21 August 2008

Michael Bartholemy, team manager della Kawasaki MotoGP: “Il contratto con Melandri è pronto”

Dopo numerose indiscrezioni ed i commenti rilasciati da Marco Melandri è arrivata la conferma da parte di Michael Bartholemy: il pilota ravennate ha firmato un contratto biennale per correre con la Casa di Hakashi dal 2009. Ma, ironia della sorte, manca ancora il “verde”, per l’annuncio ufficiale, atteso dal Giappone, con la firma da parte dei dirigenti del Reparto corse della Kawasaki. Bartholemy dice che l’operazione sarà conclusa, prima del GP di Misano.

Michael bartholemy, team manager della kawasaki motogp: “il contratto con melandri è pronto”




MILANO 21 agosto 2008
VERDE PER MELANDRI Il manager del team di MotoGP della Kawasaki, Michael Bartholemy ha confermato che “Il contratto con Marco Melandri è già pronto e resta solo l’ultima formalità della firma, che dev’essere messa dai dirigenti del Reparto corse di Hakashi”. L’annuncio è arrivato dopo le numerose indiscrezioni ed i commenti, rilasciati da Melandri, a Brno, al termine delle prove di martedì 19 agosto, ma la notizia ufficiale sarà data solo in occasione del GP di Misano. Il contratto con Melandri avrà conseguenze sullo schieramento della Kawasaki in griglia di partenza ed in particolare per Anthony West. Spiega Bartholemy: “Riguardo Anthony non farà parte del team principale di Kawasaki in MotoGP la prossima stagione, ma vogliamo offrirgli un contratto per rimanere come pilota in Kawasaki, perchè abbiamo investito molto su di lui e non vogliamo perderlo. Questo potrebbe voler dire che Anthony correrà per noi un altro Campionato del Mondo”. La possibilità di restare sarebbe offerta a West da un nuovo progetto del Team della Verde: la possibilità che Kawasaki porti a tre il numero delle sue moto nella Classe regina. Tuttavia i piani non sono chiari: non si sa ancora se la terza moto sarà gestita direttamente dal team ufficiale, oppure sarà affidata ad una squadra satellite. A tal proposito, dice Bartholemy: “Se dovessimo riuscire ad avere una terza moto, è ovvio che Anthony West potrebbe rientrare a pieno nel pacchetto che offriremo agli sponsor. A Misano dovremmo essere in grado di dare certezze su Melandri e di chiarire un po' la situazione per la terza moto”. L’importo del contratto pare sia inferiore ai 3 milioni di euro che il ravennate percepisce dalla Ducati. Una cifra inferiore se confrontata con quella che al termine della stagione 2007, Kawasaki era disposta ad offrire a Loris Capirossi (fino a 4 milioni di euro), che però vanta una maggiore anzianità nella carriera e più doti nello sviluppo, come ha dimostrato quest’anno con la Suzuki. Non si sa se Melandri sarà all’altezza delle aspettative, oppure andrà incontro ad un altro flop come con la Ducati. Marco poteva tornare a correre per il team Gresini Racing, con cui ha ottenuto cinque vittorie in tre anni e la seconda posizione nel Mondiale 2005, ma ha preferito firmare con la Kawasaki, perché gli aveva offerto una moto già a giugno, subito dopo il GP di Catalogna. Il ventiseienne di Ravenna ha scelto perché da Hakashi poteva avere l’appoggio di un team ufficiale, mentre con Fausto Gresini avrebbe avuto solamente una moto “clienti”, gestita da un team satellite e con pochi aggiornamenti nel corso della stagione e, a volte, nemmeno quelli, come già successo durante la sua permanenza in Casa Gresini.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA