Maico Mobil, lo scooter che sognava l'auto

Maico Mobil, lo scooter che sognava l'auto

Nel dopoguerra, negli Anni 50, in Germania qualcuno ha voluto provare a realizzare "l'auto su due ruote", un'alternativa più voluminosa e pesante dei nostri scooter di allora

La storia della Cagiva Elefant vincente del 1990

La storia della Cagiva Elefant vincente del 1990

L’eredità delle Cagiva che hanno vinto nel 1990 e nel 1994 si manifesta ancora oggi nelle maxienduro che a lei si ispirano. Celebriamo la prima affermazione del marchio di Varese in terra d’Africa ripercorrendo le tappe di avvicinamento alla vittoria finale della Paris-Dakar

Ducati 750 Super Sport, la moto di Paul Smart

Ducati 750 Super Sport, la moto di Paul Smart

Il pilota inglese vinse nel 1972 la 200 miglia di Imola in sella alla versione da gara della 750 Super Sport. La versione targata è tra le Ducati supersportive tra le più cercate dai collezionisti delle classiche di Borgo Panigale, con quotazioni che superano i 200.000 euro

Domenico Fenocchio, il colosso di ferro

Domenico Fenocchio, il colosso di ferro

Bresciano, forzuto, Fenocchio è stato uno dei piloti di punta della Gilera del dopoguerra. Vinse il campionato di cross nel 1953, 1954 e 1955 in sella alla Saturno Cross

Fabrizia Pons, Lady Motori

Fabrizia Pons, Lady Motori

Esile, ma tenace, testarda e con una buona manetta: la pilotessa torinese è stata l'unica donna a correre con continuità nel motocross nazionale tra il 1971 e il 1975. Poi, l'amore per le auto da rally

Moto dimenticate: Ariel Leader 250

Moto dimenticate: Ariel Leader 250

Il periodo post bellico fu un momento di forte fermento: c'era da ricostruire un mondo devastato dai bombardamenti. E c'era tanta voglia di muoversi in libertà e in praticità. Le due ruote erano la risposta ideale, e gli incroci (oggi diremmo crossover) delle chimere che non sempre funzionarono. Come la Ariel Leader 250, la "moto vestita"

Kawasaki Z650 B1 ’77: l’antenata a 4 cilindri della Z650RS

Kawasaki Z650 B1 ’77: l’antenata a 4 cilindri della Z650RS

Una quattro cilindri, con distribuzione bialbero a camme in testa, raffreddamento ad aria e cambio a 5 marce. L’ispirazione estetica dell’ultima Kawasaki Z650RS, viene direttamente dal 1977, dalla Z650 B1

Suzuki GSX-R 750 (1988-1991): le caratteristiche tecniche

Suzuki GSX-R 750 (1988-1991): le caratteristiche tecniche

Motore quattro cilindri in linea fronte marcia di 749 cc, raffreddamento ad aria e olio, telaio doppia culla chiusa in tubi d’alluminio a sezione rettangolare, sospensioni con sistema Full-Floater… Ecco la scheda tecnica completa della Suzuki GSX-R 750 (1988-1991)

Ducati 750 GT: io sono leggenda

Ducati 750 GT: io sono leggenda

Il motore bicilindrico a L celebra il mezzo secolo di vita: viene usato per la prima volta sulla GT 750 del 1971. Il capolavoro dell’ingegner Fabio Taglioni viene però montato sulla moto “sbagliata”, una turistica che si dimostra un clamoroso flop. Questo insuccesso sarà la base per una moto che non ha uguali: la Super Sport 750

Suzuki GSX-R 750 (1988-1991): i segreti del motore

Suzuki GSX-R 750 (1988-1991): i segreti del motore

La Suzuki GSX-R 750 nel 1988 cambia fisionomia, ma non identità. Nuovo motore a corsa corta più potente, ma ancora a raffreddamento misto aria-olio. Scopriamo tutti i dettagli di questo propulsore

Harley-Davidson Sportster XLH 1959: celebriamo il mito

Harley-Davidson Sportster XLH 1959: celebriamo il mito

Nel 1957 nacque una delle Harley-Davidson più longeve, la Sportster. Celebriamo il mito di una moto che è stata un pilastro della crescita post bellica del Marchio statunitense (tra le più vendute in Italia e in Europa) con la prova della XLH del 1959

Aprilia Tuareg: il vento del deserto

Aprilia Tuareg: il vento del deserto

Le big enduro della Casa veneta, le Aprilia Tuareg, hanno conosciuto ottime stagioni di vendita. Apprezzate sia per le prestazioni del motore Rotax sia per la qualità della ciclistica. La più equilibrata è la Wind 350-600 1988

Beati anni Ottanta!

Beati anni Ottanta!

Chi ha vissuto gli Anni 80 ha visto - e guidato - tante moto che hanno dato il "la" a intere generazioni di motociclisti. Moto che hanno fatto sognare e che stanno piano piano tornando (almeno nelle forme e nei nomi) anche se il fascino delle "originali" resta ancora forte nel cuore

I fratelli Castiglioni

I fratelli Castiglioni

Animati da grandissima passione per le moto e le corse, i fratelli varesini hanno vivacizzato ed eccitato il mondo della motocicletta dal 1978 al 2011. Al vertice delle due ruote italiane, i Castiglioni sono stati protagonisti di entusiasmanti risultati nell’industria e nello sport, ma pure di drammatiche “cadute”

Motomondiale 1954, Ray Amm e la sua Norton 500

Motomondiale 1954, Ray Amm e la sua Norton 500

In Norton, negli anni ’50, non ci sono soldi per le corse. Così, al posto di una meravigliosa galleria del vento come quella della Moto Guzzi si ricorre a soluzioni fantasiose. Nonostante ciò, Ray Amm, con la 500 cc, chiude il Mondiale del 1954 in seconda posizione

Suzuki GSX-R 750 (1988-1991): next generation

Suzuki GSX-R 750 (1988-1991): next generation

Nel 1988 la Suzuki GSX-R 750 cambia fisionomia ma non identità. Nuovo motore a corsa corta più potente - ma ancora a raffreddamento misto aria-olio - e ciclistica rivista a livello di telaio, ruote e sospensioni, consentono alla Casa di Hamamatsu di mantenere il primato delle vendite nel segmento di mercato più importante dell’epoca

La BMW prima della BMW: alle origini del mito

La BMW prima della BMW: alle origini del mito

Biciclette a motore (Flottweg), motoleggere (Flink) per arrivare alle motociclette equipaggiate con il primo bicilindrico boxer costruito dalla BMW (Victoria KR-I ed Helios). La nascita della Casa di Monaco – complessa e frammentata - coinvolge società diverse del settore aeronautico nei difficili anni della Repubblica di Weimar

Moto Guzzi V7 Sport, “V” come vincente

Moto Guzzi V7 Sport, “V” come vincente

50 anni fa nasceva la Moto Guzzi V7 Sport, una moto immortale che racchiude la capacità visionaria e tecnica degli uomini di Mandello del Lario. La serie delle V7 è in produzione ancora oggi e ha partorito la straordinaria Sport, una bicilindrica che è diventata il simbolo della “sportiva all’italiana”

BMW R 100 RT: turismo da corsa

BMW R 100 RT: turismo da corsa

Apparsa nel 1978, la BMW R 100 RT deriva strettamente dalla sorella sportiva RS, nata due anni prima. È spinta dal robusto bicilindrico boxer raffreddato ad aria di 978 cc, la sua velocità massima è di poco inferiore ai 190 km/h

È lui o non è Lui?

È lui o non è Lui?

Lotta dura. Il piccolo Lui guidato da Tullio Masserini attira la divertita attenzione di un fotografo alla Sei Giorni di Garmish-Partenkirchen del 1969. Qui le condizioni del terreno sono ancora praticabili per lo scooter Innocenti, ma dopo arriverà un inferno fatto di fango

Ducati 750 Super Sport 1973-77: l'eredità delle corse

Ducati 750 Super Sport 1973-77: l'eredità delle corse

Probabilmente è la Ducati supersportiva d'epoca più bella, sicuramente tra le più cercate dai collezionisti delle classiche di Borgo Panigale, con quotazioni che superano i 200.000 euro. Il capolavoro dell’ingegner Fabio Taglioni è la versione stradale della 750 che ha vinto la 200 Miglia di Imola

Una Brough Superior SS80 del 1936 all'asta

Una Brough Superior SS80 del 1936 all'asta

Nel 2017 un modello quasi identico a questa Brough Superior SS80 Matchless è stato venduto per circa 98.000 euro. Si tratta di un esemplare dell'asta Silverstone Auction che andrà in scena a Londra il prossimo 12 febbraio

Anni 80’: la Kawasaki ZX-10

Anni 80’: la Kawasaki ZX-10

Nel 1988 Kawasaki conferma con questa super tourer la sua tradizione di moto dalle prestazioni assolute, da record. Motore quattro cilindri straordinario nell’erogazione, grande protezione aerodinamica, ma frizione che si dimostra debole, mentre il peso è davvero elevato

Yamaha XS750: tre, il numero perfetto

Yamaha XS750: tre, il numero perfetto

Tre come i cilindri che caratterizzano il motore della Yamaha XS750, turistica giapponese anni 70. Erogazione sostanziosa, trasmissione finale ad albero senza sussulti e sospensioni soft per affrontare i viaggi. Ma la XS non ebbe successo tra i motociclisti italiani, che cercavano più potenza dal motore

GS 125, la prima con motore costruito da KTM

GS 125, la prima con motore costruito da KTM

È la prima KTM 125 ad adottare un motore realizzato dallo stesso Costruttore austriaco. Una moto non facile da sfruttare al limite (ci riuscirà pienamente solo il grandissimo Alessandro Gritti), appuntita nell’erogazione della potenza, ma dotata di un telaio preciso sui terreni più veloci