Kawasaki Versys 650: consigli per scegliere un buon usato

La Kawasaki Versys 650 m.y. 2010-2014 è stata apprezzata per le sue doti di vivacità, maneggevolezza e affidabilità. Oggi usata si trova a partire da 3.500 euro, in ottime condizioni. La nostra guida all’acquisto con prezzi, pregi e difetti
1/9 Kawasaki Versys 650

Facile, comoda e affidabile

Al suo arrivo sul mercato la Kawasaki Versys 650 è stata subito riconosciuta come una moto facile per i neofiti, piacevole da guidare, comoda anche in due e affidabile. Gli esemplari venduti dal 2010 al 2014 rappresentano ora un'ampia fetta sul mercato dell’usato, sia sui siti internet sia nei motosaloni. Già nel 2010, la Versys era ordinabile con l'ABS (la cui diffusione su larga scala è avvenuta negli anni seguenti), aveva la forcella rovesciata e il suo bicilindrico fronte marcia spingeva forte (57,9 CV a 8.000 giri/min alla ruota). Inoltre, era una funambola come ricordano le pagine di Motociclismo dell'epoca (05/2010): "La Versys ti invita a frenare forte, voltare in fretta e a lanciarti fuori dalle curve..." (cliccate qui per acquistare la prova completa). Poche le modifiche negli anni a seguire, tanto che nella prova comparativa del 2014 (giugno) la moto iniziava a mostrare i segni dell'età, soprattutto a livello di dettagli. Per esempio, strumentazione e blocchetti elettrici risultavano completi anche se ormai dallo stile superato rispetto alle rivali. Ma a noi interessa più come andava e se avesse difetti particolari, per poi orientarci sull'acquisto.
Kawasaki Versys 650 2011

Un’ottima affidabilità

Il cupolino della Versys 650 non protegeva tanto bene dal vento
Diciamo subito che la Versys 650 di quegli anni non ha avuto campagne di richiamo, a riprova dell'ottima affidabilità costruttiva. Evidenziava qualche vibrazione nella zona dello strumento e non proteggeva molto bene dal vento, ma erano difetti "metabolizzati" dagli utenti. Oggi, quindi, pensare a un esemplare del genere per iniziare a macinare chilometri senza spendere eccessivamente, potrebbe essere una buona idea. Con 64 CV (47 kW) al motore (Euro 3) la tassa di possesso non è elevata ed è compresa fra 54,33 euro della provincia Autonoma di Bolzano e 73,41 euro della Regione Abruzzo (in media costa sui 60 euro). Il tagliando si aggira intorno ai 180 euro e va fatto ogni 12.000 km oppure una volta all’anno e, durante i nostri test, il consumo medio è sempre stato vicino ai 20 km/litro.

I controlli da fare

Un dettaglio del mono laterale posizionato quasi orizzontalmente
Verificare che non ci siano trafilaggi dal blocco motore oppure dal radiatore di raffreddament. In tal caso bisogna ispezionare bene la tenuta delle varie guarnizioni. La tensione della catena deve essere uniforme in tutta la sua lunghezza mentre corona e pignone non devono mostrare segni di eccessiva usura. L’avviamento deve essere rapido e i primi giri del motore a freddo devono avvenire senza perdite di colpi. Semmai, verificare la tensione delle batterie e la pulizia delle candele. Insomma, i controlli da fare sono pochi, ma tutti utili per evitare brutte sorprese dopo l’acquisto.

Quanto costa?

Sono numerose le opportunità per comprare una Kawasaki Versys 650 m.y. 2010-2014 perché la moto ha avuto un buon successo di vendite. Il vantaggio di poterla trovare depotenziata a 35 kW/47 CV ne avvicina l'utilizzo anche ai neopatentati. I prezzi sono variabili di poche centinaia di euro a seconda dell'anno di produzione, ma con poco più di 3.000 euro si può portare a casa un esemplare ancora in ottime condizioni e in grado di percorrere tanta strada senza problemi di affidabilità. Gli esemplari recenti costano un po' di più, ma è facile trovarle con l'ABS di serie, un dispositivo ormai imprescindibile per la sicurezza sulla strada. Ecco quando spendere per acquistare un modello ben tenuto:
  • 2010: da 3.500 a 4.800 euro
  • 2011: da 3.700 a 4.800 euro
  • 2012: da 4.500 a 5.300 euro
  • 2013: da 4.900 a 5.600 euro
  • 2014: da 5.000 a 6.000 euro
Kawasaki Versys 650

Dati tecnici

Motore 4T, 2 cilindri in linea, alesaggio per corsa 83x60 mm, cilindrata 649 cc, rapporto di compressione 10,6:1 distribuzione bialbero a catena con 4 valvole per cilindro, lubrificazione a carter umido, raffreddamento a liquido, potenza max 64 CV (47 kW) a 8.000 giri/min, coppia max 61 Nm (6,2 kgm) a 6.800 giri/min, Euro 3, alimentazione a iniezione elettronica, capacità serbatoio 19 litri compresa riserva. Accensione elettronica digitale, batteria 12V. Trasmissione primaria a ingranaggi, rapporto 2,095-88/42, finale a catena, rapporto 3,067-46/15, cambio a 6 marce, frizione multidisco in bagno d'olio. Ciclistica: telaio a diamante in tubi di acciaio, Inclinazione cannotto di sterzo 25°, avancorsa 108 mm. Sospensioni ant. forcella U-D regolabile in estensione idraulica e precarico molla con steli da 41 mm, escursione ruota 150 mm, post. monoammortizzatore laterale senza leveraggi progressivi regolabile in estensione idraulica e precarico molla, escursione ruota 145 mm, ruote con cerchi in lega leggera; pneumatici ant. 120/70-17", post. 160/60-17". Freni ant. a doppio disco da 300 mm con pinze a due pistoncini, post. a disco da 220 mm con pinza a singolo pistoncino, ABS a richiesta. Dimensioni (mm) e peso: lunghezza 2.125, larghezza 840, altezza 1.330, interasse 1.415, altezza sella 845, peso a vuoto 209 kg.

Dati rilevati versione 2010 (tra parentesi i dati della 2014)
Potenza massima alla ruota: 57,89 (58,12) CV-8.000 giri/min.
Coppia massima alla ruota: 55,86 (56,06) Nm-7.000 giri/min.
Velocità massima: 187,8 (188,1) km/h a 8.450 giri/min.
Accelerazione 0-400 m: 13,212 (13,209) sec.
Ripresa da 50 km/h: 13,458 (13,456) sec.
Peso a vuoto: 198 (202,1) kg
Consumo a 130 km/h: 18,5 km/litro

Tutte le prestazioni sono state rilevate dal nostro centro prove.
Il motore della Kawasaki Versys 650, con il basamento protetto dai carter in plastica e il tubo di scarico sotto di esso

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA