era il marchio da battere in Europa, specialmente per quanto riguarda l’enduro. 

Stefan Pierer ci ha detto un sacco di cose e l'intervista è molto lunga. L'abbiamo quindi divisa a puntate. 
Domani la seconda parte, in cui si parla delle idee di Pierer sul futuro del mercato della moto e sulle soluzioni per farlo ripartire.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA