SPECIALE SALONE EICMA 2022
Tutte le novità Casa per Casa
12 February 2008

Dakar 2009: Addio Africa, solo un ricordo

Patrice Clerc, presidente della A.S.O, ed Etienne Lavigne hanno confermato che la Dakar 2009 si correrà fra l’Argentina ed il Cile. La partenza è fissata per il 3 gennaio 2009 da Buenos Aires, la gara farà tappa a Valparaiso in Cile, per poi concludersi il 18 gennaio con arrivo previsto nuovamente nella capitale argentina. L’organizzazione promette un evento entusiasmate, spettacolare e con un percorso massacrante, come quelli classici che hanno caratterizzato la Dakar africana delle passate edi

Sudamerica confermato


BUENOS AIRES (ARGENTINA) 12 febbraio 2008 -  Patrice Clerc, presidente della A.S.O, ed Etienne Lavigne hanno confermato che la Dakar 2009 si correrà fra l’Argentina ed il Cile. La partenza è fissata per il 3 gennaio 2009 da Buenos Aires, la gara farà tappa a Valparaiso in Cile, per poi concludersi il 18 gennaio con arrivo previsto nuovamente nella capitale argentina. L’organizzazione promette un evento entusiasmate, spettacolare e con un percorso massacrante, come quelli classici che hanno caratterizzato la Dakar africana delle passate edizioni. Confermato anche il tracciato di 9.000 km, di cui 6.000 organizzati in forma di prove speciali. Al momento non sono, però, giunte notizie precise sulle tappe del percorso. Anche se nel 2009 si disputerà per la prima volta in Sudamerica, la Dakar rimarrà sempre una gara estrema. Negli anni il rally organizzato dalla A.S.O. si è fatto conoscere come un evento al quale hanno preso parte sia grandi campioni, sia amatori, tutti spinti dallo spirito dell’avventura e dalla libertà offerta dalla vita nomade dei giorni di gara. Il motto iniziale era quello di una competizione pensata per “esplorare i deserti del mondo”, così i membri della A.S.O. stanno già valutando per il futuro l’opportunità di tracciare per la Dakar percorsi che coinvolgano i territori desertici di altri Paesi. Come precedentemente annunciato dalla A.S.O. l’Argentina ed il Cile sono stati scelti affinché il rally si possa svolgere in tutta tranquillità senza incorrere in problemi di terrorismo e con i due stati la società francese ha già stipulato contratti con durata pluriennale. I due Paesi sudamericani offrono un territorio con una topografia molto varia, dove il cross, la sabbia e la navigazione saranno di casa. Inoltre il livello delle infrastrutture è molto elevato. Le iscrizioni si apriranno il 15 maggio 2008 e coloro che si erano già iscritti alla Dakar 2008 potranno avere dei privilegi, tra cui una tariffa agevolata.

Sudamerica confermato


BUENOS AIRES (ARGENTINA) 12 febbraio 2008  – Con buona probabilità la data odierna segnerà l’addio definitivo alla Dakar fino adesso conosciuta e che d’ora in poi sarà solo annoverata come “la mitica lunga africana”. I rappresentanti della A.S.O., la società organizzatrice della Dakar, si trovano infatti a Casa Rosada, la residenza del presidente argentino, per discutere i dettagli della partenza. Secondo le indiscrezioni, il nuovo rally si chiamerà “Dakar Argentina Cile 2009” e partirà il 3 gennaio da Buenos Aires, per concludersi il 18 gennaio sempre nella capitale argentina. Un “round trip”, come direbbero gli Inglesi, “andata e ritorno”. Il tracciato si articolerà in diverse tappe, per una percorrenza totale di 9.000 km, di cui 6.000 organizzati sotto forma di prove speciali. La Dakar sudamericana toccherà i territori dell’Argentina, del Cile, della Patagonia e del deserto di Atacama. Abbiamo contattato la responsabile della comunicazione A.S.O. che non ci ha confermato le indiscrezioni, ma ha invece detto che invierà un messaggio ufficiale alle h.15.00. Perciò i giochi sembrano essere fatti. Dopo 29 edizioni e 21 Paesi attraversati dal 1979 al 2007, salutiamo definitivamente la Dakar africana che resta solo resta solo un ricordo.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA