07 June 2013

Checa “spinge” la Panigale: “in gara avremo un buon ritmo”

Per una volta la Ducati non si è comportata malissimo in prova, anche se il distacco è sempre alto. Sykes si gode la pole, Laverty recrimina per un millesimo, Melandri guarda alla gara. Tutti si lamentano per le sconnessioni

Checa “spinge” la panigale: “in gara avremo un buon ritmo”

Manca pochissimo al via delle gare SBK in Portogallo (cliccate qui per tutti gli orari TV), ecco le dichiarazioni dei piloti dopo la superpole, i loro pensieri e le loro sensazioni. Interessanti soprattutto per chi gioca a FantaMOTOCICLISMO, che sapranno sfruttare le informazioni per il gioco che consiste cercare di indovinare i vincitori della SBK. A fine stagione, il migliore dei partecipanti diventa tester di Motociclismo per un giorno. Per conoscere il regolamento e partecipare cliccate sul pulsante arancione.

 

Tom Sykes

Sono molto felice di aver fatto la quinta superpole, per me è un record. Sul tracciato asciutto andavo davvero forte ma Laverty mi ha quasi battuto stavolta. Certo, non mi ha raggiunto, e non importa se sia dietro per un millesimo o un secondo, l’importante è che alla fine sia io a beneficiare del suo ritardo. Prevedo gare difficili, ma anche spettacolari. Abbiamo fatto il record della pista ma la cosa mi stupisce, visto com’è andata l’anno scorso. Credo che Pirelli abbia fatto un gran passo avanti: le condizioni in Superpole non erano buone come nel 2012 eppure siamo andati più forte! Non me l’aspettavo, ma prendo e porto a casa.


Eugene Laverty

Andare più vicini alla Superpole di così è impossibile! Sono comunque felice della prima fila, nel giro buono ho commesso un piccolo errore e pensavo di aver compromesso la mia prestazione. Quando al passaggio sul rettilineo ho visto apparire sul cruscotto della mia RSV4 lo stesso tempo segnalatomi come migliore dai ragazzi al box, ho immaginato che la differenza sarebbe stata irrisoria. Peccato per quel millesimo, in ogni caso siamo pronti per affrontare le gare sperando in condizioni climatiche ottimali.

 

Jonathan Rea

Strana Superpole, onestamente, perché il tempo stava migliorando e così in Superpole 2 siamo usciti con le gomme da qualifica. In condizioni intermedie andavo bene, prendendomi anche qualche rischio, ma la bandiera rossa ha interrotto tutto appena ho finito il mio giro. Credevo di avere un ottimo tempo e di averlo “messo via”, ma quando tutto è ricominciato come “wet Superpole” abbiamo usato la gomma da qualifica troppo presto. Ho fatto del mio meglio con un’altra gomma da qualifica e sono andato abbastanza veloce: ho fattp 41”7, e stavano di nuovo arrivando le nuvole. Ma poi il cielo si è schiarito e gli altri hanno potuto sfruttare la pista i migliori condizioni. Ero contento di essere in prima fila, perché in FFP2 avevamo fatto un passo indietro, ma in Superpole avevamo aggiustato la situazione. Credo che possiamo pare un bel passo avanti in gara, anche se le sconnessioni impongono un set up perfetto. Devo trovare velocità anche nel primo settore, ma in generale siamo messi bene per la gara.

 

Marco Melandri

È stata una qualifica abbastanza positiva ma non siamo completamente pronti per la gara. La cosa buona è che per la prima volta siamo riusciti a sfruttare bene le gomme da qualifica. A dire la verità siamo migliorati sul posteriore ma sull’anteriore abbiamo fatto un passo indietro. L’asfalto è in pessime condizioni e perdiamo stabilità negli avvallamenti tra una gobba e l’altra. Dobbiamo mettere insieme il miglior pacchetto per la gara e sarà importantissimo partire bene. Non è un problema essere in seconda fila, l’importante è stare nel gruppo di testa.

 

Sylvain Guintoli

Non è stata la mia migliore Superpole, mi è mancato un po’ di feeling con la gomma da qualifica quindi non sono riuscito a migliorare il mio tempo con la gomma da gara. La quinta posizione non è comunque disastrosa, specialmente perché siamo riusciti a migliorare molto il nostro passo di gara. I tempi delle prove sembrano anticipare due gare molto combattute, devo partire bene per potermela giocare.

 

Loris Baz

L’obbiettivo era la seconda fila e l’abbiamo raggiunto. Strana Superpole, comunque, perché è partita asciutta ed è finita con dichiarazione di Superpole bagnata ma pista in realtà asciutta… Il feeling con la moto non è il massimo e questa pista diventa ogni anno più sconnessa. Il mio passo in mattinata era lontano dai migliori solo un secondo, quindi il team ha lavorato e abbiamo trovato un bel setting. Avevo fiducia in un buon risultato in Superpole. Non importava per me essere 4°, 5° o 6°, l’importante era essere in seconda fila. Ho un buon passo gara, non vedo l’ora di correre.

 

Carlos Checa

Alla fine siamo andati abbastanza bene. Le condizioni sono state un po’ instabili durante la Superpole. Noi non è  che abbiamo approfittato di quello ma siamo riusciti a migliorarci e credo di aver meritato questa settima posizione . Abbiamo lavorato bene fino ad ora e dovremmo avere un buon ritmo di gara. Dipenderà anche dalla spalla e da come si comporta. Mi sento stanco adesso dopo la Superpole ma la spalla non mi ha dato tanto fastidio durante le sessioni e questo è un buon segno. Un piccolo passo avanti l’abbiamo fatto qui, sia dal punto di vista della mia condizione fisica che tecnicamente parlando. Spero di poter tenere un buon passo per avvicinarmi a quelli davanti.

 

Jules Cluzel
Mi fa proprio piacere quando riesco a ridere nel casco quando guido. E in qualifica sono riuscito a farlo. Con le gomme da qualifica mi sono sentito proprio bene, come se dalla mia moto avessi tutto quello che ora desidero. Dobbiamo in realtà capire a cosa sia dovuto il grandissimo passo avanti che ho avvertito tra gomme da gara e da qualifica, ma l’importante è aver capito cosa voglio e lavorare in quella direzione. Ho avuto una sensazione simile in gara 2 a Phillip Island, ma poi la cosa non si è ripetuta. Non che io sia contento dell’ottavo posto, ho perso il giro buono con gomme da qualifica e ho dovuto farne un altro, ma ho commesso qualche errore. Sarei potuto essere più avanti in griglia. Ma ci stiamo muovendo bene, ne sono contento.

 

Michel Fabrizio
Il tempo che ho fatto non è assolutamente male, soprattutto se consideriamo che sono riuscito ad ottenerlo utilizzando la gomma da gara. Ovviamente il mio punto debole, quello da migliorare, è quello del primo split. Durante la sessione, devo ammetterlo, ho seguito un pochino Guintoli e adesso so anche come fare. Purtroppo durante la Superpole 2 sono stato interrotto dalla bandiera rossa a causa della pioggia e ho sprecato una gomma da tempo ma alla fine non è che la Superpole di solito sia il mio forte, quindi le cose non sono poi andate così male e non posso certamente attaccarmi solo a questo come scusa.

 

Ayrton Badovini

Direi che abbiamo fatto la miglior Superpole della stagione. Siamo stati un po’ sfortunati nella wet Superpole perche’ io ero gia’ uscito con la seconda delle due gomme da qualifica quando hanno dato la bandiera rossa. Sicuramente si poteva fare meglio ma non e’ andata male considerando che ho fatto il tempo con una qualifica da 5 giri. Dobbiamo capire come migliorare nelle ultime due curve dove mi trovo ancora un po’ in difficolta, ma speriamo di trovare una soluzione domattina nel warm up. Sono fiducioso per quanto riguarda le due gare di domani.

 

Davide Giugliano

Non sono completamente soddisfatto di come sono andate le cose oggi. Questa mattina nelle qualifiche abbiamo lavorato bene, ma poi purtroppo un’innocua scivolata ha condizionato la mia Superpole e domani dovrò partire dalla quarta fila. Il mio passo di gara è abbastanza buono, ma sinceramente non so che gare aspettarmi domani. Non farò particolari calcoli, ma cercherò di partire bene e spingere forte dall’inizio per poi cogliere il miglior risultato possibile.

 

Chaz Davies

È stato frustrante perché, prima dell’incidente, sentivo la moto migliorata. È anche uno dei motovi per cui sono caduto, mi sentivo bene e ho forse spinto un po’ troppo rispetto a quanto permettesse il set up della moto in quel momento. La moto è decollata, quindi è stato un botto davvero duro. Ho un buco nel gomito e ho battuto la testa, quindi non stavo benissimo prima della Superpole. Comunque abbiamo fatto un tempo decente durante la SP1, poi la bandiera rossa ha fermato tutto. Nella parte finale non ho usato al meglio le gomme da qualifica e ho fatto un errore nel mio giro migliore. Credo che la gomma avesse 6 giri sulle spalle, decisamente troppo per una qualifica. Dobbiamo migliorare per la gara, soprattutto trovare un qualcosa che aiuti la moto ad assorbire le sconnessioni.

 

Leon Camier 

È stato frustrante vedere Checa, Badovini e Jules fare un passo avanti così importante con le gomme da qualifica: oltre un secondo più veloci che con le gomme da gara! Eravamo sesti quando gli altri hanno messo le gomme da qualifica e ancora pensavo di essere ben messo… Il passo gara attualmente non è buono per stare coi primi, punterò a stare col secondo gruppo, che sarebbe un buon risultato visto da dove partiamo in griglia. Abbiamo fatto dei cambiamenti in Superpole e li riproviamo nel warm up: se mi sento bene li usiamo in gara. Spero di fare subito qualche buon sorpasso per arrivare nel gruppetto in lotta per il 5°/6° posto, poi si vedrà.

 

Leon Haslam 

Credo che abbiamo fatto dei buoni progressi con la moto, ma ho problemi in certe parti del tracciato. Mi fa male il ginocchio e mi manca forza, non riesco a spingere bene sulla pedana sinistra. Non ho fatto molti giri alla volta, quindi è difficile ottenere grossi miglioramenti, ma in definitiva non va male. In superpole 1 ho usato la gomma da qualifica ma forse dovevo essere più aggressivo e fisico nella guida con quella gomma, sfruttando meglio l’extra grip. Sarei dovuto essere un secondo più veloce ma ho fatto fatica a togliere più di un paio di decimi. Accetto il fatto di non avere un buon passo per le gare, quindi mi aspetto corse difficili, ma penso che i miglioramenti che stiamo facendo con la moto mi aiuteranno quando starò meglio.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA