di Tarcisio Olgiati - 04 ottobre 2016

Anteprima novità 2017 Aprilia, Moto Guzzi e Vespa a Intermot 2016

Novità 2017 Aprilia, Moto Guzzi e Vespa a Intermot 2016: Aprilia Tuono 125, Aprilia RS 125, Aprilia RSV4, Aprilia Tuono V4 1100, Moto Guzzi Audace Carbon, Vespa GTS 125 e 150. Le prime foto delle più importanti novità presentate dal Gruppo Piaggio al Salone di Colonia

Che bell’antipasto

In attesa delle novità certamente più succose che il Gruppo Piaggio presenterà al Salone di Milano, ecco i nuovi modelli Aprilia, Moto Guzzi e Vespa che debuttano a Intermot 2016. Dalle “piccole” alle superbike, dalla paciosa ma aggressiva cruiserona allo scooter più famoso del Mondo: qui le foto.

Aprilia Tuono 125: piccola peste, ma attenta al comfort (e alla sicurezza)

CLICCATE QUI PER LE FOTO
Al Salone di Colonia esordisce la nuova Tuono 125. Si tratta di una street fighter dedicata ai giovani, disegnata, sviluppata e costruita in Italia, una moto che riprende il concetto della quasi omonima RS Tuono 125 (pepata 2T prodotta dal 2003 al 2005), attualizzandolo nel design e nella tecnica. La linea, caratterizzata dal cupolino e dal gruppo attico anteriore, è ispirata totalmente a quella dell’Aprilia Tuono V4 1100. Il telaio della Tuono 125, interamente in alluminio, è una esclusiva tra le 125: progettato sulla base dell’esperienza maturata in pista da Aprilia è composto da travi pressofuse in lega d’alluminio con nervature incrociate di rinforzo. Il motore è un moderno e tecnologico monocilindrico 125 cc, 4T 4 valvole a iniezione elettronica, con distribuzione a doppio albero a camme in testa (DOHC). Pur vantando contenuti da supersportiva, Aprilia Tuono 125 è stata sviluppata privilegiando il comfort di pilota e passeggero: la posizione di guida non è estrema, il manubrio è posizionato per garantire comodità e, al tempo stesso, massimo controllo, le pedane sono studiate per non affaticare e hanno inserti in gomma anti vibrazioni sia per il pilota che per il passeggero. L'impianto frenante è assistito dall'ABS Bosch.

Aprilia RS 125: 25 anni a gas spalancato!

CLICCATE QUI PER LE FOTO
Torna un nome mitico per un simbolo della sportività all’italiana. Aprilia RS 125 festeggia a Intermot venticinque anni e si rinnova profondamente, nei contenuti e nello stile. Nata dalle corse, grintosa, capace di esprimere dinamicità e leggerezza in uno stile personale e riconoscibile, RS 125 my 2017 ha un’ergonomia da vera supersportiva, carena filante, telaio in alluminio, un motore generoso da 125 cc, 4T, raffreddato ad acqua e dotato di iniezione elettronica e il meglio della componentistica e delle dotazioni tecniche in un look inedito, oggi ancora più vicino a quello della superbike RSV4. La nuova estetica di Aprilia RS 125 si ispira infatti, nelle forme e nei colori, a quella della plurititolata sorella maggiore, compreso l’inconfondibille triplo faro anteriore. La carena filante esalta l’esclusivo telaio in alluminio, una raffinatezza di totale ispirazione racing che nessun competitor può vantare.
L’ergonomia generale di Aprilia RS 125 è pensata per la pista. Nessun’altra 125 può trasmettere un carattere racing come la ottavo di litro di Noale. La posizione di guida offerta da RS 125 è unica: i semi manubri in posizione avanzata e ribassata rispetto alle piastre di sterzo e le pedane arretrate assicurano, insieme al complesso sella-serbatoio, una posizione di guida da vera supersportiva, senza alcun compromesso.

Aprilia RSV4: più veloce di oltre un secondo al giro (ma Euro 4)

CLICCATE QUI PER LE FOTO
Aprilia RSV4 si evolve radicalmente: guadagna nuove sospensioni Öhlins, un nuovo impianto frenante e il nuovo pacchetto di controlli elettronici APRC che comprende il cornering ABS e il downshifter. Il motore Euro 4 da 201 CV si combina con una ciclistica la cui efficacia è descritta senza troppi giri di parole da sette titoli mondiali SBK. L’obiettivo primario seguito durante lo sviluppo della nuova Aprilia RSV4 (in entrambe le versioni disponibili, RR e RF) è come sempre uno solo: essere la più veloce superbike del segmento. Per raggiungerlo, Aprilia ha attinto dalla migliore tecnologia di Aprilia Racing, riuscendo ad aggiornare il motore per permettergli di rispettare le più attuali normative sulle emissioni, senza però aver perso nulla in termini di potenza e fruibilità: Aprilia dichiara che la nuova RSV4 è in media più veloce di oltre un secondo al giro rispetto alla versione precedente.
Oltre all’APRC di quarta generazione, RSV4 RR e RF adottano di serie l’evoluto Cornering ABS multimappa, sviluppato in collaborazione con Bosch per garantire non solo estrema sicurezza su strada, ma anche la migliore performance in circuito.
Gli interventi adottati in questa evoluzione del V4 italiano non hanno permesso soltanto di raggiungere gli obiettivi di omologazione Euro 4, ma anche di aumentare l’affidabilità e le prestazioni generali, senza perdere potenza e coppia massima (che rimangono attestati rispettivamente su 201 CV a 13.000 giri/min e 115 Nm a 10.500 giri/min) e nemmeno il caratteristico sound.

Aprilia Tuovo V4 1100: elettronica raffinata

CLICCATE QUI PER LE FOTO
Nuovo step evolutivo per la naked più cattiva di tutte. La nuova sofisticata gestione elettronica comprende un avanzato pacchetto di controlli dinamici APRC, il Cornering ABS, il pit limiter e il cruise control. Il V4 da 175 CV guadagna l’omologazione Euro 4, senza perdere nulla delle sue performance. Migliorano sospensioni e freni. La famiglia delle Tuono V4 è costituita, come prima, da due modelli distinti nell’allestimento e nelle grafiche: Tuono V4 1100 RR e Tuono V4 1100 Factory, la versione più esclusiva, dedicata a un pubblico esigente e dotata di componentistica in gran parte derivata dalla superbike Aprilia RSV4 RF.
Grandi innovazioni hanno riguardato l’elettronica di bordo. L’Aprilia Performance Ride Control è il pacchetto di sistemi di controllo brevettato direttamente derivato dalla tecnologia vincente nel campionato mondiale Superbike, il più completo e raffinato tra quelli presenti sul mercato. La quarta generazione dell’APRC, di serie su Tuono V4 1100, si integra al meglio con la fine gestione elettronica garantita dal nuovo comando del gas completamente integrato full Ride-by-Wire.
Tuono V4 1100 adotta ora l’evoluto Cornering ABS multimappa, sviluppato in collaborazione con Bosch per garantire la massima sicurezza su strada, senza nulla togliere alle performance in circuito. Il nuovo ABS lavora all’unisono con il sistema RLM (Rear Liftup Mitigation) di Aprilia, che limita il sollevamento della ruota posteriore nelle staccate più decise. Il Cornering ABS, messo a punto secondo le indicazioni specifiche di Aprilia, è regolabile su tre livelli di intervento ed escludibile. Per permettere a piloti di diversa esperienza e capacità di trovare la migliore combinazione possibile, ognuna delle tre mappature del Cornering ABS può essere combinata con una qualsiasi delle tre nuove mappe del motore (Sport, Track, Race). Queste ultime sono tutte e tre “full power” e differiscono per il modo di erogare i 175 CV, oltre che per la percentuale di freno motore a ognuna di esse dedicata.

Moto Guzzi Audace Carbon: non solo look

CLICCATE QUI PER LE FOTO
Audace Carbon è una muscle bike pensata per enfatizzare a colpo d’occhio le prestazioni del big block da 1.400 cc Euro 4 made in Mandello, il tutto con nuove finiture e un’ergonomia a bordo migliorata.
L’anima è quella scura già anticipata da V7 II Stone e confermata dalla maestosa MGX-21. Con una personalità essenziale, appariscente, muscolosa, cattiva, Moto Guzzi Audace Carbon ha un frontale “alleggerito” stilisticamente dal gruppo ottico circolare e dalla presenza di elementi in carbonio, quali il parafango anteriore, montato su una forcella priva dei cannocchiali di copertura, e le guance del serbatoio.
Alla verniciatura scura di ogni dettaglio meccanico, si contrappone il rosso opaco scelto per le coperture in alluminio fresato delle teste motore, che a loro volta richiamano anche il rosso delle pinze freno anteriori Brembo (anche qui è chiaro il riferimento alla MGX-21).
Il pneumatico posteriore da 200/60 è tipicamente da muscle bike, ma non né solo look: il bicilindrico a V di 90° da 1.400 cc Euro 4, grazie all’impianto di scarico curato nella fluidodinamica, ha guadagnato grinta agli alti regimi fino a una coppia da 121 Nm a 3.000 giri/minuto. 

Vespa GTS 125 e 150: prestazioni brillanti e consumi contenuti

CLICCATE QUI PER LE FOTO
Il nuovo motore i-get, già visto sulle nuove Vespa “small body”, debutta anche sulla ammiraglia della gamma Vespa nelle cilindrate 125 e 150 cc. Anche la GTS adotta infatti la motorizzazione tecnologicamente più avanzata: prestazioni brillanti e consumi contenuti grazie a una nuova ed elevata efficienza. Due le cilindrate: 125 e 150 cc, entrambe Euro 4, a iniezione elettronica, distribuzione a quattro valvole e raffreddamento a liquido. Motori che si pongono al vertice delle rispettive categorie per prestazioni e rispetto dell’ambiente. Debutta su Vespa anche il nuovo sistema Start & Stop brevettato dal Gruppo Piaggio e denominato RISS (Regulator Inverter Start & Stop System). Il sistema prevede l’eliminazione del classico motorino di avviamento, sostituito da una macchina elettrica brushless “direct mount”, ovvero installata direttamente sull’albero motore.
Ora sono inoltre di serie su tutti i modelli della gamma Vespa GTS l’apertura a distanza della sella con telecomando e il Bike Finder, comodo dispositivo che aiuta ad individuare la propria Vespa in un parcheggio affollato, grazie al lampeggiare degli indicatori di direzione.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli