Brembo: nel primo trimestre 2011, 312 milioni di fatturato (+27,9%)

Approvati i risultati del primo trimestre 2011 dell’azienda bergamasca: 312,2 milioni di ricavi e un utile netto di 11,2 milioni, cresciuto del 68,6%

Brembo: nel primo trimestre 2011, 312 milioni di fatturato (+27,9%)

 

Il Consiglio di amministrazione della Brembo ha approvato i risultati del primo trimestre 2011 che ha mostrato una forte crescita di ricavi e utili. Mercato principale per Brembo è la Germania con un incremento del 34,8%, l’Italia segna un +21,8%, Regno Unito +27,6% e la Francia +55,8%.

 

Alla crescita hanno contribuito tutti i settori del gruppo: le applicazioni per auto mostrano un incremento del 30,2%, le motociclette del 22,0% e i veicoli commerciali del 15,8%. I segmenti delle corse e della sicurezza passiva sono in decisa controtendenza rispetto ai mesi passati e registrano incrementi, rispettivamente, del 38,0% e 52,4%.

 

In sintesi, al 31 marzo 2011:

Fatturato: € 312,2 milioni (+27,9% rispetto al 1° trimestre 2010);

Margine operativo lordo: € 38,5 milioni (+24,2%);

Margine operativo netto: € 19,7 milioni (+43,3%);

Risultato netto: € 11,2 milioni (+68,6%);

Posizione finanziaria netta in diminuzione di € 6,1 milioni

 

Nel 2011, peraltro, la Brembo festeggia i suoi 50 anni di attività: era l’11 gennaio 1961 quando Italo Breda ed Emilio Bombassei costituivano le Officine Meccaniche di Sombreno. Da allora, Brembo ha affrontato un percorso di mezzo secolo che ha portato l’azienda a diventare leader nel mondo dei sistemi frenanti ad alte prestazioni. Nel 1964 Brembo comincia a produrre dischi freno per auto, nel 1972 anche freni per moto e nel 1975 entra in Formula 1 dove fornisce i propri impianti aanche alle monoposto Ferrari. Oggi, è un’azienda che supera il miliardo di fatturato, con 35 stabilimenti in 15 paesi e oltre 6.000 dipendenti.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA