Motodays 2016: le ragazze e il video riassunto del day 1

La kermesse capitolina dei motori è in pieno svolgimento. Riviviamo l’atmosfera agli stand della Fiera di Roma con gli highlights ufficiali e la prima gallery con le bellezze viste agli stand

grande partenza!

Fino al 6 marzo la Fiera di Roma sarà la patria dei motori, grazie all’edizione n° 8 di  Motodays. L’evento che porta agli appassionati di auto e moto tutto il bello delle “ruote motorizzate” si è lasciato alle spalle la giornata inaugurale e procede spedito per la gioia dei visitatori (cliccate qui per il programma e le info sugli espositori). Tra gli stand delle Case, gli spettacoli, le novità, i personaggi (e le ragazze: cliccate qui per la gallery!), la kermesse marcia a pieno regime, dopo l’inaugurazione avvenuta col taglio del nastro da parte di Davide Giugliano, insieme al Colonnello Marco Marini del Comando Militare dell'Esercito Italiano e all'amministratore unico di Fiera Roma, Mauro Mannocchi.
 
"Vengo a Motodays fin dalla prima edizione, e sono felice di vederlo crescere", ha detto Giugliano. "Io sono di Roma e prima di Motodays un evento come questo nella nostra città mancava. È stata un'ottima intuizione e io sono qui per sostenerlo perché sono il primo a divertirmi. Il podio in Australia? Non me lo aspettavo nemmeno io, non mi sono potuto allenare fino a due mesi fa e non sapevo come mi sarei trovato sul piano fisico".  
 
In quest'ultimo periodo il mercato delle moto e degli scooter si sta riprendendo e noi siamo felici di ospitare un'edizione di Motodays sempre più ricca", ha commentato Mannocchi. "Motodays è nato otto anni fa, quando era appena iniziata la crisi economica, e si è sempre confermato un motore per l'indotto motoristico, con un numero di visitatori crescente, fino ad arrivare agli oltre 145.000 ingressi l'anno scorso. Prima della crisi, l'area metropolitana di Roma assorbiva il maggior numero di due ruote in Europa, numeri che ci aiutano per una mobilità sostenibile, ma non solo: le due ruote sono importanti per l'industria del nostro Paese e costituiscono un'importante filiera economica".


Tra gli ospiti del primo giorno di Motodays, anche Max Giusti: “A Motodays non posso mancare: qui l'anno scorso sono tornato a gareggiare in moto dopo tanti anni e mi dispiace non correre anche questa volta, ma domani mi aspetta uno spettacolo a San Patrignano. Avrei dovuto viaggiare nella notte dopo la gara, ma ho 47 anni e una famiglia, devo pensare al lavoro! Ogni tanto però in moto mi diverto: domenica scorsa sono andato a correre su una mulattiera vicino Roma... ma a stare qui  mi viene voglia di farmi un giro... quasi quasi adesso mi faccio dare una moto e scendo in pista!"
Il primo giorno di Motodays  ha visto anche la presenza dell'ex giocatore di rugby Andrea Lo Cicero, che si è soffermato soprattutto allo stand di Ber Racing e ha acquistato un casco, seguendo i consigli di Davide Giugliano. Con Lo Cicero, anche la cognata Rachele Montella, moglie del famoso "aeroplanino", oggi allenatore della Sampdoria.
 
Grande successo per l'inaugurazione della mostra fotografica “34” dedicata a Davide Giugliano e realizzata dai fotografi Otto Moretti e Fabrizio Porrozzi: "34" è il numero che Giugliano porta sulla carenatura della sua moto, in onore del suo idolo Kevin Schwantz (campione del mondo della classe 500 negli anni 090) e 34 sono le foto in mostra che ripercorrono i momenti salienti della passata stagione e alcuni “flashback” del passato. Dalle prime corse in minimoto, al titolo mondiale vinto 5 anni fa.
Intanto che la festa continua, cliccate qui per una rassegna fotografica del primo giorno e godetevi due video che raccontano il “Day 1”
1/32 Le ragazze di Motodays 2016: stand Ma-Fra

Motodays 2016, giorno 1: video highlights (parte prima)

Motodays 2016, giorno 1: video highlights (parte seconda)

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA