Liguria - Alta Via di Ponente

Terrazza sul mare

Introduzione


I monti a ridosso del mare creano lungo tutto l’arco ligure una "camera con vista", da cui ammirare panorami mozzafiato.

Un vanto dei liguri? Poter passare, in pochi chilometri, dalle spiagge ai pendii, dal mare alla montagna. La riviera di Ponente, quella che inizia da Genova e arriva fino a Ventimiglia, non fa eccezione a questa regola e la strada che corre verso l’interno vi darà piacevoli sorprese. Il contrasto tra lo scenario del litorale, racchiuso nel poco spazio che la montagna concede, e quello dell’immediato entroterra è infatti davvero marcato. Il nostro itinerario parte appunto da una località di mare, Celle Ligure, a pochi minuti da Savona Oltre al bel lungomare, che si stende lontano dall’Aurelia, si può visitare (l’avviso vale solo per gli appassionati irriducibili) l’antica parrocchiale, con affreschi di Pierin del Vaga.
Solo qualche chilometro lungo la trafficata Aurelia e poi, una volta giunti nel capoluogo e superata l’imponente fortezza del Priamar, si devia verso l’interno, direzione Santuario, lungo il corso del torrente Letimbro. Improvvisamente il traffico scompare, la strada comincia a salire e si superano il monte Ombre, dopo il quale, sulla destra si trova villa Doria, e il monte S. Giorgio. È la salita del “Naso di Gatto” (il nome deriva dall’osteria e dal piccolo albergo che si trovano in cima), teatro negli anni 70 di una famosa gara di moto in salita. L’asfalto è quello di una pista e le curve strette, spesso cieche, consigliano di dosare il gas, soprattutto se non si conosce la strada. Gunti a Montenotte la strada incomincia a scendere per poi risalire verso Pontinvrea. Si superano Giusvalla e Dego lungo una strada panoramica per lunghi tratti all’ombra di querce e castagni, per poi deviare verso Piana Crixia, lungo il fiume Bormida.
Siamo al confine col Piemonte e, in continuità con le langhe piemontesi, il paesaggio è caratterizzato dai calanchi. Piana Crixia è il nome da cui deriva quello del parco naturale, che si sviluppa, verso Nord-Ovest, interamente nella regione Liguria; ci si arriva girando a destra subito prima del castello Del Carretto. Parcheggiata la moto si fanno pochi metri lungo un sentiero tra i boschi, all’interno del parco. Nella vallata sottostante, scavata dal Bormida di Spigno, potrete vedere daini e altri animali che vivono all’interno del parco. Da Piana Crixia, lungo la statale 30, si sconfina per un breve tratto in Piemonte, fino a Spigno Monferrato, dove si prende sulla destra la strada che porta a Mioglia. Di qui si corre lungo il confine tra Liguria e Piemonte fino a Ponte Erro, dove si incrocia la statale del Sassello e di motociclisti ne incontrerete tanti, soprattutto nei week end,. Sulla destra la strada prosegue per il colle del Giovo e Savona, a sinistra invece l’itinerario prosegue verso Palo, Urbe e Vara inferiore, aggirando il massiccio del Beigua, lungo l’Alta Via dei Monti Liguri.
Questa era un’antica via di transito commerciale, che attraversa l’intera Liguria in tutta la sua lunghezza, 400 chilometri tra il passo dei Due Santi e la cima dell’Armetta. Si sale verso il passo del Faiallo, a 1.060 metri, e il paesaggio lentamente si trasforma. Le montagne salgono ripide, formando una gola che scende ripida fino alla riva del mare. Un terreno ideale per gli amanti del parapendio, che qui si danno appuntamento numerosi.
Arrivati al passo però una brutta sorpresa ci attende: la strada è ancora interrotta! Eppure sono passati già alcuni mesi… Siamo così costretti a imboccare lo stretto tunnel sulla sinistra e scendere fino a Masone, dove si può prendere l’autostrada che arriva a Voltri.
Il sole non è ancora tramontato, pochi minuti e saremo di nuovo al mare. Giusto in tempo per fare un bagno.

Dormire e mangiare



DOVE DORMIRE


Hotel La Giara, via Dante Alighieri, 3 Celle Ligure (SV), tel. 019/993773, fax 019/993973 (prezzi da 100.000 a 160.000 con mezza pensione) . Pian del Sole, Località Pianferioso, Sassello, tel. 019/724255, fax 019/720038 (prezzi 115/130.000 lire la doppia).

DOVE MANGIARE


Per la focaccia, a Celle Ligure in via Aicardi (il budello del paese), da Tutt’intorno.
Per un’ottima cena, ai Piani di Celle, Ristorante Charlie Max, P.za Assunta, 23, tel. 019/992934 (prezzi medio/alti), a Urbe da Carolina (lungo la strada statale), cucina tipica dell’entroterra e trenette al pesto eccezionali, tel. 019/726414.

INDIRIZZI UTILI


Numero verde Sportello del turista: 800469838. Agenzia Regionale per la promozione turistica “in Liguria” Piazza Matteotti, 9  Palazzo Ducale 16123 Genova Tel. 010.53082 Fax v
In Internet: www.liguriainrete.it

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA