Triumph Speed Triple R: il video del test

La Casa inglese ha scelto il circuito di Jerez de la frontera per la presentazione della più sportiva delle Speed. E' più agile e leggera, mentre il motore rimane sempre il gustosissimo 3 in linea che conosciamo. Scendete in pista col nostro Fabio Meloni

Triumph speed triple r: il video del test

La Speed Triple è da sempre una gustosissima naked, con un motore che definire robusto è poco e una guida divertente e intuitiva. Perfetta per l'uso stradale, insomma, dove per emozionarsi non serve per nulla raggiungere il limite.

 

Se si vuole la vera sportività, però, spesso le versioni "base" delle moto non bastano, e si desidera sempre qualcosa in più. Più sostegno delle sospensioni, più grip delle gomme, più potenza del motore, più grinta dei freni, più agilità e maneggevolezza... Magari anche meno peso. Per andare incontro alle esigenze di chi vive il motociclismo in questo modo, la Triumph da anni affianca alle sue moto più cattive e popolari le versioni R, racing.

 

Anche la Speed Triple, dopo la Daytona 675 e la Street Triple, non sfugge alla tradizione. La versione più esoterica della maxi nuda di Hinkley riceve parecchie modifiche, a partire da una livrea dedicata (nera o bianca con filetti rossi e grafiche dedicate, nonché varie parti in carbonio). Il motore è invariato (anche se abbiamo percepito lo stesso un miglioramento rispetto al passato, e comunque il cambio è leggermente rivisto, anche se nonn è ancora precisissimo in pista), mentre le vere chicche sono nella ciclistica: sospensioni Öhlins, freni Brembo, cerchi forgiati e ottime Pirelli Diablo Supercorsa SP.

Così rivista, la Speed Triple R risulta agile e reattiva nei cambi di direzione, situazione dove si apprezza la diminuzione di peso di 2 kg (per via dei cerchi forgiati), mentre in percorrenza resta stabilissima e in uscita ha un retrotreno che non si scompone nemmeno dando tutto gas. In effetti il motore tira benissimo ai medi, è la sua storica caratteristica, ma forse per una versione più pistaiola servirebbero qualche centinaio di giri in più di allungo. Comunque per andare forte si va forte. Fortissimo. Meno male che in fondo al rettilineo ci pensano i nuovi Brembo a fermarci con grande efficacia, affiancati dal bel sostegno della forcella Öhlins.

Bianca o nera, la Speed triple R e in vendita da metà febbraio a 14.495 euro chiavi in mano (600 in più con ABS).

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA