Norton Commando 961SE: test

Abbiamo testato in anteprima la nuova Norton Commando 961SE, ispirata alle Commando Anni Settanta.

Norton commando 961se: test

Donington Park (REGNO UNITO) 25 luglio 2010 - Abbiamo testato in anteprima la nuova Norton Commando 961SE. È la top di gamma del rinnovato marchio inglese e sarà in vendita anche in Italia a 18.700 euro chiavi in mano. Questo modello è costruito in serie limitata ed è impreziosito da raffinate sospensioni Ohlins pluriregolabili e tanti componenti in fibra di carbonio, come cerchi, parafanghi e porta targa. Più abbordabile la versione Café Racer, a 16.700 euro, che si differenzia per i mezzi manubri, il cupolino, le ruote a raggi e le pinze freno assiali anziché radiali. Entry-level, si fa per dire, visto il prezzo di 14.900 euro, la Sport, con manubrio rialzato, cerchi a raggi e forcella tradizionale anziché a steli rovesciati. Per tutte il motore è lo stesso, un bicilindrico parallelo di 961 cc, raffreddato ad aria, con distribuzione ad aste e bilancieri e due valvole per cilindro. L’alimentazione è ad iniezione elettronica; il cambio a cinque marce. Identico per le tre versioni anche il telaio, una doppia culla in acciaio con forcellone e doppio ammortizzatore. Esteticamente la moto si ispira alle Commando degli Anni Settanta, con un design che mescola particolari classici con linee moderne.

 

Molto snella e leggera, specie considerando che si tratta di una maxi, la Commando è piacevole da guidare. Facile e neutra, è abbastanza maneggevole, anche se non rapidissima nei cambi di direzione e a scendere in piega, ma è rassicurante in percorrenza e mantiene la traiettoria. Buoni per potenza e modulabilità i freni. Le sospensioni, di serie, hanno una taratura piuttosto sportiva, che pregiudica in parte il comfort, ma la possibilità di regolarle a piacimento è un punto a loro favore.

 

Il motore, per cui sono dichiarati 80 CV, è pronto ai richiami del gas e ha una spinta progressiva a partire dai 2.000 giri. Grintoso ai medi, oltre i 6.500 giri si affievolisce un po’, fino all’intervento del limitatore, a 8.000 giri. Migliorabile la modulabilità della frizione, buono invece il cambio, con innesti precisi, ma un po’ lunghi. Accattivante il sound di scarico, accompagnato da una certa rumorosità meccanica.

 

La Commando 961SE è stata provata sulle strade nei dintorni del circuito di Donington Park (Inghilterra), dove ha sede la Norton. Per maggiori informazioni visitate il sito: http://www.nortonmotorcycles.com/. Le moto inglesi saranno importate in Italia da Motocicli Speciali di Cremona: tel. 037-237336; http://www.nortonitalia.com/; http://www.motociclispeciali.com/.

 

Potete leggere il test completo della nuova Norton Commando 961SE sul numero di Motociclismo di agosto, dove trovate anche le interviste all’amministratore delegato della Norton Steuart Grner e al responsabile del design Simon Skinner.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove