09 February 2009

Dopo il gelo allarme buche, chi va in moto rischia di più

Torna il sole ma resta l’acqua sulle vie di Milano e Roma. Motivo? In molte strade si sono aperti veri e propri crateri, con grave pericolo soprattutto per i motociclisti, che possono anche rischiare disastrose cadute. Solo domenica 8 febbraio sono stati 50 gli incidenti rilevati dai vigili urbani milanesi. Tanti veicoli danneggiati. I motociclisti protestano.

Dopo il gelo allarme buche, chi va in moto rischia di più


Milano 9 febbraio 2009 – Se siete per strada con la moto e vi trovate di fronte un guado, come quelli che si vedono nelle strade di campagna non sorprendetevi. In molte strade si sono aperti veri e propri crateri, con grave pericolo soprattutto per i motociclisti  che possono anche rischiare disastrose cadute. In questi gironi sono state numerose le denuncie dei motociclisti, ma anche degli automobilisti, contro il Comune di Milano, per incidenti causati dal manto stradale dissestato e pieno di buche. Solo domenica 8 febbraio, per le auto, sono stati 50 gli incidenti rilevati dai vigili urbani. Il problema è di vecchia data. A Milano le strade malconce sono 4.500 per un totale di 1.800 chilometri di asfalto e Palazzo Marino fatica a trovare le risorse per sistemarle. Le richieste di risarcimento danni che vanno in media dai 60 ai 2-3.000 euro per danni all’auto. Fino ai diecimila euro e più in caso di gravi lesioni fisiche, che di solito riguardano i motociclisti. Dal 2003 il comune ha cinque Reparti-Strade impegnati nel ripristino di marciapiedi e carreggiate. Alle squadre di manutenzione ordinaria si affianca il Nucleo Intervento Rapido per la notte, i giorni festivi e i casi d’emergenza. Facendo il bilancio dei sopraluoghi e delle attività delle squadre manutentori, nelle 24 ore, in un anno si registrano 30mila interventi. Le segnalazioni di insidie stradali sono fatte al numero 02/77271 della Polizia municipale da automobilisti, motociclisti e pedoni. Quando piove e nei giorni successivi aumentano in modo esponenziale. Pare che a Roma ci siano gli stessi problemi. Intanto i motociclisti nello scorso fine settimana hanno scritto inferociti al “Corriere della Sera” e a “Il Messaggero”. E pare che il problema risalga addirittura al 2001, quando il Corriere della Sera titolava "Buche nelle strade appena asfaltate".
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Ultimi articoli