La nazionalità delle moto

Un lettore ci scrive per sapere come fare a capire se una moto è "made in Italy" oppure se viene solo progettata nel nostro paese e poi costruita altrove. Ecco la nostra risposta

1/34

1 di 2

Caro direttore, come posso capire se una moto è italiana? I casi sono molti: una moto può essere progettata in Italia, oppure può essere costruita in Italia, o ancora è la proprietà che determina la “nazionalità” di una moto. Esempio: la Ducati è italiana? Indubbiamente è progettata in Italia, ma la proprietà è tedesca ed alcuni modelli sono costruiti all’estero. Ancora, la Benelli è progettata in Italia, ma è costruita in Cina e la proprietà è a sua volta cinese. E BMW, KTM, Triumph, Harley-Davidson, che costruiscono molti modelli in Cina e India, come devono essere considerate?

Giovanni Viglino - Millesimo (SV)

Caro Giovanni, la questione è molto complessa, tanto che per le moto (come per il resto del settore Automotive) non è prevista la dicitura “Made in”. Nel nostro mondo globalizzato non esiste un solo veicolo costruito al 100% in un singolo Paese. Tutte le Case, infatti, acquistano da fornitori esterni molti componenti, che a loro volta sono costituiti da centinaia di parti, di cui è estremamente complicato determinare la provenienza e codificare tutto questo processo con una dicitura.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA