Binder si arrende a Mir. Per il "Bestia" podio al fotofinish

14 August 2016
Binder si arrende a Mir. Per il "Bestia" podio al fotofinish
Mondiale Moto3 2016, Austria, Red Bull Ring: risultati gara e classifica. Joan Mir centra la sua prima vittoria nel Mondiale, battendo così Brad Binder, leader del Campionato. Bastianini beffa Quartararo al fotofinish. Out Navarro, Fenati assente perché sospeso dal team per motivi disciplinari

Fenati salta la gara: sospeso dallo SKY RACING TEAM

Binder si arrende a Mir. Per il "Bestia" podio al fotofinish

La notizia è arrivata all'improvviso, nella sera di sabato 13 agosto, giornata nella quale si è disputata la sessione di qualifiche della Moto3. Il veterano dello SKY Racing Team Romani Fenati è stato sospeso dalla squadra e non prederà parte alla gara odierna. Di seguito il comunicato rilasciato dal Team:
 
A seguito di reiterati comportamenti non in linea con le normali regole da osservare all'interno di un Team” si legge sul comunicato ufficiale diramato dalla squadra “informiamo che il pilota Romano Fenati è stato sospeso e non sarà quindi schierato sulla griglia di partenza della gara che si correrà domani sulla pista di Spielberg”.
 
Da tali parole è evidente che il rapporto tra il pilota di Ascolti e il Team non era dei migliori già da qualche tempo. Sin dalla prima gara di quest’anno, Fenati ha avuto un leggero battibecco con Niccolò Bulega, il giovanissimo della VR46 Academy. In realtà, alcune voci nei paddock, e del resto lo stesso team, confermano che Fenati non avesse problemi con i piloti, bensì avesse qualche attrito con alcuni membri dello staff. Il pilota numero 5 ha già fatto le valigie ed ha lasciato il Red Bull Ring. Al momento della gara non si hanno ulteriori notizie sulla vicenda: la sospensione dovrebbe riguardare solo questo appuntamento, ma non è escluso che questa scelta possa coinvolgere anche prossime date. In attesa di ulteriori informazioni, ricordiamo che Fenati e lo SKY Racing Team hanno firmato (nel 2015) un contratto che scade nel 2017, anno nel quale l’italiano dovrebbe esordire in Moto2 in sella ad una Kalex. Fenati avrebbe dovuto partecipare ad alcuni test con il Team Ongetta, ma Honda a deciso di cancellarli. 

Mondiale Moto3, Red Bull Ring: la cronaca della gara giro per giro

Partenza: non parte benissimo Mir, che già nella prima curva viene infilato da Binder e Bastianini. Canet rimane 4°, Quartararo scende in settima piazza dietro a Di Giannantonio (6°) e Canet (5°). Ottimo Bulega che risale in ottava piazza. Grande bagarre nel frattempo per la prima posizione
 
1/23: Bastianini al comando, seguito da Mir e Binder: il loro gruppo è staccato di 7 decimi da Bagnaia (4°), che invece fa gruppo con Quartararo e Di Giannantonio. Nella curva 3 Joan Mir trova lo spiraglio e si riporta in testa.
 
2/23: giro veloce per Quartararo: 1’37”305. Mir è al comando seguito da Binder e Bastianini. Bagnaia viene superato da Quartararo e scivola in quinta piazza. Nel T3 Binder si porta in testa alla corsa dopo che lo spagnolo va largo, mentre il Bestia sorpassa Mir nel T4. Bene Bulega e Locatelli: sono 8° e 9°.
 
3/23: posizioni di testa che si rimescolano. Bastianini si porta al comando alla prima curva, anche Mir sorpassa Binder e si porta al 2° posto, ma alla curva 3 il sudafricano si rimette davanti allo spagnolo. Alla curva 5 Mir ci prova ma senza successo: Binder gli chiude la traiettoria.
 
4/23: giro veloce per Phillip Oettl: 1’36”928. Ottimo Fabio Quartararo, che si attacca al gruppo di testa e inizia una battaglia a 4. Nel T4 Binder sorpassa il Bestia, mentre Mir si difende dal francese nonché compagno di squadra.
 
5/23: Binder, Bastianini, Mir, Quartararo, Oettl, Di Giannantonio, Martin, Bagnaia, Bulega e Locatelli compongono la top 10. Mir viene superato da Quartararo il quale diventa 3°, mentre Bastianini si riporta in testa nel T2. Nel frattempo arriva la caduta del nostro Bezzecchi, il pilota però è OK. Nell’ultimo settore Binder supera il Bestia
 
6/23: Posizioni che cambiano quasi completamente: Bastianini, Binder, Mir, Quartararo, Oettl, Martin, Bagnaia, Locatelli, Bulega e Di Giannantonio in top 10. Brad Binder adora la curva 3: riesce a superare il numero 33 e si riporta in testa. Nell’ultimo settore il Bestia va largo e viene infilato da Mir e Quartararo. Nel frattempo c’è la caduta di Suzuki, il pilota però è OK.
 
7/23: Guizzo di Quartararo che porta in testa alla curva 3, ma nella staccata successiva Binder si rimette davanti al francese. Il gruppo di testa si è compattato: adesso è composto dai piloti della Top 10.
 
8/23: Dalla 14esima piazza, Rodrigo sigla il tempo più veloce: 1’36”848. Ancora alla curva 3, Quartararo si ributta in testa; Mir rimane distante ed osserva
 
9/23: Quartararo, Binder, Mir, Oettl, Bastianini, Locatelli, Martin, Bulega, Bagnaia, Di Giannantonio compongono il gruppo di testa. Navarro da 11° finisce 13°. Binder si riporta in testa al T2, e Oettl con un colpo di reni si mette alle spalle del Sudafricano
 
10/23: Bastianini (5°) sigla il tempo di riferimento: 1’36”763. Ora il gruppone di testa sembra essersi leggermente diviso: tra Locatelli (6°) e Martin (7°) ci sono ben 7 decimi di distacco. Il trio di italiani Bulega – Di Giannantonio – Bagnaia completa la top 10
 
11/23: Binder ancora al comando, sempre seguito da Oettl. Bastianini, che sigla ancora il giro veloce (1’36”650), risale in terza piazza, ed è seguito dai tre piloti del Team Leopard.
 
12/23: Alla curva 3 Mir sorpassa Bastianini per la terza posizione, ma a seguito di un errore lo spagnolo si ritrova 5°: tutto da rifare per il poleman. Binder, Oettl e Bastianini compongono il podio virtuale a metà gara.
 
13/23: Bastianini trova il varco ed infila Oettl, ma il tedesco risponde subito con un controsorpasso. Nel T2 invece cambia tutto: alle spalle di Binder ci sono Quartararo, Bastianini, Oettl e Mir. Locatelli, più staccato, è 6° seguito da Martin, Navarro, Di Giannantonio e Bulega in top 10. Bagnaia è 11°. Di rilievo il 16° posto di Maria Herrera, ad un passo dalla zona punti.
 
14/23: Oettl rimedia la danno fatto nel giro precedente e si porta al 3° posto dietro a Quartararo e Binder. Nel frattempo c’è la caduta di Rodrigo alla curva 3, fortunatamente il pilota sembra OK.
 
15/23: Oettl giro veloce: 1’36”557. Il tedesco si porta 2° alla prima curva, e appena prima della curva 3 “assaggia” il primo posto, dato che in quella stessa curva viene infilato prima da Quartararo e poi da Binder. Anche Bastianini ne approfitta e si porta in terza posizione
 
16/23: Sul rettilineo Quartararo si porta in testa, seguito da Binder e Bastianini. Nella prima curva le carte si rimescolano, ma anche alla curva 3 avvengono numerosi sorpassi. Nel T3 è Binder in testa, seguito da Quartararo, Mir, Bastianini e Oettl
 
17/23: Ottimo Jorge Navarro che risale fino alla sesta piazza: 2,3 secondi lo separano dal gruppo di testa. Nel frattempo la battaglia a 5 per la vittoria si fa intensa: nel T3 è Mir al comando, seguito da Quartararo, Bastianini, Oettl e Brad Binder, il quale è andato largo proprio nel terzo settore.
 
18/23: Navarro ringrazia e si avvicina al gruppo di testa: ora solo 1 secondo li separano. Attenzione: proprio Jorge Navarro cade nella curva 3! Lo che cerca di risalire in sella ma, a quanto pare, senza successo. Un brutto colpo per la sua corsa al titolo
 
19/23: Dopo una serie di sorpassi culminati alla curva 4, la Top 5 è composta da Mir, Oettl, Binder, Bastianini e Quartararo. Loi segue al 6° posto con un distacco di 2,6 secondi
 
20/23: Tra la curva 1 e la curva 3, le carte si rimescolano: Mir si riporta in testa, Bastianini e Quartararo lo seguono sul podio provvisorio. Oettl e Binder 4° e 5°. Arriva la notizia dalla Race Direction che Antonelli e Kornfeil sono penalizzati di una posizione per aver superato il limite nella corsia box.
 
21/23: Mir si ritrova, in qualche modo, sempre in testa, seguito da Bastianini, B. Binder, Quartararo e Oettl.
 
Ultimo Giro: Binder si porta dal 3° al primo posto nella curva 3, ma Mir e Quartararo si riportano davanti al sudafricano. Binder non ci sta e sorpassa Quartararo in modo aggressivo. Bastianini è 4° ma esce bene dall’ultima curva
 
Bandiera a scacchi: Mir vince la sua prima gara nel Mondiale, seguito da Binder e da un Bastianini in volata. 

Binder si arrende a Mir. Per il "Bestia" podio al fotofinish

Prima vittoria in campionato per Mir

Binder si arrende a Mir. Per il "Bestia" podio al fotofinish

Una gara che solo la Moto3 sa regalare: il Red Bull Ring, con i suoi rettilinei e le sue forti staccate, porta i giovani piloti della classe “cadetta” a fenomenali sorpassi e controsorpassi. A spuntarla alla fine è Joan Mir, che ottiene la sua prima vittoria nel Mondiale, proprio dopo la sua prima pole position ottenuta ieri. Un weekend da incorniciare per lo spagnolo, dato che è il secondo Rookie del 2016 a vincere una gara, dopo Khairul Idham Pawi. Brad Binder ha venduto cara la pelle, ma sul rettilineo finale il pilota numero 41 era troppo lontano per una “volata”, cosa che invece ha fatto il nostro Enea Bastianini: proprio sotto alla bandiera a scacchi, il Bestia beffa un ritrovato Fabio Quartararo, rovinando così il desiderio del Team Leopard di avere due KTM azzurre sul podio. Un ottimo Phillip Oettl, dopo aver combattuto per il podio, conclude al 5° posto. Jorge Martin porta la Mahindra del Team Aspar al 6° posto, precedendo la KTM ufficiale del rookie Bo Bendsneyder (7°). Seguono i nostri Fabio di Giannantonio e Nicolò Bulega. Livio Loi chiude la top 10, alle sue spalle c’è Francesco Bagnaia, oggetto di voci di mercato: per lui il salto in Moto2 nel 2017 pare sia assodato e pare nel team Sky, ma non si sa se al suo fianco ci sarà Romano Fenati (il team Sky informa che a breve avremo notizie). Al suo posto in Moto3 arriva Lorenzo Dalla Porta, protagonista del CEV.
 
Andrea Locatelli, dopo essersi ritrovato in sesta piazza, conclude 13°, davanti a Maria Herrera che finisce ancora a Punti. Gara no per Antonelli, che finisce 18°; anche di lui si parla molto in questi giorni per un conflitto di tipo legale: dopo il rinnovo con il Team Ongetta per il 2017, pare abbia trovato anche un accordo con il team Ajo. 20° la Wild Card Manzi, che finisce davanti ad un disastroso Canet, che è partito dalla seconda fila e chiude 21°. 25°Andrea Migno, 28° Valtulini, 29° Spiranelli, 30° Petrarca.
 
Cliccate qui per gli orari TV delle altre gare e ricordatevi del nostroFantaMOTOCICLISMO! Le regole sono sempre le stesse: fate il vostro pronostico sulle prime 5 posizioni della gara della Classe Regina e, a fine stagione, chi avrà totalizzato più punti potrà diventare tester di Motociclismo per un giorno! 
 
CLICCATE QUI PER GIOCARE

Mondiale Moto3 2016, Red Bull Ring: classifica gara

Binder si arrende a Mir. Per il "Bestia" podio al fotofinish

Mondiale Moto3 2016: classifica generale

POS. PILOTA MOTO NAZIONE PUNTI
1 Brad BINDER KTM RSA 179
2 Jorge NAVARRO Honda SPA 112
3 Romano FENATI KTM ITA 93
4 Francesco BAGNAIA Mahindra ITA 90
5 Nicolo BULEGA KTM ITA 82
6 Enea BASTIANINI Honda ITA 81
7 Joan MIR KTM SPA 75
8 Fabio DI GIANNANTONIO Honda ITA 66
9 Niccolò ANTONELLI Honda ITA 63
10 Jakub KORNFEIL Honda CZE 58
11 Khairul Idham PAWI Honda MAL 54
12 Andrea LOCATELLI KTM ITA 53
13 Fabio QUARTARARO KTM FRA 52
14 Philipp OETTL KTM GER 43
15 Jules DANILO Honda FRA 41
16 Andrea MIGNO KTM ITA 37
17 Aron CANET Honda SPA 34
18 Livio LOI Honda BEL 30
19 Juanfran GUEVARA KTM SPA 29
20 Bo BENDSNEYDER KTM NED 27
21 Hiroki ONO Honda JPN 21
22 John MCPHEE Peugeot GBR 20
23 Jorge MARTIN Mahindra SPA 20
24 Tatsuki SUZUKI Mahindra JPN 9
25 Gabriel RODRIGO KTM ARG 9
26 Lorenzo DALLA PORTA Honda ITA 7
27 Maria HERRERA KTM SPA 6
28 Adam NORRODIN Honda MAL 5
29 Darryn BINDER Mahindra RSA 4

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta