di Giuseppe Cucco - 11 ottobre 2016

Guanti da moto obbligatori in Francia!

Codice della Strada francese: approvato un nuovo decreto legislativo che rende obbligatorio per tutti coloro si trovino in sella ad una moto o uno scooter - passeggero compreso - l’utilizzo di guanti omologati CE! Il tutto a partire dal 20 novembre: per chi trasgredisce è prevista una multa e la decurtazione di un punto sulla patente

GUANTI OBBLIGATORI PER PILOTA E PASSEGGERO

Dopo l’obbligo di avere a bordo il giubbetto catarifrangente e il blocco di tutti i mezzi a due ruote pre 1999 nell’area di Parigi, arriva un nuovo obbligo che interessa tutti i centauri francesi: il Comité interministériel de la sécurité routière (Commissione per la sicurezza stradale) ha infatti approvato un nuovo decreto che obbliga i motociclisti, e gli scooteristi, ad indossare i guanti quando si trovano su di un mezzo a due ruote.

La nuova norma entrerà in vigore a partire dal 20 novembre prossimo e non riguarderà solo i centauri francesi, ma tutti coloro che in sella al loro mezzo a due ruote circoleranno sul territorio dei cugini d’oltralpe.  E, non solo i piloti, ma anche i passeggeri dovranno sottostare a questa nuova norma. L’obbligo sarà (ovviamente) in vigore in tutte le stagioni e, per evitare la multa, i guanti dovranno essere omologati CE.
Il Governo francese sostiene che questa misura di prevenzione è stata presa in quanto, secondo alcuni studi, il 43% di feriti gravi negli incidenti stradali sono motociclisti e il 20% di loro riporta delle ferite gravi alle mani. Le mani infatti sono tra le parti del corpo più soggette ad infortuni in caso di incidente, perché il pilota istintivamente le utilizza per proteggersi e, soprattutto se sprovvisto di guanti, questo potrebbe provocare delle serie ferite. Solo l’utilizzo di guanti omologati riesce a limitare i danni alle mani; si stima infatti che i guanti siano in grado di ridurre fino al 95% l'entità delle ferite in caso di incidente.

68 EURO DI MULTA

Attenzione quindi se avete in mente un viaggio in Francia: a chi non rispetterà l’obbligo di indossare i guanti verrà elevata una contravvenziione di 68 euro (sia al conducente che al passeggero) e gli verrà decurtato un punto della patente. Se si paga la multa entro 15 giorni, questa viene ridotta a 45 euro. Vi ricordiamo che in Francia il limite dei punti sulla patente è di 6 per i neopatentati, che sale poi a 12 col passare degli anni, non 20 che diventano 30 come da noi; per cui la pena di un punto potrebbe essere paragonata ad una “nostra” sanzione di 3 punti. 
E non scordatevi poi di caricare a bordo il giubbetto catarifrangente, in caso di dimenticanza le multe vanno dagli 11 euro (mancanza di giubbetto a bordo) ai 135 euro (mancanza di utilizzo del giubbetto in caso d’emergenza). 

Anche nel nostro Paese si parla da tempo di istituire l’obbligo di utilizzare abbigliamento protettivo per i motociclisti. Nel 2010 ad esempio venne discussa una proposta di legge in questo settore, ma allora la richiesta era abbastanza particolare (tuta integrale obbligatoria per i piloti di tutte le moto di grossa cilindrata) e poi non ne venne fatto più nulla. Quindi, al momento in Italia resta in vigore solo l’obbligo del casco, che deve essere omologato e sempre allacciato.

Chissà se sulla scia della nuova norma francese qualcosa si muoverà anche da noi… In realtà non è che qualcuno non ci abbia provato, a proporre qualcosa del genere, riuscirci è un altro discorso. Secondo noi l'utilizzo dei guanti per un motociclista è imprescindibile, sull'obbligatorietà avremmo qualche perplessità, più che altro perchè poi dai guanti si passerebbe al paraschiena, alla giacca tecnica, ai pantaloni con protezioni, agli stivali... Il casco è obbligatorio, certo, ma è uno standard mondiale (e il tipo di ferita da cui ci difende è "leggermente" diverso), mentre quella dei guanti è un'invenzione tutta francese.
In compenso da noi le protezioni sono obbligatorie quando si fa l'esame pratico della patente A.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news