Motomondiale 2008: Gran Premio d'Italia - Circuito del Mugello - MotoGP

Rossi si conferma il principe del Mugello con la nona vittoria su nove gare disputate. Sette di queste sono quelle che ha corso e vinto sul circuito nella Classe Regina, una di seguito all’altra. Casey Stoner sembra in fase di recupero, dopo un periodo nero che lo ha tenuto lontano dal podio. Taglia il traguardo in seconda posizione. Giunge terzo Daniel Pedrosa, protagonista di una partenza spettacolare ma come al solito poco aggressivo nella guida e più orientato a salvare gara e punti utili pe

Cronaca Gara MotoGP







Scarperia (FIRENZE) 1 giugno 2008
- Rossi si conferma il principe del Mugello con la nona vittoria su nove gare disputate. Sette di queste sono quelle che ha corso e vinto sul circuito nella Classe Regina, una di seguito all’altra. Casey Stoner sembra in fase di recupero, dopo un periodo nero che lo ha tenuto lontano dal podio. Taglia il traguardo in seconda posizione. Giunge terzo Daniel Pedrosa, protagonista di una partenza spettacolare ma come al solito poco aggressivo nella guida e più orientato a salvare gara e punti utili per la classifica. Sorprende Alex De Angelis che guida pulito e conclude in quarta posizione. Jorge Lorenzo cade dopo cinque giri: commette un errore in interno curva: piega troppo, riesce a recuperare ma nella manovra la moto si scompone; quando le ruote incontrano lo sporco sul cordolo, perde il controllo e la caduta è inevitabile.

CLASSIFICA
Rossi mantiene la prima posizione per la corsa all’iride, salendo da 97 a 122 punti. Daniel Pedrosa strappa la seconda posizione a Jorge Lorenzo che per via della caduta non realizza punti: uno 0 per lui, quindi. Il debuttante resta fermo a quota 94, mentre il Folletto spagnolo sale dai 94 punti totalizzati in Francia a 110 dopo aver corso al Mugello. Lorenzo riesce, comunque, a restare in zona podio, scendendo solo di un gradino. I 94 punti sono sufficienti a salvare il terzo posto, perché Casey Stoner prima del Gran Premio d’Italia ne aveva solo 56 e con il secondo tempo alla bandiera a scacchi riesce a raccoglierne 20, con cui raggiunge un totale di 76.

GARA DA PROTAGONISTA
La partenza del Dottore sembra non essere delle migliori: il pesarese viene sverniciato da Pedrosa e da Stoner, poi si trova in bagarre con Hayden per la terza posizione. Al termine del primo giro è l’australiano a prendere la testa della corsa. Al giro successivo Pedrosa lo insegue ma Valentino s’inserisce e guadagna la seconda posizione. Nel corso del terzo giro la guida del numero 46 si fa incisiva e arriva il sorpasso ai danni del pilota Ducati. Rossi lo passa. Poi comincia un assolo guadagnando secondi ad ogni giro. Il pesarese è primo per tutto il resto della gara, fino allo sventolare della bandiera a scacchi. Regala emozioni, perché ancora prima di tagliare il traguardo il suo pubblico di migliaia di appassionati, giunti per sostenerlo, lo vede segnare un’altra vittoria nel Gran Premio di Casa. Per contro, toglie ogni suspance alla gara, perché la sua distanza e la sua conoscenza del tracciato lasciano Stoner senza possibilità di battagliare, mentre Pedrosa è già in fase di salvataggio del salvabile.

IMABTTIBILE NON PIACE
Nonostante una certa evidenza e la stessa ammissione di Livio Suppo, direttore del progetto MotoGP Ducati, in fase di gara: “Sappiamo che qui Valentino è il migliore; è il suo circuito e sarebbe già una bella soddisfazione se Casey riuscisse a mantenersi in zona podio”,  Casey Stoner non ci sta: “Rossi non è affatto imbattibile al Mugello; è solo che in gara non eravamo molto a posto – non fa riferimenti alla messa a punto motore o al setting della ciclistica n.d.r. – e poi ho fatto qualche errorino”. Come se fosse poco su uno dei tracciati più difficili del mondo che non perdona il minimo sbaglio. Fra gli “errorini”, tra l’altro, va segnalato un lungo alla curva San Donato, quando mancano 14 giri alla fine, che gli costa una perdita abbondante di tempo.

SICUREZZA
Il dottore, invece, è convinto di se stesso, oltre che soddisfatto: “Abbiamo un pacchetto competitivo: la moto va bene e le gomme pure. Un pilota non può che desiderare due cose: la prima è vincere il Mondiale e quella subito dopo è vincere il Gran Premio di casa”. L’entusiasmo del ventinovenne pesarese cresce gara dopo gara. Rossi ne ha vinte tre consecutive, su sei finora disputate, e se già a Le Mans diceva: “Era da Barcellona e Mugello nel 2006 che non vincevo due gare di fila così. Sono contentissimo”, dopo il Mugello si sentirà ancora più sicuro.

Tempi Gara MotoGP



Pos. Points Num. Rider Nation Team Motorcycle Total time
1
25
46
Valentino ROSSI
ITA
Fiat Yamaha Team
Yamaha
42'31.153
2
20
1
Casey STONER
AUS
Ducati Marlboro Team
Ducati
42'33.354
3
16
2
Dani PEDROSA
SPA
Repsol Honda Team
Honda
42'36.020
4
13
15
Alex DE ANGELIS
RSM
San Carlo Honda Gresini
Honda
42'37.466
5
11
5
Colin EDWARDS
USA
Tech 3 Yamaha
Yamaha
42'43.683
6
10
52
James TOSELAND
GBR
Tech 3 Yamaha
Yamaha
42'44.959
7
9
65
Loris CAPIROSSI
ITA
Rizla Suzuki MotoGP
Suzuki
42'45.600
8
8
4
Andrea DOVIZIOSO
ITA
JiR Team Scot MotoGP
Honda
42'46.472
9
7
56
Shinya NAKANO
JPN
San Carlo Honda Gresini
Honda
42'46.480
10
6
7
Chris VERMEULEN
AUS
Rizla Suzuki MotoGP
Suzuki
43'01.938
11
5
50
Sylvain GUINTOLI
FRA
Alice Team
Ducati
43'10.774
12
4
24
Toni ELIAS
SPA
Alice Team
Ducati
43'21.174
13
3
69
Nicky HAYDEN
USA
Repsol Honda Team
Honda
43'21.593
14
2
8
Tadayuki OKADA
JPN
Repsol Honda Team
Honda
43'30.002
15
1
13
Anthony WEST
AUS
Kawasaki Racing Team
Kawasaki
43'31.889
Not classified
48
Jorge LORENZO
SPA
Fiat Yamaha Team
Yamaha
11'11.489
21
John HOPKINS
USA
Kawasaki Racing Team
Kawasaki
11'17.629
14
Randy DE PUNIET
FRA
LCR Honda MotoGP
Honda
9'25.989
33
Marco MELANDRI
ITA
Ducati Marlboro Team
Ducati
9'26.358



Classifica

Rider Nation Points QAT  SPA POR CHN  FRA ITA
 1   ROSSI Valentino    ITA    122    11    20    16    25    25    25  
 2   PEDROSA Dani    SPA    110    16    25    20    20    13    16  
 3   LORENZO Jorge    SPA    94    20    16    25    13    20    -
 4   STONER Casey    AUS    76    25    5    10    16    -  20  
 5   EDWARDS Colin    USA    58    9    -  13    9    16    11  
 6   CAPIROSI Loris    ITA    51    8    11    7    7    9    9  
 7   DOVIZIOSO Andrea    ITA    44    13    8    -  5    10    8  
 8   TOSELAD James    GBR    43    10    10    9    4    -  10  
 9   HAYDEN Nicky    USA    40    6    13    -  10    8    3  
 10   NAKANO Shinya    JPN    35    3    7    6    6    6    7  
 11   VERMEULEN Chris    AUS    31    -  6    8    -  11    6  
 12   HOPKINS John    USA    26    4    9    11    2    -  -
 13   DE ANGELIS Alex    RSM    24    -  2    5    -  4    13  
 14   MELANDRI Marco    ITA    24    5    4    3    11    1    -
 15   ELIAS Toni  SPA    24    2    1    4    8    5    4  
 16   DE PUNIET Randy    FRA    18    7    -  1    3    7    -
 17   GUINTOLI Sylvain    FRA    12    1    -  2    1    3    5  
 18   WEST Anthony    AUS    6    -  3    -  -  2    1  
 19   OKADA Tadayuki    JPN    2    -  -  -  -  -  2  

 
Constructor Points QAT  SPA POR CHN  FRA ITA
 1   YAMAHA  140    20    20    25    25    25    25  
 2   HONDA  110    16    25    20    20    13    16  
 3   DUCATI  81    25    5    10    16    5    20  
 4   SUZUKI  54    8    11    8    7    11    9  
 5   KAWASAKI  29    4    9    11    2    2    1  
 
 
Team Points QAT  SPA POR CHN  FRA ITA
 1   FIAT YAMAHA TEAM    216    31    36    41    38    45    25  
 2   REPSOL HONDA TEAM  150    22    38    20    30    21    19  
 3   TECH 3 YAMAHA  101    19    10    22    13    16    21  
 4   DUCATI MARLBORO TEAM    100    30    9    13    27    1    20  
 5   RIZLA SUZUKI MOTOGP  82    8    17    15    7    20    15  
 6   SAN CARLO HONDA GRESI    59    3    9    11    6    10    20  
 7   JIR TEAM SCOT MOTOGP    44    13    8    -  5    10    8  
 8   ALICE TEAM    36    3    1    6    9    8    9  
 9   KAWASAKI RACING TEAM    32    4    12    11    2    2    1  
 10   LCR HONDA MOTOGP  18    7    -  1    3    7    -



Qualifiche

Pos. Num. Rider Nation Team Motorcycle Lap time
1 46 Valentino ROSSI ITA Fiat Yamaha Team Yamaha 1'48.130
2 2 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 1'48.297
3 65 Loris CAPIROSSI ITA Rizla Suzuki MotoGP Suzuki 1'48.313
4 1 Casey STONER AUS Ducati Marlboro Team Ducati 1'48.375
5 5 Colin EDWARDS USA Tech 3 Yamaha Yamaha 1'48.383
6 69 Nicky HAYDEN USA Repsol Honda Team Honda 1'48.666
7 48 Jorge LORENZO SPA Fiat Yamaha Team Yamaha 1'48.905
8 52 James TOSELAND GBR Tech 3 Yamaha Yamaha 1'49.025
9 56 Shinya NAKANO JPN San Carlo Honda Gresini Honda 1'49.095
10 15 Alex DE ANGELIS RSM San Carlo Honda Gresini Honda 1'49.145
11 7 Chris VERMEULEN AUS Rizla Suzuki MotoGP Suzuki 1'49.220
12 14 Randy DE PUNIET FRA LCR Honda MotoGP Honda 1'49.246
13 4 Andrea DOVIZIOSO ITA JiR Team Scot MotoGP Honda 1'49.565
14 21 John HOPKINS USA Kawasaki Racing Team Kawasaki 1'49.601
15 8 Tadayuki OKADA JPN Repsol Honda Team Honda 1'49.829
16 24 Toni ELIAS SPA Alice Team Ducati 1'49.851
17 50 Sylvain GUINTOLI FRA Alice Team Ducati 1'50.275
18 33 Marco MELANDRI ITA Ducati Marlboro Team Ducati 1'50.465
19 13 Anthony WEST AUS Kawasaki Racing Team Kawasaki 1'50.889


I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA