Come canta la sport heritage!

Scarichi aftermarket MIVV per Yamaha XSR700: tre nuovi impianti completi per la bicilindrica dal sapore vintage derivata dalla MT-07. Una consistente riduzione del peso e un look retrò sono gli ingrediente messi in campo dal Produttore italiano. Ecco la tecnica, le foto e i prezzi

Più voce alla bicilindrica

La Yamaha XSR700 è una moto azzeccata che piace a molti (ecco la nostra prova e i dati di vendita), capostipite della famiglia Faster Sons che punta tutto sul un look classico ma attuale, facendo della semplicità la sua dote. La base meccanica è quella della MT-07, da cui deriva anche la nuovissima versione Tracer, in prova su Motociclismo di Luglio e tra le protagoniste della comparativa crossover medie in Romania, che potrete leggere sul numero di settembre.

Ad esaltare ancora di più la personalità della XSR700 ci ha pensato l’italiana MIVV, che offre tre nuovi impianti di scarico completi di cui uno racing non omologato. In base ai dati forniti dall’Azienda il risparmio di peso è notevole (circa 10 kg, a seconda del modello di scarico) e l’incremento di prestazioni per la versione “solo pista” si aggira sui 4 CV. Tutti gli impianti adottano la soluzione del 2-in-1.

Versioni e prezzi

  • Impianto non omologato dalle dimensioni compatte, con terminale Ghibli basso e in finitura inox. Prezzo 671 euro.
  • Impianto con silenziatore Oval basso, con ondello in carbonio e corpo in titanio o carbonio. Omologato, prezzo: 634 euro.
  • Impianto con silenziatore in acciaio Ghibli alto verniciato in nero opaco, “reinterpretato” con una uscita rettilinea invece che curva. È prevista un’espansione posizionata a metà impianto e un paracalore in prossimità delle pedane passeggero. Omologato, prezzo in via di definizione.

Prestazioni e pesi

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA