Parifex Nano, l’autovelox spietato arriva in Francia

Al momento ancora in fase di test, Parifex Nano è un sistema di sorveglianza stradale installato in Francia in grado di monitorare contemporaneamente diversi parametri, oltre alla velocità istantanea. Ha una visione a 360 gradi e funziona con la luce laser, ecco come è fatto e quali altre informazioni riesce a registrare

1/3

Autovelox Francia

Arriva da Parifex l’autovelox Nano, un che funziona con la tecnologia LiDAR, una tecnica di telerilevamento che permette di determinare la distanza di un oggetto o di una superficie utilizzando un impulso laser.

Il sistema di funzionamento è analogo a quello dei Laser Scanner utilizzati per effettuare i rilievi di edifici in ambito edilizio e architettonico: un laser, ovvero un fascio coerente di luce a una precisa lunghezza d'onda, viene inviato verso gli oggetti da osservare (in questo caso i veicoli) ed è in grado di restituire una visione tridimensionale di quest’ultimi. ll software li definisce uno per uno, ed è quindi capace di misurarne gli spostamenti nello spazio nell'unità di tempo, “pizzicando” anche le infrazioni di più veicoli contemporaneamente.

La tecnologia LiDAR è utilizzata in diversi settori tra cui l’automotive, dove funge a supporto dei sistemi di guida assistita. Nel caso dell’azienda Parifex però è stato utilizzato per monitorare e sorvegliare il traffico veicolare.

Questo raffinato sistema di telecontrollo può essere utilizzato agli incroci per sanzionare chi passa col rosso, ma è in grado di rilevare anche violazioni di sosta, sorpasso o fermata dopo la striscia di arresto. In Francia questi apparecchi sono già stati introdotti ma per ora solo a scopo sperimentativo e in questa prima fase di sviluppo il velox dovrebbe essere utilizzato per monitorare esclusivamente la velocità. I veicoli vengono rilevati dal laser e viene creata un'immagine 3D. In questo modo, il sistema Nano può riconoscere diversi veicoli e seguirli contemporaneamente. Oltre alla velocità fino a 250 km/h questo autovelox, che ha un raggio d’azione di 100 metri, è in grado di rilevare il superamento della riga continua, la guida nel senso di marcia errato e la distanza di sicurezza fra i veicoli.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA