Social

Cerca nel sito

Cipro: il giro dell’isola in moto, dal mare ai monti

Cipro è un misto di storia e arte che vanno dai mosaici romani alle chiese bizantine, ma è anche un misto di terra e mare, con strade, vegetazione e clima variabili dal caldo delle costiere al freddo dei tornati di montagna.

LARNAKA: ARRIVO A CIPROQuando si dice “saper scegliere”! Indubbiamente Afrodite, la dea greca dell’amor profano, in fatto di bellezza se ne doveva intendere, visto che come luogo natale scelse il mare che circonda Cipro, terza isola del Mediterraneo (in ordine di grandezza) dopo Sicilia e Sardegna. Quest’isola è la destinazione ideale per un viaggio in moto (a parte la lontananza, non soltanto fisica, dall’Italia), poiché riassume in un’unica destinazione una natura strepitosa (soprattutto nei mesi primaverili), strade costiere panoramiche, traffico più che sopportabile (eccetto forse in agosto, mese comunque sconsigliato a causa delle temperature… infernali), fondo stradale ineccepibile, una regione montuosa tutta da scoprire e un mare che lascia senza fiato. Queste sono soltanto alcune delle ragioni per precipitarsi a Cipro, poi ci sono la gente cordiale, la cucina, i reperti archeologici, le chiese bizantine… È stato un colpo di fulmine sin dall’inizio: nel tragitto dall’aeroporto di Larnaka (come vedremo la formula aereo + moto è quella da preferire) all’hotel siamo circondati da rigogliose piante di mimosa fiorita, il cui profumo e colore saranno un leit-motiv per quasi tutto il viaggio. L’arrivo è nel tardo pomeriggio e quindi passiamo la notte appena fuori Larnaka, sul mare.

Tutto su:

Commenta con
Commenta con
AGGIORNA COMMENTI

Commenta la notizia