Aprilia Sportcity 200 vs Honda SH150i

Ruote alte in città e fuori

Aprilia sportcity 200 vs honda sh150i




La lotta tra questi due modelli comincia dal prezzo: 3.170 euro per lo Sportcity 200; 3.195 per l'SH150i (già in regola con le normative Euro 3). L'italiano, sportivo ma non aggressivo, sfoggia un'alta qualità costruttiva, maneggevolezza e prestazioni elevate. Buona anche la frenata. Il rinomato scooter giapponese risponde con un mezzo equilibrato, sempre apprezzato anche sul mercato dell'usato.

L’Aprilia ha un'immagine sportiva e moderna, senza esibire forme strane e complicate. Il risultato è un mezzo che risalta tra tanti scooter senz’anima. Le proporzioni sono simili a quelle del concorrente giapponese ma l’SH offre più spazio. Le pedane del passeggero sono estraibili e rivestite di gomma. L’alimentazione è a carburatore e l'omologazione, almeno fino al 2005 è Euro 3.

L’SH ha cerchi da 16”, contro quelli da 15” dello Sportcity. Il modello 2005 ha la grande novità dell’alimentazione a iniezione elettronica, innovazione che gli ha consentito di rientrare nei limiti della normativa Euro 3. L’abitabilità in sella è buona, c’è spazio a sufficienza per le gambe anche dei più alti e la pedana piatta permette di trasportare la classica borsa della palestra senza metterla a tracolla.

L’Aprilia abbina all’indicatore di velocità analogico un display LCD ben leggibile che mostra una gran quantità di informazioni, compreso l’indicatore del livello carburante e un orologio molto grande.
Le varie funzioni si attivano con un pratico comando sul blocchetto di destra.
Il design dei comandi elettrici è originale, ma le finiture sono poco precise.

La strumentazione dell’Honda SH, completa e ben leggibile, ha un’impostazione classica, con gli elementi circolari per livello benzina, temperatura acqua e tachimetro. Tradizionali i comandi elettrici, ben realizzati ma con il pulsante del “passing” in posizione scomoda.

5,61 litri di capacità per lo Sportcity sono un po' pochini
. Significa che sotto la sella trova posto solo un casco jet jet senza visiera. Ma questo è un difetto comune a tutti i mezzi a ruote alte.

L'SH fa un po' meglio grazie ai suoi 7,19 litri di capienza. Anche in questo caso, però, il casco integrale non trova spazio
. Forse conviene acquistare il bauletto insieme allo scooter: si paga meno che acquistarlo in un secondo tempo e si può chiudere con la stessa chiave dell'accensione.

Lo Sportcity monta un disco anteriore da 260 mm di diametro. Dietro un un disco da 220 mm con pinza a 2 pistoncini
. L'SH adotta invece un disco da 220 mm. Lo scooter Honda ha anche un sistema di frenata combinata che - agendo sulla leva sinistra - aziona i freni anteriore e posteriore allo stesso tempo. Peccato che al retrotreno abbia un debole tamburo da 130 mm.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA