Bonus mobilità: tutto quello che c’è da sapere

Modalità, tempi e tutto ciò che occorre conoscere per acquistare un’e-bike con le agevolazioni previste dal governo. Una guida per fare chiarezza sull'argomento

1/10

Trek Trial 7

1 di 7

Tutti i maggiorenni che hanno la residenza (e non il domicilio) nei capoluoghi di regione, provincia e in tutti i comuni delle città metropolitane o con popolazione superiore a 50.000 abitanti.

Biciclette tradizionali e a pedalata assistita (e-bike), ma anche monopattini, hoverboard, segway elettrici, handbike e servizi di sharing (auto escluse). I veicoli possono essere nuovi o usati. Attenzione perché il bonus non vale per accessori e componentistica.

È pari al 60% della spesa sostenuta, con un tetto massimo di € 500.

A seconda del momento in cui avviene l’acquisto cambia la modalità: in un primo tempo (fase 1) sarà l’acquirente a essere rimborsato del 60% della spesa dallo Stato; mentre in seguito (fase 2) il cittadino pagherà al negoziante il 40% e sarà quest’ultimo a ricevere il rimborso del 60%. La fase 1 va dal 4 maggio all’attivazione dell’applicazione web che sarà disponibile sul sito del ministero dell’Ambiente (www.minambiente.it) e dovrebbe essere funzionante entro la fine di agosto. La fase 2 partirà invece con l’attivazione dell’applicazione web fino al 31 dicembre. Da notare che i contributi avverranno nei limiti delle risorse disponibili (circa 200 milioni, ma la cifra potrebbe aumentare).

  • Fase 1: è necessario conservare il documento giustificativo di spesa (fattura/ scontrino parlante) e allegarlo all’istanza da presentare sull’applicazione web.
  • Fase 2: è previsto lo sconto diretto da parte del fornitore del bene/servizio richiesto. I cittadini dovranno indicare sull’applicazione web il mezzo o il servizio che intendono acquistare e la piattaforma genererà il buono spesa digitale da consegnare ai fornitori autorizzati.

I buoni di spesa ottenuti nella fase 2 devono essere utilizzati entro 30 giorni dall’emissione.

  • Fase 1: in qualsiasi negozio o sito. Basta che venga rilasciata la fattura. Anche su siti web stranieri, ma occorre una fattura in inglese.
  • Fase 2: sull’applicazione web sarà pubblicato l’elenco di negozianti/aziende aderenti all’iniziativa.

N.B.: per accedere alla piattaforma web sarà necessario disporre delle credenziali Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale), ottenibili sul sito www.spid.gov.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli