MotoGP 2011: Test Ducati a Jerez, primo giorno positivo per Guareschi e Battaini

“Si è concluso con buoni risultati” il primo giorno di testa della Desmosedici GP11, a Jerez, dice Vittoriano Guareschi team manager della Ducati MotoGP. Provate nuova elettronica e ciclistica più svelta.

Motogp 2011: test ducati a jerez, primo giorno positivo per guareschi e battaini

Jerez de la Frontera (SPAGNA) - Il collaudatore ufficiale della Ducati MotoGP Franco Battaini e il team manager Vittoriano Guareschi hanno concluso con soddisfazione la prima giornata di prove in sella alla Ducati Desmosedici GP11. I due uomini di Borgo Panigale hanno fatto un totale di 110 giri, rimanendo bene impressionati dal comportamento della moto, che è ancora al primo stadio dello sviluppo. I tecnici della Casa bolognese hanno in programma altri due giorni di prove per proseguire nella messa a punto della moto, sotto la supervisione del direttore tecnico del progetto MotoGP Filippo Preziosi. Sono in pista i collaudatori, poiché il regolamento vieta ai piloti di provare la moto al di fuori delle giornate di test prefissate nell’arco del campionato. Vedremo Nicky Hayden in sella a Sepang (Malesia), nella tre giorni di preparazione, che coinvolgerà tutte le Case costruttrici dall’1 al 3 di febbraio. Non sarà invece presente Valentino Rossi, come aveva anticipato la settimana scorsa alla presentazione della nuova squadra.

 

La giornata era molto umida e la pista di conseguenza, perciò le attività sono cominciate poco dopo mezzogiorno, con il sole battente e un caldo torrido. Nonostante ciò, ha detto Guareschi: “È stata una giornata molto produttiva. Ho fatto cinquanta giri. Il grip della pista era davvero pessimo, in parte a causa della forte umidità e in parte perché i test di F3 che si sono conclusi ieri, hanno lasciato l'asfalto abbastanza sporco. Battaini ha fatto sessanta giri. Ci siamo divisi le responsabilità: io ho lavorato sul telaio, con l'obiettivo di migliorare l’inserimento in curva, mentre Franco si è concentrato sull'elettronica, compresi i nuovi sistemi anti-wheelie e anti-spin sistemi che stiamo testando”.

 

Ha concluso il team manager: “Credo di avere trovato un paio di soluzioni interessanti con la messa a punto, che aiuteranno con l’anteriore. Abbiamo lavorato su assetto, posizione del sedile, e su molti aspetti del set up della moto che serviranno in vista di Sepang”.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA