Provata la MT-09 2016: carattere forte ma sotto controllo

Yamaha perfeziona la nuda tricilindrica aggiungendo il traction control TCS, disponibile dal mese di marzo solo sulla versione con ABS. Immagini, prezzi e impressioni di guida
 

Essenziale, potente, raffinata

La MT-09, brillantissima Yamaha tre cilindri presentata nel settembre 2013, ha tagliato il traguardo dei 20.000 esemplari venduti negli ultimi due anni (qui i nostri articoli sul mercato): una naked-motard essenziale ma raffinata al tempo stesso, caratterizzata dal tre cilindri di 847 cc capace di una potenza alla ruota, verificata dal Centro Prove di Motociclismo, di 106,65 CV a 10.200 giri e di una coppia di 82,69 Nm a 8.300 giri. In attesa dell'ammiraglia MT-10 a quattro cilindri di 1.000 cc, abbiamo provato l’attuale punta di damante della famiglia Yamaha MT

Su strada: il 2016 porta più dolcezza ed elettronica perfezionata

Se naked indica semplicemente la mancanza di una qualsivoglia appendice aerodinamica, l'aspetto motard è caratterizzato da una posizione di guida caratteristica delle supermoto, con il manubrio largo, pedane arretrate e sella dai fianchi stretti: un assetto che carica l'anteriore, per una più immediata confidenza con le performance della ciclistica e della più che convincente distribuzione dei pesi che predilige il corpo centrale della moto. E confidenza la MT-09 ne dà subito tanta, anche se per sfruttare in pieno il tre cilindri ci vuole una buona "manetta": potenza e soprattutto coppia sono esaltanti, gli inserimenti in curva facili e sicuri, il comparto frenante è sempre in perfetta sintonia con le prestazioni della moto, sia per potenza che modulabilità. Con il model year 2016 Yamaha ha inteso perfezionare le caratteristiche dinamiche della MT-09 aggiungendo il controllo di trazione che è disinseribile: le altre due modalità sono 1 per un intervento light e 2 per un intervento più deciso. L'azione del TCS nella prima fase avviene sull'anticipo; nel caso si insista con la manopola del gas in una situazione già critica passa a parzializzare la farfalla dell'iniettore tagliando l'alimentazione. Al TCS si aggiunge una migliore messa a punto del sistema D-Mode ovvero la possibilità di variare la mappatura della centralina: rimangono i tre livelli - standard, A (il più sportivo) e B (il più soft) - ma c'è meno brutalità nella risposta dei primi due, con un parziale addolcimento del fastidioso (e violento, soprattutto nella posizione A) on-off accusato fino ad oggi.

Livree, versioni e altro

La MT-09 è disponibile in tre varianti: ABS (colori Night Fluo, Matt Grey, Race Blu, Lava Red), Street Rally (Race Blu) e Sport Tracker (Matt Grey). Per chi vuole vivere appieno il “Dark Side of Japan” di cui la gamma MT è protagonista, è stata creata una nuova linea di eleganti capi casual e tecnici MT lifestyle; inoltre, grazie alla nuova App "My Garage MT" (disponibile per i sistemi operativi iOS e Android), si potranno scegliere nuovi componenti e accessori per la propria MT. L'applicazione permette di equipaggiare i modelli virtuali con tutti gli optional disponibili e di visualizzare i risultati in formato 3D a 360°.  
1/38 Yamaha MT-09 2016 in colorazione Lava Red: 8.940 euro chiavi in mano

Prezzi

  • Yamaha MT-09 ABS: 8.940 euro (8.440 euro la versione 2015 senza ABS)
  • Yamaha MT-09 Sport Tracker 2016: 8.940 euro chiavi in mano (9.440 euro c.i.m. la versione con ABS)
  • Yamaha MT-09 Street Rally 2016: 8.840 euro chiavi in mano (9.340 euro c.i.m. la versione con ABS). Scarico Akrapovic in opzione
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Ultimi articoli