07 September 2016

Beta Trial 2017: le racing, la “Super Smooth”, il kit di omologazione

Beta Evo Trial 2017: caratteristiche tecniche e foto di tutte le cilindrate (125, 250, 300 2T e 300 4T: tutte Euro 4). La novità dell’anno si chiama Evo SS 300 2T, una Trial più morbida ed adatta all’amatore. Ma non è tutto: è disponibile un kit porta-targa con frecce integrate che permette di praticare Trial nel pieno rispetto delle normative di circolazione

La novità dell’anno

Beta esce allo scoperto con la gamma Evo Trial 2017, lasciando la chicca della Casa tra le ultime novità svelate. Infatti, della gamma Enduro abbiamo già avuto modo di parlare. Per quanto riguarda le versioni “senza sella”, c’è da dire che gli ingegneri Beta hanno svolto un intenso lavoro di sviluppo ed affinamento del mezzo, sia a livello tecnico/funzionale che di design, per lanciare sul mercato una moto strettamente derivata dalla precedente ma ancora più performante, intuitiva e piacevole da guidare. La gamma Evo My 2017, per quanto riguarda le motorizzazioni 2T, si declina in 125, 250 e 300 2T, alle quali si va ad aggiungere la 300 4T. Grande novità è l’introduzione della nuova Evo SS 300 2T, dove “SS” è l’acronimo di “Super Smooth”, una nuova Trial dal carattere decisamente più morbido e divertente rispetto alle sorelle più aggressive. Si tratta di una moto pensata per gli amatori del Trial, dunque per un uso non necessariamente Racing. Tutte le motorizzazioni rispettano la normativa omologativa Euro4. L’intera gamma è stata svelata in occasione della prova italiana del Mondiale Trial a Chiampo, dove Toni Bou ha vinto il suo 20° titolo ed è stata resa nota la formazione della Maglia Azzurra 2016 per il Trial delle Nazioni. Di seguito trovate le caratteristiche delle moto e le novità introdotte sulle Beta Evo del prossimo anno.

Motore 2T

Il motore rimane il vero fiore all’occhiello della Evo e fa della fruibilità e guidabilità la propria caratteristica distintiva. Come il resto del progetto, anche il propulsore ha beneficiato di numerosi aggiornamenti rispetto al precedente modello.
Caratteristiche comuni a tutti i motori 2T
  • Nuove tenute di banco: riducono notevolmente l’attrito radente fra albero motore e paraolio
  • Nuova bobina accensione: la maggiore energia disponibile per la scarica apporta benefici in termini di stabilità della carburazione, le risposte del motore diventano quindi più precise e ripetibili facilitando la guidabilità della moto
  • Nuova centralina: modificando l’hardware con sistema di scarica a doppia scintilla viene ulteriormente migliorata la stabilità di carburazione. Ciò riduce notevolmente l’irregolarità ciclica tipica dei propulsori due tempi ai carichi parzializzati, generando un carattere più corposo e nello stesso tempo più trattabile ai bassi regimi
  • Nuovo regolatore corrente: migliora il rendimento elettrico del sistema incrementando la potenza disponibile per l’elettroventola ai bassi regimi. È incrementata quindi la capacità di raffreddamento e, conseguentemente, la prestazione motore risulta più stabile
  • Ottimizzata la curva di anticipo d’accensione
  • Nuova candela con elettrodo centrale all’iridio. Aumento generale delle prestazioni

Beta Evo 125 2T My 2017

  • Nuovo gruppo generatore: anche per la quarto di litro beneficia del generatore 12 poli con inerzia dedicata. Ciò si traduce in una maggiore potenza elettrica disponibile per le utenze, migliore precisione e risposta del motore in tutti i punti di funzionamento, maggiore efficienza ventilatore ai bassi regimi, ottimizzazione dell’handling grazie all’accentramento delle masse e migliore capacità di raffreddamento
  • Nuovo albero motore: incrementata la corsa da 54 mm a 54,5 mm, con conseguente incremento (seppur minimo) di cilindrata
  • Nuovi cuscinetti di banco ad attrito ridotto: rendono il motore più libero e reattivo
  • Nuovo silenziatore: rivisto totalmente nella sua parte interna con passaggio alla rete forata 3 passo 5, che garantisce un sensibile incremento di prestazione e precisione nella risposta, oltre ad una riduzione dell’emissione acustica

Beta Evo 250 2T e 300 2T My 2017

250 2T
  • Nuovi diagrammi di scarico e travaso: la nuova posizione del cilindro consente un funzionamento migliore del motore su tutto l’arco di utilizzo
  • Nuova camera di combustione: modificati banda ed angolo di squish per rendere il motore piacevole e potente in ogni condizione di esercizio, migliorando la fruibilità di riferimento
  • Impiego di volano con inerzia maggiorata che rende il propulsore più rotondo e piacevole da usare non penalizzando le prestazioni globali
  • Nuovo silenziatore con incremento del tratto di rete cilindrica fonoassorbente e nuovi feltri ad alto valore di abbattimento acustico. Il motore risulta essere più silenzioso, più piacevole da usare e di facile interpretazione da parte del pilota grazie alla perfetta linearità erogazione/progressione
300 2T
  • Nuovo cilindro: rivista la zona di accoppiamento guarnizione-piano testa per favorire una migliore tenuta della guarnizione

Beta Evo 300 SS 2T My 2017

Si tratta della versione soft della Evo 300 2T My 2017 ed ha come obiettivo l’ottenimento di un motore facile, intuitivo, ma comunque prestazionale nel momento in cui il pilota ne abbia esigenza. La versione “SS” acquisisce tutti gli aggiornamenti elettronici e meccanici presenti sulla Evo 300 2T ma si differenzia per i seguenti componenti:
  • Nuovo silenziatore con incremento del tratto di rete cilindrica fonoassorbente e nuovi feltri ad alto valore di abbattimento acustico. Il motore risulta essere più silenzioso, più piacevole da usare e di facile interpretazione da parte del pilota grazie alla perfetta linearità erogazione/progressione
  • Nuova camera di combustione con rapporto di compressione e layout dedicati ad un impiego meno agonistico. Consente una risposta precisa del motore ad ogni regime di rotazione, anche molto prossimo al regime minimo. Il motore risulta perciò preciso, trattabile e sempre sotto controllo
  • Volano con inerzia maggiorata che rende il propulsore più rotondo e piacevole da usare senza penalizzare le prestazioni globali
  • Trasmissione primaria con inerzia aggiuntiva: assieme al volano consente di ottenere un motore piacevole da usare per qualunque tipologia di pilota, perfettamente “rotondo” al regime di minimo, trattabile e lineare nella progressione
  • Comando gas a corsa lunga: trasmette il massimo piacere nel controllo del motore prossimo al regime di minimo ed ai piccoli carichi parzializzati senza supporto della frizione

Le novità presenti su tutti i modelli

Gli interventi sul veicolo sono comuni a tutti i nuovi modelli – 2T, 4T e SS – e si riassumono in:
  • Setting idraulico aggiornato di entrambe le sospensioni (mono e forcella), ottimizzando l’efficacia per la corsa disponibile: ora più sensibili e confortevoli ad inizio corsa oltre ad una maggiore progressione sul finale per garantire il miglior assorbimento ad impatti importanti o ad alta velocità
  • Nuovo design foderi forcella anteriore
  • Nuovo kit porta-targa con frecce integrate: consente maggiore praticità nell’uso fuoristradistico permettendo finalmente di praticare il Trial nel pieno rispetto delle normative di circolazione
  • Nuova pompa freno posteriore che garantisce una frenata più potente e modulabile
  • Nuova plastica copri-serbatoio: che rende l’aspetto estetico della moto ancora più filante e piacevole alla vista
  • Nuovo posizionamento switch doppia mappa: adesso sulla mascherina anteriore per ridurre danni in caso di impatto
  • Nuova mascherina anteriore con faro a led ed alloggio per regolatore di tensione
  • Nuova veste grafica
Per maggiori info visitare il sito ufficiale Beta a questo link.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli