08 January 2010

Dakar 2010: Marc Coma vince la sesta tappa, ma Cyril Despres difende la testa della classifica

Tappa segnata da un errore di navigazione fatto da Lopez (Aprilia) che si è tirato dietro i più forti, lasciando le spalle libere a Marc Coma. Despres, invece, non sbaglia.

Dakar 2010: marc coma vince la sesta tappa, ma cyril despres difende la testa della classifica


Iquique (CILE) 8 gennaio 2009 - Marc Coma, in sella alla KTM, è stato il più forte nella sesta tappa della Dakar, segnata dalla gravissima caduta dell’italiano Luca Manca, le cui condizioni di salute si sono stabilizzate, ma restano critiche. Coma ha dato prova di essere il migliore nella tecnica di navigazione, che in questa tappa è stato il fattore chiave per il risultato di giornata: il tracciato era complesso è molti piloti si sono persi. Anche i più forti hanno avuto problemi e hanno perso tempo, mentre Coma si allontanava e correva dritto verso il traguardo di Iquique. La vittoria di Coma gli ha consentito di risalire di quattro posizioni nella classifica generale. Il tratto più difficile della sesta tappa è stata la prima parte di speciale, dove la difficoltà della navigazione ha messo a dura prova i nervi dei piloti. Persino “Chaleco”, che conosce molto bene la zona ed era partito in testa dopo aver vinto la speciale di ieri, si è trovato in difficoltà. Lopez con l’Aprilia ha commesso un errore al km 23, perdendo diversi minuti preziosi e portandosi dietro alcuni fuoriclasse del taglio di David Frétigné, Alain Duclos, Paulo Goncalves or Pal-Anders Ullevalseter. Per sua fortuna, il capoclassifica Cyril Despres non si è fatto influenzare dal pilota dell’Aprilia, perché voleva disputare una tappa perfetta. Concentrandosi nella corretta interpretazione del road-book è riuscito a raggiungere il traguardo, con una strategia non aggressiva e un passo non troppo veloce. Dopo aver lasciato un po’ indietro il leader della classifica, rimasto in nona posizione, Coma ha cercato di evitare le “trappole” della navigazione. Poi Coma ha pensato di accelerare per recuperare alcune posizioni nella classifica assoluta. Si è rivelata una buona tattica: lo spagnolo si è ripreso circa dieci minuti su Cyril Despres, rispetto al quale è in ritardo di un’ora e sei minuti. Con le quattro posizioni recuperate a fine giornata, Coma ha sorpassato in classifica Jonah Street, Paulo Goncalves, Pal-Anders Ullevalseter e Alain Duclos in the standings. Coma se la può ancora giocare, ma con oltre un’ora di ritardo risalire di altre quattro posizioni non sarà facile, soprattutto considerato quanto sono tosti gli avversari che le occupano.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA