“Come antipioggia la cerata è cara, meglio la busta”

14 febbraio 2017
a cura della redazione
“Come antipioggia la cerata è cara, meglio la busta”
La nostra comparativa di completi antipioggia da moto ha evidenziato i pregi e i difetti delle migliori tute antiacqua “spezzate”. Un lettore ci scrive contestando il criterio di scelta dei capi e insinuando che…

“IO LA BUSTA, VOI… LA BUSTARELLA”

Caro direttore, che un casco sicuro, una giacca confortevole o un paraschiena omologato siano accessori indispensabili e utili per andare in moto nessuno lo mette in dubbio, ma non mi venga a dire che è indispensabile spendere da 65 a 200 euro per una cerata. I motociclisti veri indossano anche la busta della spazzatura! Perché non provate nella “lavatrice” (vedi la nostra comparativa tute antipioggia, ndr) anche le cerate che costano 3,5 euro? Secondo me è il solito discorso mazzette dalle case… Il sottoscritto va in moto davvero, sempre e con tutti i climi, ama la moto, ma non la moda che fa spendere i miliardi di euro a gente che poi trovi al bar.
Gianmaria Angiolillo – email

“Meglio l’antiacqua, chi usa la moto davvero lo sa”

Risponde Federico Aliverti, direttore di Motociclismo
Caro Gianmaria, sono un motociclista di lunga data e anche a me è capitato di usare la busta della spazzatura, in casi di emergenza. Però la tuta anti acqua è generalmente molto meglio e non solo per le sue doti di impermeabilità: è più traspirante (comfort) e più visibile (sicurezza) anche in condizioni proibitive. Per la mia esperienza è più facile trovarne sprovvisto chi usa la moto per andare al bar e non chi ne fa un uso "vero".

“Come antipioggia la cerata è cara, meglio la busta”

Comparativa tute antipioggia: la vincitrice e tutti i link

“Come antipioggia la cerata è cara, meglio la busta”
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta