Test Polini Xp4s

La pit bike italiana si caratterizza per nuovo motore, ciclistica reattiva e spiccate doti di maneggevolezza

Test polini xp4s




Diminuisce la cilindrata ma spirito di libertà e voglia di divertirsi rimangono invariati: Xp4s, la Pit-bike di Polini, da oggi è disponibile anche con motore 50 cc. L’abbiamo provata in anteprima per voi: in strada sfoggia una ciclistica reattiva e spiccate doti di maneggevolezza, che unite alle compatte dimensioni e alla taratura soft delle sospensioni la rendono invincibile nel traffico. Si rivela un po’ in affanno il monocilindrico 4T: soffre la carenza di cavalli e il cambio a quattro rapporti, ma in città e su strade tortuose non fa fatica a divertire. Non male il reparto freni, con un efficace impianto a disco all’anteriore e uno meno convincente al posteriore. Una proposta alternativa per i giovani rider, afflitta solo da una grande pecca: l’omologazione per il solo conducente. Già in vendita a 2.288,40 euro chiavi in mano.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA