22 giugno 2012

Vergilius, il tutor sulle strade statali: come funziona e dove si trova

È chiara la mappa delle installazioni del nuovo sistema per il rilevamento della velocità media anche sulle strade statali; meno chiaro è il suo funzionamento, simile ma non uguale al Tutor

Vergilius, il tutor sulle strade statali: come funziona e dove si trova

 

CONTROLLI STRADALI

Dopo il Tutor, arriva Vergilius. Il primo monitora gli automobilisti di fretta sulle autostrade, il secondo sulle statali. Con una convenzione firmata da Anas e Polizia Stradale si dà il via alla sperimentazione del nuovo sistema che da luglio controllerà la velocità media su alcuni tratti di strade statali italiane. Un'iniziativa di cui si parlava da tempo (noi ve ne abbiamo riferito qui la prima volta nel 2009) ed ora è realtà, anche se in fase sperimentale.

 

LA MAPPA DI VERGILIUS

Per il primo periodo sperimentale, Vergilius sarà attivo solo su alcuni tratti di strade statali scelti già da diverso tempo. Si inizia dalla seconda metà di luglio su SS1 Aurelia (ai km 11+950, 15+700 e 23+500), SS7 quarter Domitiana (ai km 44+500 e 54+300) e SS309 Romea (km 1+680 e 7+080).

 

COME FUNZIONA VERGILIUS

Come già accaduto a suo tempo con il Tutor, il funzionamento di Vergilius è al momento un mistero. Si sa che dal fratello delle autostrade prenderà parte dei principi che lo regolano ma, complici alcuni brevetti che ne tutelano la proprietà, non sarà del tutto simile. Ad esempio, non ci dovrebbero essere le spire affogate nell’asfalto che rilevano il passaggio dei veicoli. Il suo funzionamento nei dettagli è noto all’Anas che lo ha sviluppato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultime notizie news