di Nicolas Patrini - 16 marzo 2020

Dall’Igna: “Stop utile a Honda e Aprilia. Ok gare a porte chiuse”

Un’intervista al direttore generale di Ducati Corse. Confinato nella sua abitazione con la famiglia, Gigi Dall’Igna si prepara a una Stagione MotoGP anomala. Lo stop dovuto al coronavirus offre agli avversari il tempo necessario a risolvere i problemi emersi nei test. Per avere un Campione del Mondo servono almeno 13 gare

Lo stop imposto al Motomondiale ha confinato in casa piloti, tecnici e pubblico. Il direttore generale di Ducati Corse ha parlato della situazione ai microfoni di Sky Sport MotoGP:

"Sono in casa con la mia famiglia, come tutti gli italiani. La situazione è complicata e avrei preferito che tutto procedesse normalmente. Ora non possiamo far altro che accettare questa situazione. Io lavoro da casa, come posso, per sistemare alcune cose emerse durante gli ultimi test. C3i concentriamo anche su ciò che dalla prima gara non potrà più essere cambiato, come l’aerodinamica. Una gara senza pubblico, a porte chiuse? Credo sia il male minore in un momento come questo, gli appassionati potrebbero seguire le gare dalla TV di casa. Immagino non sia la stessa cosa, ma siamo in una situazione di emergenza quindi ben vengano le gare a porte chiuse. Oggi non si possono fare programmi sulla Stagione 2020, la situazione è ancora in grande mutamento, ma sono fiducioso che le 13 gare che servono per decretare un Campione del Mondo si faranno. Al termine dei test ero fiducioso, le simulazioni di gara sono andate bene. Mi spiace non aver corso in Qatar perché credo saremmo andati bene. Da questa situazione sarà la Honda a trarre beneficio. Marquez era fisicamente ancora in recupero e Honda necessitava ancora di migliorare alcune cose. Lo stop di questi mesi sarà certamente utile a chi non era al top. Dal canto nostro possiamo far ben poco, se non prepararci al meglio. Sento spesso Andrea e Danilo, si stanno allenando per essere al top. Quando la stagione inizierà non ci sarà tempo di guardarsi intorno. Sarà un campionato fitto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA