08 July 2014

Coppa Italia al Mugello: in Bridgestone Cup si gira sotto l'1'57

Spettacolare tappa dei vari trofei monomarca, con tanti arrivi in volata e bagarre a volontà. Nella Bridgestone 1000 continua il dominio di Gentile, mentre nella 600 la spunta Volpato. Nella Michelin 600 vince Altomonte, nella mille invece la vittoria va a Di Maso

Coppa italia al mugello: in bridgestone cup si gira sotto l'1'57

Alla luce dei risultati e soprattutto della bagarre che si vede nella Coppa Italia, viene il dubbio che forse Carmelo Ezpeleta sappia ciò che sta facendo. Il livello regolamentare non estremo dei vari campionati che animano la coppa rende lo spettacolo veramente entusiasmante, con il vincitore deciso all'ultima curva o ancora meglio al fotofinish. Se il risultato di un abbassamento tecnico fosse questo, e vista Gara1 della SBK di Portimão dove Sykes ha dominato (e non è riuscito a replicare solo a causa della pioggia di Gara2), allora evviva le EVO! Ma adesso vediamo ciò che è successo durante questo weekend in quel del Mugello.

 

IN VOLATA O PER DISTACCO

È con il trofeo Bridgestone 600 che si apre il fine settimana denso di gare del terzo round di Coppa Italia sul tecnico circuito del Mugello. Il trofeo monomarca si è deciso in volata tra i giovanissimi under 25 Volpato e Bressan e l’autore del giro veloce, Carzaniga, con il primo che ha centrato la vittoria. Il poleman Sansavini non è riuscito a capitalizzare il vantaggio di scattare davanti cadendo durante il primissimo giro. Nella categoria 1000 continua il dominio di Gentile, che "alla Sykes" scatta dalla pole position e si mette in fuga sin dal primo giro. Con lui sul podio Guerriero e Poggi, con la seconda posizione decisa al fotofinish. Poggi porta però a casa il giro veloce del weekend, unico pilota  a scendere  sotto il muro del 1'57.
 
PROFUMO DI 2T
Le due tempi del Trofeo Grand Prix Pierlorenzi 125-250 sono partite con una griglia molto folta e con tanti stranieri al via sulla prestigiosa pista toscana. Il pluricampione Lucchetti si è aggiudicato la gara dopo un bel duello con Ronzoni, autore di una scivolata proprio all'ultimo giro senza riportare conseguenze. Ottimo secondo posto per il pilota romano, promoter del trofeo, Roberto Marchetti, che ha preceduto Di Ciolo, per un podio tutto targato Aprilia.
 
DISTACCHI RISICATI
Nell'ambito del Trofeo Michelin Power Cup 600 è Altomonte che, dopo esser scattato dalla pole position, ha vinto in solitaria, centrando anche il giro veloce della gara. Dietro di lui il costante Toffanin, mentre Scalbi ha battuto Sbrana in volata sul traguardo per il terzo posto. La classe 1000 del produttore di gomme francese ha visto Di Maso comandare la gara ma i distacchi, soprattutto per la Top5, sono rientrati nell'ordine del secondo scarso! Il pilota della BMW è stato il primo a tagliare il traguardo davanti a Villa e Finotti, autore della pole position e del giro veloce, attaccatissimi Bettini e Guglielmini, rispettivamente quarto e quinto.
 
BATTAGLIA A SEI DIETRO AL VINCITORE
Il pomeriggio si è aperto con la RR Cup 600, dominata dal giovane Andolfatto con oltre 13 secondi di vantaggio sul gruppo degli inseguitori, protagonisti di una battaglia a sei per i gradini restanti del podio. Alla fine l’ha spuntata Cini, poi squalificato per irregolarità tecnica. Il podio è stato quindi completato da Rossi e Mottola, entrambi su Yamaha. Nella  RR Cup 1000 altro dominio assoluto di Vallasca, sempre in testa sin dal primo giro. Seconda posizione per Caspon, in rimonta dopo essere scattato dalla  sesta posizione,  terzo  Lantshner su Kawasaki.
 
AMATORI A GAS APERTO
Dopo le gare di sabato, si sono disputate le gare 2 del Trofeo Amatori. La categoria 1000 base ha visto una corsa tiratissima per le primi posizioni con 4 piloti in lotta per il podio. Alla fine Fuca ha primeggiato su Sebenico e Basile, con Baldelli quarto, ma a soli 8 decimi da Fuca. Anche la 600 base ha disputato gara 2 sulla tecnica pista del Mugello con una splendida doppietta per Terziano. Dietro di lui Lausdei e Gallucci, con Caggiano solo sesto dopo il brillante podio di gara 1.
 
Arrivo in volata anche nella 600 avanzata, con Temporin che la spunta per per 52 millesimi, riuscendo a portare la sua Yamaha davanti al sempre veloce Noberasco, scattato dalla 6a posizione in griglia e in lotta per la vittoria fino all’ultimo metro del circuito toscano. Terzo Arpaia su Kawasaki.  A un soffio dal podio, Quinto e Gravina, rispettivamente quarto e quinto. A chiudere l’intenso programma di gare è stata la classe 1000 avanzata del Trofeo Amatori. Bagarre a gogo da subito tra Fiorucci e Pilisi, entrambe protagonisti di prove e qualifiche al Mugello.Il tentativo di fuga di Fiorucci è durato solamente quattro giri, quando Pilisi ha recuperato il distacco è ha preso il comando, posizione che ha mantenuto sino alla fine, andando a vincere davanti a Fiorucci e al veloce Zaffelli (Honda).
 
Prossima tappa della Coppa Italia? Il 7 settembre sulla pista di Imola. Da non perdere!
 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA