La madre di tutte le Ninja: torna la Kawasaki GPz 900?

La madre di tutte le Ninja: torna la Kawasaki GPz 900?

Costruita dal 1983 al 2003, la Kawasaki Ninja GPz 900 R è uno straordinario esempio di successo e longevità produttiva. Un nuovo video pubblicato da Kawasaki risveglia l'interesse di molti nostalgici in attesa di un possibile ritorno...

Figlia del deserto, la Cagiva Elefant 750 del 1987

Figlia del deserto, la Cagiva Elefant 750 del 1987

La saga delle Cagiva Elefant ha origine nel 1985 e termina nel 1997. La endurona dei fratelli Castiglioni, equipaggiata con il motore bicilindrico Ducati Pantah, nasce di 350 cc, si evolve sino a 900 e discende direttamente dalle moto guidate da Edi Orioli e compagni nel più massacrante dei raid africani: due le vittorie nel 1990 e 1994, tutte del pilota friulano

Piaggio Vespa 180 SS: bella con grinta

Piaggio Vespa 180 SS: bella con grinta

Anche nel periodo di crisi del mercato, la Casa di Pontedera crede sempre nello scooter ad alte prestazioni. Dopo aver ottenuto successo con la serie 150/160 G.S., nel 1964 fa debuttare la Super Sport, ultima Vespa con distribuzione regolata dal pistone. L’aumento di cilindrata a 180 cc porta più potenza e coppia a vantaggio della bella guida. Esce di scena nel 1968 dopo 35.700 esemplari per far posto alla nuova 180 Rally con motore a valvola rotante

Ducati a un passo dall’inferno. La storia della Pantah SL 350

Ducati a un passo dall’inferno. La storia della Pantah SL 350

Nel periodo più critico per l’azienda, la Pantah prova a tenere vivo il nome Ducati. Nata di 500 cc, conquista il cuore degli sportivi per le prestazioni e le doti di ciclistica, ma resta lontana dal grande pubblico. Per ampliare la clientela si realizza così la sorella minore di 350 cc che come la maggiore soffre di difetti tipici, come finitura scadente, scarsa agilità, rapportatura del cambio troppo lunga. In questa situazione la Ducati sta per chiudere, ma siamo all’alba del salvataggio per opera della Cagiva

Moto Guzzi V 50: la moto d'epoca più cliccata

Moto Guzzi V 50: la moto d'epoca più cliccata

La V 50 di Mandello del Lario è la moto d'epoca più cliccata. La 500 è il modello più equilibrato della “serie piccola” dei bicilindrici che la Moto Guzzi costruì tra la fine degli anni Settanta e la metà del decennio successivo, capostipite della famiglia, perché la prima ad essere progettata, e da cui poi deriveranno le versioni di minore e maggiore cilindrata

Yamaha XT 500: la fuoristrada che tracciò la strada

Yamaha XT 500: la fuoristrada che tracciò la strada

La prima versione è del 1975. Si distingue per l’assenza del paramotore in alluminio e per Io scarico basso che risale sul Iato destro con una vistosa griglia protettiva di chiara ispirazione britannica. La più iconica, però, è la terza versione, quella dell’81, al cui aspetto si ispira nei colori anche la moderna “XTribute”.

BSA Rocket 3 Daytona, tre numero perfetto (quasi)

BSA Rocket 3 Daytona, tre numero perfetto (quasi)

Senza dubbio la BSA Rocket 3 Daytona è una delle moto da competizione più famose, rimasta nella mente degli appassionati per le sue prestazioni sulla pista americana più impegnativa per motori, telai e pneumatici. Usata in gara, senza fortuna, pure da Mike “The Bike” Hailwood

Yamaha XTZ750 Super Ténéré. Il deserto mi aspetta

Yamaha XTZ750 Super Ténéré. Il deserto mi aspetta

Nata nel 1989 per contrastare il dominio delle bicilindriche Honda alla Dakar, la XTZ750 arriva prima sulle strade di tutti i giorni per soddisfare gli amanti dell'avventura, quindi raggiunge il deserto vincendo sette edizioni del difficile rally. Ha il motore bicilindrico più potente della categoria e la sua tecnologia è derivata dalle sportive FZ

Yamaha XJ 600, vento di cambiamenti

Yamaha XJ 600, vento di cambiamenti

Prima esistevano le Universal Japanese Motorcycles, affidabili, tutte uguali e adatte in ogni situazione. Poi all’inizio degli anni Ottanta il mercato si è frantumato in diversi filoni, non ultimo quello delle 600 sportive. Simbolo del cambiamento epocale è la Yamaha XJ 600. Comoda (quasi) come una granturismo, veloce come una maxi sportiva dell’epoca, la XJ presentata nel 1983 è stata la prima sport tourer della storia

Non vinse la Dakar, ma diventò un mito: la storia della prima Ténéré

Non vinse la Dakar, ma diventò un mito: la storia della prima Ténéré

Yamaha XT600Z Ténéré, una moto di serie pronto-deserto. Il motore era quello della XT550, con l’alesaggio e la corsa della TT600. La ciclistica era molto più evoluta, e a catalizzare l’attenzione c’era lui, il famoso serbatoio a palla da 30 litri in acciaio. Ripercorriamo la storia di questo modello diventato un mito

Fantic Super Rocket e la moda delle "mini"

Fantic Super Rocket e la moda delle "mini"

Piccole ma non troppo, guizzanti come mai per scappare dal traffico, sono le mini moto che spopolano alla fine degli anni Sessanta. Fantic nasce, 50 anni fa, proprio grazie a questi modelli che le permettono una veloce e straordinaria crescita nel mondo della moto e dei ciclomotori

Kawasaki GPz 1100: ciao ciao carburatore

Kawasaki GPz 1100: ciao ciao carburatore

Prima tra le sportive di grossa cilindrata ad adottare l'iniezione elettronica, la GPz 1100 si dimostra potente e veloce, ma con un motore dalla erogazione sempre ben gestibile. Beve poco carburante, ma il propulsore consuma troppo lubrificante e scalda eccessivamente

La Honda CB400F Super Sport del 1974

La Honda CB400F Super Sport del 1974

Derivava dalla 350, la più piccola della famiglia quattro cilindri, ma questa 400, per via della cubatura, era destinata a chi aveva almeno 21 anni. Economica nell'acquisto, spartana nelle linee, era una media cilindrata dalle prestazioni elevate e facile nella guida

La Vespa 150 Gran Sport del 1954

La Vespa 150 Gran Sport del 1954

È la prima Vespa "sportiva" e deriva nella tecnica dallo speciale modello che ha partecipato alla Sei Giorni Internazionale del 1951. Ha una linea unica ed è dotata di ruote da 10 pollici, cambio a quattro marce, sella lunga, manubrio in lega leggera e... corre come una moto

MV Agusta 98, sogno o son Vespa

MV Agusta 98, sogno o son Vespa

La prima moto della fabbrica di Cascina Costa (VA) nasce in gran segreto alla fine della seconda guerra Mondiale. Dotata di un motore 2T di 98 cc, è semplicissima nella costruzione e ha lo stesso nome dello scooter Piaggio. Ma non sarà mai una Vespa

60 anni e non sentirli, la storia dell’Honda Super Cub

60 anni e non sentirli, la storia dell’Honda Super Cub

Ripercorriamo, anche attraverso le foto, la storia dell’Honda Super Cub, un veicolo che dal 1958 ad oggi ha venduto più di… 100 milioni di pezzi nel mondo

Suzuki BIG DR750S: io ci metto il becco

Suzuki BIG DR750S: io ci metto il becco

È la monocilindrica da enduro più veloce dell'epoca e la sua linea detta ancora legge. Ed è pure la più pesante tra le mono da entrofuoristrada, ma questa moto si guida con facilità ed è stabile alle massime andature. In negativo, oltre alla stazza, pure il freno posteriore non adeguato alle prestazioni

Dio salvi la Bonnie

Dio salvi la Bonnie

La bicilindrica inglese è il simbolo di moto "classica". Dalla linea elegantissima, facile da guidare e dotata di brillanti prestazioni, questa vera icona del motociclismo ha 60 anni di vita e mantiene intatto il suo fascino. Vi sveliamo i suoi segreti

In viaggio con la storia: BMW R50S, R75/5 e K1

In viaggio con la storia: BMW R50S, R75/5 e K1

Un tour tra Baviera e Sassonia in sella a tre moto perfettamente restaurate da Group Classic, la divisione di BMW che si occupa dei modelli storici della Casa tedesca. La meta è il Sachsenring, per festeggiare Helmut Dähne e la sua R90S del leggendario TT del 1976

L'addio alla Vespa PX ha incollato tutti allo schermo

L'addio alla Vespa PX ha incollato tutti allo schermo

La Vespa PX, nata alla fine del 1977, è stata tolta di produzione dopo quasi 40 anni per problemi di omologazione. La notizia ha scatenato gli appassionati, tanto da rendere l'articolo il più cliccato fra quelli che trattano modelli mitici o d'epoca

I segreti del motore della Kawasaki GPz 900 R

I segreti del motore della Kawasaki GPz 900 R

Entriamo nei dettagli della supersportiva che ha dato vita all’escalation prestazionale dei decenni successivi, la Kawasaki GPz 900 R. Per i patiti di meccanica, andiamo a rivedere com'era fatto il suo 4 cilindri

Honda NSR 125, dove vai tutta nuda?

Honda NSR 125, dove vai tutta nuda?

La Casa giapponese propone nel 1988 una 125 naked contro le rivali carenate. Lo fa per abbattere il prezzo di vendita, ma non certo a scapito della qualità costruttiva e delle prestazioni. Realizzata nella fabbrica italiana di Atessa (CH) è potente, veloce e segna il record in accelerazione

SportClassic: la Ducati GT 1000

SportClassic: la Ducati GT 1000

La Ducati GT 1000 è una moto godibilissima per il turismo disimpegnato, ma che non disdegna la guida sportiva. Il bicilindrico a doppia accensione garantisce ottime prestazioni e consumi contenuti. Lo stile è anni Settanta e condensato nel serbatoio dalle forme tondeggianti

Yamaha FZ 600 R: vorrei ma non posso

Yamaha FZ 600 R: vorrei ma non posso

Nel 1985, per competere sul mercato con Honda e Kawasaki, Yamaha lancia la FZ 600 R, una moto ottenuta trapiantando sulla piccola e sportiva FZ 400 R il 4 cilindri della XJ 600. Il risultato è esteticamente riuscito, ma le prestazioni poco brillanti rispetto alle rivali ne limitano il successo

Rivoluzione tedesca, BMW K 100

Rivoluzione tedesca, BMW K 100

250 miliardi di lire investiti in 5 anni, uno staff di oltre 100 persone tra ingegneri, tecnici, operai specializzati e collaudatori, centinaia di contatti e collaborazioni con le migliori ditte del settore. Questi gli impressionanti numeri della prima 4 cilindri BMW; ripercorriamone la storia