di Beppe Cucco - 14 maggio 2019

Ciao, Gene

All’età di 72 anni si è spento Gene “Burrito” Romero, pilota americano vincitore della Daytona 200 nel 1975 in sella alla Yamaha TZ750. Nel 1998 fu inserito nella Motorcycle Hall of Fame
1/10 Gene Romero
Si è spento domenica, all’età di 72 anni, Gene “Burrito” Romero. Nato il 22 maggio 1947 a Martinez, in California, Romero è stato uno dei più famosi piloti negli Stati Uniti tra la fine degli anni '60 e l'inizio degli anni '70. La più grande vittoria della sua carriera arrivò alla Daytona 200 nel 1975. In quella occasione, in sella ad una Yamaha TZ750, Gene superò piloti del calibro di Giacomo Agostini, Steve Baker e Steve McLaughlin per aggiudicarsi la gara. Quello fu l’anno in cui Barry Sheene, per via dello scoppio del suo pneumatico posteriore, incappò in uno dei più brutti incidenti della sua carriera. Tra gli altri trofei conquistati in carriera da Romero l'AMA Grand National Championship nel 1970 in sella ad una Triumph, 12 campionati americani e numerose gare di flat track.

Gene diventò famoso come uno dei primi piloti a riuscire ad ottenere sponsorizzazioni al di fuori dell'industria motociclistica: per un anno fu proprio il famoso stuntman Evel Knievel il suo main sponsor.

Romero corse in moto fino al 1981 e dopo una breve carriera automobilistica diventò il direttore del programma AMA Grand National di Honda per quanto riguarda l’offroad. Nel 1998 fu inserito nella Motorcycle Hall of Fame.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli