21 October 2010

KTM SX: le ragioni della Casa per non acquistare da importatori paralleli

KTM attraverso un comunicato sconsiglia di acquistare le SX-F 250 e SX-F 350 attraverso importatori paralleli. Meglio la rete ufficiale, pena innanzitutto il decadere della garanzia

Ktm sx: le ragioni della casa per non acquistare da importatori paralleli

Sconsigliate le importazioni parallele: KTM ha inviato una nota in cui consiglia a tutti i potenziali acquirenti di SX-F 250 e 350 (clicca per leggere il test di Motociclismo Fuoristrada) di ordinare la propria moto tramite la rete di concessionari ufficiali, evitando quelle di importazione parallela. Diversi i problemi concreti che si rischia di dover affrontare.

 

Innanzitutto, il decadere della garanzia (un mese sui modelli da motocross) e tutti i diritti ad essa correlati. KTM dichiara che “solo i Concessionari ufficiali KTM infatti conoscono nel dettaglio e hanno gli strumenti adeguati per effettuare in maniera corretta le operazioni di pre-consegna e di prima messa in moto, nonché tutti gli eventuali interventi derivanti da richiami tecnici”. 

 

In secondo luogo, spiega ancora KTM, mancherebbe la certezza che vengano assolti i vari adempimenti di legge e di versamento dell’Iva; questo potrebbe anche portare delle conseguenze in termini penali anche per il cliente che acquista il mezzo tramite un rivenditore non affidabile.

 

Infine, si ricorda che per tutte le competizioni a livello nazionale gestite con il regolamento della FMI, le moto non provenienti dalla rete ufficiale KTM Italia saranno soggette al pagamento della tassa di iscrizione doppia, come da regolamento della stessa Federazione.

 

Per trovare un concessionario ufficiale (o verificare che quello scelto lo sia) dove acquistare un modello della gamma da fuoristrada di KTM, l’elenco è disponibile sul sito http://www.ktm.it/; altrimenti, è a disposizione l’indirizzo info@ktm.it.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA