14 December 2009

KTM diserta la Dakar come scuderia, ma i suoi piloti ufficiali corrono da privati con le moto austriache

Nonostante KTM non sia presente come scuderia ufficiale nella Dakar 2010, per il nuovo regolamento, il Marchio austriaco vanterà, comunque, numerose moto nella sfida.

Ktm diserta la dakar come scuderia, ma i suoi piloti ufficiali corrono da privati con le moto austriache





Gorle (BERGAMO) 14 dicembre 2009
– Nonostante KTM non sia presente come scuderia ufficiale nella Dakar 2010, per via del nuovo regolamento, il Marchio austriaco vanterà, comunque, numerose moto presenti nella sfida, affidate a team privati. Questi ultimi avranno, comunque, il supporto del camion di assistenza del Reparto Corse di Mattighofen. Il Rally partirà l’1 gennaio dalla capitale argentina Buenos Aires. Correranno anche i piloti ufficiali della Casa austriaca, come Marc Coma and Cyril Despres, che, pur non supportati dalla scuderia KTM, avranno delle monocilindriche LC4, equipaggiate con gli air restrictor previsti dal regolamento per limitare le performance delle moto. KTM definisce la decisione da parte dei suoi piloti di correre ugualmente alla Dakar, nonostante i limiti regolamentari, come “una chiara dimostrazione dell’immancabile fiducia che ripongono nelle nostre moto” e questo “rivela quanto siano scettici verso la cilindrata 450”.

Stefan Pierer, amministratore delegato di KTM, si è espresso sull’intenzione dell’azienda di mantenere monocilindrici di cubature più alte nel rally: “KTM si è concentrata sulla disciplina del rally, come nessun altra società ha saputo fare. La progettazione e la costruzione della KTM 690 Rally incarnano perfettamente il nostro moto ‘Ready to Race’. Allo stesso modo, il fatto che così tanti dei piloti più forti e dei privati abbiano scelto di continuare a fidarsi della KTM e dei nostri servizi, da solo basta a confermare le nostre convinzioni”.

Despres, che è appena tornato da Andorra, dove si è allenato in una sessione di test per verificare l’affidabilità della moto, sulla prossima Dakar ha detto: “Possono aver istituto un regolamento per limitare l’aspirazione e quindi le prestazioni dei motori delle nostre KTM 690 Rally, ma non possono certo limitare la nostra esperienza, professionalità e capacità di guida. Vogliamo vincere!”.

Nelle liste dei partenti alla prossima Dakar, fra 161 motociclisti iscritti, 83 di essi correranno con una KTM. Il rally si concluderà il 16 di gennaio, facendo ritorno a Buenos Aires, dopo aver percorso circa 9.000, in 14 tappe e aver superato il deserto dell’Atacama nel nord del Cile.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA