BMW ritorna in SBK con Sykes e Reiterberger

Shaun Mir Racing abbandona Aprilia per sposare il progetto BMW, che torna nel Mondiale Superbike con la nuova S 1000 RR. A guidarla ci saranno due talenti come Tom Sykes e Markus Reiterberger, appiedati Laverty e Savadori
1/15 Mondiale Superbike 2018. El Villicum, GP di Argentina: Chaz Davies - Ducati
Il mercato della Superbike muove le sue ultime importanti mosse. Il Team Milwaukee di Shaun Mir, dopo il biennio con Aprilia, abbandona la Casa di Noale per sposare il nuovo progetto di BMW con la nuova S 1000 RR 2019. Già tre anni fa la squadra inglese era approdata nel Mondiale SBK con il supporto della Casa Bavarese, ma con risultati al di sotto delle aspettative, questa volta però la nuova supersportiva tedesca promette performance da capogiro. A guidare le due moto del Team Milwaukee saranno Tom Sykes, Campione del Mondo SBK nel 2013, e Markus Reiterberger, vincitore dell’ultima stagione dell’European STK100 con la BMW.

Un’ottima notizia per Sykes, che dopo essere stato sostituito da Leon Haslam nel Kawasaki Racing Team, potrà lavorare in una squadra che ha il sostegno diretto della casa madre. Al suo fianco c’è un ritrovato Reiterberger, ragazzo d’oro di BMW, che ritorna in SBK dopo la parentesi in STK. Con questa manovra di mercato però, vengono tagliati fuori Eugene Laverty e Lorenzo Savadori, che adesso vedono diminuire le selle a disposizione per il 2019. Per l’irlandese la possibilità più concreta si chiama Honda, ora che Sykes è stato confermato con BMW, mentre per il talentuoso romagnolo il futuro è ancora più incerto.
Markus Reiterberger

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA