SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Jonathan Rea Campione del Mondo SBK 2015, la gara di Jerez a Sykes

Per la vittoria di Gara 1 non c’è storia, se la aggiudica alla grande Tom Sykes. Ma la cosa più importante è che Jonathan Rea vince il suo primo titolo iridato, grazie al 4° posto ottenuto dopo una strenua difesa dagli attacchi di Haslam. A podio, 2° un buon Chaz Davies, 3° VD Mark

Jonathan rea campione del mondo sbk 2015, la gara di jerez a sykes

Parte dalla pole Tom Sykes (la sua quinta quest’anno), riuscirà la Kawasaki finalmente a vincere a Jerez? Certamente la cosa più importante è che arrivi il titolo e la seconda posizione in griglia di Rea è un buon modo per iniziare a… lavorarci. Tanto più che se il nordirlandese dovesse vincere almeno una delle due gare, arrivando a 13 successi, raggiungerebbe nomi come Fogarty e Hodgson. Se poi dovesse vincere due volte sarebbe l’apoteosi, col titolo e la testa della classifica dei piloti SBK più vittoriosi di sempre (in coabitazione con Bayliss e Spies).

Ma Sykes è velocissimo e la Kawasaki vuole anche il secondo posto in campionato; inoltre anche gli inseguitori non sono poi così lontani, vedi le Ducati, VD Mark, Torres… Insomma, si comincia: moto delle prime due file con gomme morbide davanti e dietro, con le Kawasaki che montano le anteriori di ultimo sviluppo, mentre Canepa lo fa al posteriore.

 

Allo start scatta velocissimo Sykes, Rea secondo. Torres esce alla prima curva, mentre Davies è terzo, Canepa è quarto, poi Haslam, VD Mark e Pirro. Canepa sembra addirittura poter insidiare Chaz, così come VD Mark fa con Haslam, ma la gara è lunghissima.

Syke fa 1’45”6 da fermo e già nel primo giro distanzia il compagno di team. Canepa attacca Davies, anche se la sua frenata è violenta ma la traiettoria non precisissima. Sembra che Niccolò subisca un po’ il “tappo” di Chaz, che guida un po’ scomposto, mentre la Kawasaki scappano. Al secondo giro Canepa scivola alla curva 6, non è fuori gara ma la gara è andata.

 

Dietro, Baiocco è 12°, seguito da Badovini e preceduto dalla MV Agusta di Camier. Peccato per Matteo, che ha perso posizioni in partenza. Intanto Torres è risalito al 13° posto. Davanti Sykes fa un altro mestiere, per ora, gira in 1'41”802 è ha già dato circa un secondo e mezzo a Rea e 2 e mezzo a Davies. VD Mark gira un decimo meglio di Haslam, ma per ora davanti resta il pilota Aprilia, che pare avere la moto più a punto in accelerazione in uscita di curva.

Al 5° giro Rea va lungo alla curva 6, Sykes si allontana di un altro mezzo secondo, Davies si avvicina… Rea è nervoso e fa un altro errore in una curva da prima in frenata. Altro mezzo secondo preso: già finita la gomma anteriore o problemi di gestione del freno motore? Forse sì, perché Davies lo passa in frenata al giro 6 e Jonathan non riesce a chiudere le curve, mentre VD Mark e Haslam si passano e ripassano e ne approfittano per “puntare” Rea. Il n° 65 non pare affetto da… braccino, più che altro a un certo punto sembra che qualcosa di tecnico sia cambiato, impedendo a Rea di guidare come vorrebbe in entrata di curva. E Sykes ha 3 secondi e mezzo su Davies.

Al giro 9, mentre davanti le posizioni sono assestate (ma Haslam e VD Mark vogliono il podio, e lo vogliono con forza), Baiocco è risalito al 9° posto, mentre Badovini è sceso al 14°. Il miglior italiano è però Pirro, piazzato al 6 posto a un paio di secondi da VD Mark. Canepa è 17°, Torres si prende il 12° posto da Mercado.

 

Giro 10: VD Mark passa Rea ed è 3°. Riuscirà Haslam a fare lo stesso? Riuscirà l’olandese a mantenere la posizione? Comunque a Rea importa il giusto, tanto comunque sarebbe Campione del Mondo anche arrivando 10°… Haslam passa Rea al 12 giro, ma in uscita di curva la Kawasaki torna davanti, anche con qualche rischio. Infatti il giro dopo deve cedere di nuovo la posizione a Haslam in frenata, per poi riprenderla in accelerazione. Il punto debole dell’Aprilia di Haslam e quello forte della Kawasaki di Rea si manifestano nella stessa situazione, l’apertura di gas in uscita, quindi Rea resta davanti. Ma arriva Pirro, che ormai vede i due britannici da vicino, anche perché Jonathan sta controllando e favorisce l’avvicinamento del ducatista.

Al giro 16, Sykes ha oltre 3,1 secondi di vantaggio su Davies, che a sua volta ne ha oltre 2,2 su VD Mark. La lotta vera è per il 4° posto, con Rea, Haslam e Pirro che se la giocano. Haslam sembra stare aspettando il momento buono.

Al giro 18 Haslam passa Jonathan, ma in accelerazione davvero la Kawasaki è imbattibile e Rea torna 4°. Ma lo ripetiamo: è iridato anche se arriva 10°! Comincia l’ultimo giro: Sykes vola verso la sua quarta vittoria dell’anno, seguito da Davies e VD Mark. Haslam fa di tutto per mettere dietro Rea, mentre Pirro ha mollato.

 

Vince Tom, 2° Chaz (che resta secondo anche in classifica mondiale), Michael a podio. Ma il 4° posto che Rea riesce a conquistare gli regala con 5 gare di anticipo un mondiale meritatissimo: bravo, Johnny, indossa pure il casco dedicato alla vittoria del titolo, fermati pure a cambiarlo più volte al giro con l’omaggio a Brian Reid e Dunlop in rappresentanza dei campioni britannici più importanti, appiccica l’adesivo col n° 1, goditi il momento!

La classifica si completa con Haslam 4°, seguito da Pirro, Lowes, Baiocco, Camier e Guintoli in top 10. A punti anche Salom, Torres, Ramos, Mercado e Badovini. De Puniet è il primo “senza punti”, seguito da Canepa.

 

In attesa di Gara 2, quando crediamo che Rea guiderà in modo ben diverso, godiamoci le foto e la corsa della Supersport, e non dimenticate che a chiudere la giornata ci sarà la Stock 1000, con gli italiani in piena lotta per la vittoria di giornata e del Campionato (qui la programmazione TV).

 

Sbk 2015, jerez - classifica gara 1

Pos.

Pilota

Moto

Distacco

1

SYKES Tom

Kawasaki ZX-10R

LEAD

2

DAVIES Chaz

Ducati Panigale R

+2.865

3

VD MARK Michael

Honda CBR1000RR SP

+6.665

4

REA Jonathan

Kawasaki ZX-10R

+9.059

5

HASLAM Leon

Aprilia RSV4 RF

+9.318

6

PIRRO Michele

Ducati Panigale R

+10.466

7

LOWES Alex

Suzuki GSX-R1000

+15.945

8

BAIOCCO Matteo

Ducati Panigale R

+18.020

9

CAMIER Leon

MV Agusta F4 RR

+18.654

10

GUINTOLI Sylvain

Honda CBR1000RR SP

+19.510

11

SALOM David

Kawasaki ZX-10R

+24.441

12

TORRES Jordi

Aprilia RSV4 RF

+29.247

13

RAMOS Román

Kawasaki ZX-10R

+35.768

14

MERCADO Leandro

Ducati Panigale R

+37.933

15

BADOVINI Ayrton

BMW S1000 RR

+40.147

17

CANEPA Niccolò

Ducati Panigale R

+45.846

22

VIZZIELLO Gianluca

Kawasaki ZX-10R

3 LAPS

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA