Comparativa Supersportive 2018: la più veloce in pista è…

6 February 2018
a cura della redazione
  • Salva
  • Condividi
  • 1/26 Comparativa Supersportive 2018: le sette protagoniste
    Nel secondo giorno della Comparativa Supersportive 2018 a Valencia Aprilia RSV4 RF, BMW S 1000 RR, Ducati Panigale V4 S, Honda CBR1000RR, Kawasaki ZX-10RR, Suzuki GSX-R1000R e Yamaha YZF-R1M hanno fatto i conti con il cronometro. Ecco il video di giornata con la classifica dei tempi

    Nel pomeriggio del secondo giorno della Comparativa Supersportive 2018 le sette moto in sfida (cliccate qui per il video di presentazione) hanno fatto i conti con il cronometro. Due i tester incaricati ad effettuare il giro veloce, ma ai fini delle classifica finale terremo conto solamente del best lap in assoluto. L'ordine di entrata in pista delle moto per il time attack è stato decretato da un'estrazione, avvenuta davanti ai rappresentati delle Case. Questo l'ordine di ingresso: Ducati Panigale V4 S, BMW S 1000 RR, Aprilia RSV4 RF, Suzuki GSX-R1000R, Yamaha YZF-R1M 2018, Kawasaki ZX-10R e Honda CBR1000RR. Purtroppo però, Honda non ha potuto partecipare al time attack causa dei danni riportati in una scivolata avvenuta poco prima della sessione cronometrata.

    La parola passa ora a Fabio Meloni, che vi svela i tempi fatti registrare a Valencia dalle protagoniste della Comparativa Supersportive 2018.

    I tempi contano però solo il 50% della classifica finale, il Test Team deve compilare le schede di valutazione personali. Queste sono divise in due sezioni, una più obiettiva e distaccata, nella quale viene analizzato punto per punto il comportamento di ogni moto e una più “di pancia”, nella quale viene stilata una graduatoria personale rispondendo alla domanda “quale vorresti nel tuo garage?”; in questo modo i tester possono esprimere una preferenza che va al di là delle sensazioni di guida.

    Combinando le due classifiche (tempi sul giro e valutazioni dei tester) otterremo dunque la classifica finale, che troverete su Motociclismo di marzo, insieme alle impressioni di guida dei tester e ai pregi e i difetti di ogni moto.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta