Triumph 250 cc nel 2014 (prima in India)

Giravano da tempo indiscrezioni sull’entrata della Casa inglese nel mercato asiatico con una piccola moto dedicata e prodotta in loco. Ora l’importatore indonesiano conferma che arriva nel 2014

Triumph 250 cc nel 2014 (prima in india)

Il mercato asiatico ormai è la nuova frontiera delle Case. I ritmi di crescita di Cina, India e Sud Est Asiatico sono talmente importanti da attirare investimenti non più rimandabili. Le Case giapponesi già da tempo hanno impianti produttivi in quelle regioni, ma anche gli europei hanno capito che “da quelle parti” bisogna passare. Lo hanno capito Piaggio, ad esempio, e KTM, e ora è la volta di Triumph.

PICCOLA TRIUMPH INDIANA
Nei piani degli inglesi ci sono infatti l’apertura di una fabbrica a Narasapur e, secondo le parole dell’importatore indonesiano Rudhy Siswanto riportate da Kompas Otomotif e riprese da vari altri siti, l’entrata nel mercato asiatico con un modello realizzato in loco e dedicato espressamente alle esigenze di quel tipo di motorizzazione. Si tratterebbe di una naked prevista per il 2014 ed equipaggiata (si pensava inizialmente) con un motore bicilindrico in linea di 250 cc e raffreddato a liquido. Secondo I primi bozzetti trapelati, la linea si rifarebbe a quella della Street Triple, mentre la ciclistica su soluzioni classiche e affidabili, ideali per un’utenza non ancora raffinata e in cerca di concretezza… vestita bene. Le ultime notizie parlano anche di una versione carenata, mentre il motore sarebbe monocilindrico.

ARRIVA ANCHE IN EUROPA?
Questa sorta di “mini Street” andrebbe ad aggiungersi ad altre proposte che le Case ultimamente hanno pensato espressamente per essere realizzate in Asia, come la KTM Duke “piccola” (125, 200 e 390), la futura Yamaha 250 sportiva), la famiglia delle nuove Honda CB500 viste a Eicma.

Di alcune di queste proposte è inizialmente prevista la vendita solo in Asia, ma in generale la tendenza è quella di usare i mercati orientali per “svezzare” i prodotti che dovrebbero essere poi lanciati anche in Europa e Nord America. Triumph non si discosta da questa linea e parla di commercializzazione prima in India, poi nel Sud Est Asiatico e in Asia in generale, ad un prezzo allineato a quello della Kawasaki Ninja 250R (ma noi abbiamo ormai la Ninja 300) e della Honda CBR250R. Inizialmente l’Europa è esclusa, ma siamo disposti a scommettere qualcosa da noi della piccola Triumph, insieme ad altre inglesine di piccola cilindrata a cui ha sibillinamente accennato l’importatore indonesiano e che possiamo presumere andranno a formare un’intera famiglia di moto, dalla naked alla off road.

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA