16 October 2008

KTM riduce l’attività sportiva nel Motomondiale 2009 e ingaggia il rooky Beaubier per la 125

La nuova classe, in arrivo nel 2011, ha fatto decidere a KTM di ridurre le moto che corrono nella 125 e di ritirarsi dalla 250 nel 2009. La stagione mondiale della Casa austriaca, in 250, non è stata brillante, sino all’arrivo del nuovo telaio, col quale Mika Kallio è tornato competitivo e ha lottato per il titolo. Cameron Beaubier della MotoGP Academy sarà il pilota ufficiale KTM 125 del 2009.

Ktm riduce l’attività sportiva nel motomondiale 2009 e ingaggia il rooky beaubier per la 125



Sepang (MALESIA) 16 ottobre 2008
– KTM ha deciso: nel 2009 saranno solo due le moto austriache schierate sulla griglia di partenza della 125 e non ci sarà nessuna “arancione” che correrà in Classe 250. I manager della Casa costruttrice motivano la decisione con gli ostacoli allo sviluppo del 2T, creati dall’arrivo della nuova classe, la 600 4T, previsto per il 2011. Nella stagione in corso KTM, in 250, si è trovata in difficoltà nella prima fase di campionato, ma poi, grazie all’arrivo di un nuovo telaio, si è ripresa e ha permesso allo svedese Mika Kallio di lottare per il Mondiale. Anche Hiroshi Aoyama ha ottenuto qualche vittoria.

Dice il team manager Harald Bartol: “Abbiamo deciso di concentrare i nostri sforzi in 125, con due piloti nel 2009. La 125 ha futuro e la compagnia ha deciso di non investire denaro in qualcosa che morirà a breve”. Bartol, nel 2009, gestirà i due piloti ufficiali KTM in 125: “Attualmente i nostri due piloti ufficiali sono Marc Marquez e Cameron Beaubier, che arriva dalla Red Bull MotoGP Rookies Cup. Il nostro obiettivo era prendere qualcuno di quel progetto e portarlo nel Campionato del Mondo; ha corso questa stagione nella Red Bull MotoGP Academy e vedremo cosa sarà in grado di fare il prossimo anno”. Marquez, con la firma del contratto, è stato promosso a pilota ufficiale. Nella stagione in corso è il pilota del team satellite Repsol KTM.

Marquez e Beaubierm saranno gli unici piloti KTM nel 2009. La Casa austriaca non fornirà più moto “clienti” in leasing alle squadre satellite, come ha fatto sinora con i team Repsol, Onde 2000 e ISPA Aran in 125cc. Bartol commenta così la decisione: “Correremo con le sole moto ufficiali, senza altre moto oltre alle due che abbiamo pianificato. Forse il seguente anno ne avremo di più, ma per ora le cose andranno così”. Quelle di Bartol sembrano quasi parole di sconcerto. La vera ragione dietro la drastica riduzione dell’attività sportiva della Casa austriaca, nel Motomondiale, potrebbe essere di tipo economico: si vocifera che KTM abbia investito molto nello sviluppo delle 2T e l’abolizione della 250, rappresenterebbe una perdita notevole. In più i team satellite riuscirebbero a fatica a mantenere gli impegni di pagamento dei leasing, per via della carenza di sponsor. Per contro, concentrando le risorse finanziarie solo su due moto, potrebbe esserci un’evoluzione tecnica del pacchetto in grado di spiazzare gli avversari.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA